Tutti i padri di Maria, riassunto seconda e ultima puntata

Seconda e ultima puntata con Tutti i padri di Maria. Franco (Lino Banfi) e Tino (Lino Toffolo) sono all’ospedale e attendono il responso dei dottori sullo stato di salute della piccola Maria. Fortunatamente non si tratta di meningite, ma i servizi sociali non permettono ai due uomini di tenerla e la affidano ad una famiglia. I nonni non si danno pace, vogliono scoprire dove si trovi Maria.

Franco cerca, tramite l’ex moglie Wanda, di trovare la bambina. Si sa, quale posto meglio di un negozio di parrucchiera per sapere tutto, ma proprio tutto quello che succede in città! La donna non sembra accettare.

Tutti i padri di Maria, riassunto prima puntata

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata di Tutti i padri di Maria. Franco Tricarico (Lino Banfi) ex maresciallo dei carabinieri in pensione e Tino Pelagatti (Lino Toffolo) maestro di violino vivono insieme per accaparrarsi la casa lasciata in eredità dalla zia di Franco, Celeste. Il rapporto tra i due è alquanto aspro, perchè ciascuno dei due si sente il legittimo proprietario della casa. I due vanno persino per vie legali.

Cosimo (Angelo Campolo) vigilante all’interno della casa in cui vivono i due, ritrova nella sua abitazione, una dolcissima bimba. Viene lasciato anche un biglietto, in cui è scritto: “ciao nonno, sono Maria”. Franco e Tino cercano di capire di chi sia nipote Maria, ma non giungono ad una soluzione. Franco chiede al figlio Fausto (Michele De Virgilio) se Maria sia sua figlia. Fausto nega che si tratti di sua figlia ed aggiunge che con la moglie Luisa (Anna Ammirati) sta provando ad avere un bambino e non vi riesce.

Tutti i padri di Maria: su Raiuno Lino Banfi, Lino Toffolo e Orietta Berti

Questa sera su Raiuno andrà in onda la prima parte di Tutti i padri di Maria, la commedia brillante in due parti, diretta da Luca Manfredi (che ha scritto la sceneggiatura con Marina Garroni), con Lino Banfi, Lino Toffolo, Orietta Berti, Anna Ammirati, Michele De Virgilio, Angelo Campolo e Giuseppe Gandini.

La storia. Trieste, oggi. Franco Tricarico (Lino Banfi) e Tino Pelagatti (Lino Toffolo), il primo ex maresciallo del Sud (pugliese) e l’altro maestro di violino del Nord (veneto), convivono forzatamente sotto lo stesso tetto a causa di una disputa legale che li vede avversari nella lotta per l’eredità della casa. Franco è separato, Tino vedovo. Di caratteri opposti, entrambi hanno un unico figlio maschio con cui, in maniera diversa, hanno un rapporto non risolto. Franco, infatti, non stima molto suo figlio Fausto (Michele De Virgilio), sposato con Luisa (Anna Ammirati) e senza prole. Mentre Tino si vergogna dell’omosessualità di suo figlio Renato (Giuseppe Gandini). L’arrivo improvviso di Maria, una bambina di pochi mesi, che viene abbandonata misteriosamente a casa loro con un biglietto che dice che uno di loro due è il nonno, sconvolge il già precario equilibrio delle due famiglie e fa venire a galla tutti i problemi irrisolti tra padri e figli. Ad assistere alle scaramucce tra familiari e alle indagini intorno alla bambina abbandonata ci saranno anche Wanda (Orietta Berti), verace parrucchiera emiliana, ex consorte di Franco, e Cosimo (Angelo Campolo), trentenne siciliano che vive a pensione nell’appartamento conteso tra Franco e Tino.