Marco Carta, Gabriele Tufi, Alessandra Mastronardi, Carolina Benvenga, Matteo Branciamore: chi è la giovane rivelazione dell’anno?

Questa settimana vi chiediamo di scegliere, e per molti/e di voi potrebbe non essere facile, chi è la giovane rivelazione televisiva dell’anno.

In competizione cinque ragazzi, due cantanti e tre attori, che vi hanno fatto battere il cuore, regalato emozioni con le loro canzoni o i loro personaggi, inchiodandovi alla poltrona di casa vostra.

La scelta è dunque fra: Marco Carta, vincitore di Amici di Maria De Filippi, Gabriele Tufi, cantante di Ti lascio una canzone, Alesssandra Mastronardi e Matteo Branciamore, de I Cesaroni e Carolina Victoria Benvenga de I Liceali.

Ti lascio una canzone: il preferito dei nostri lettori è Gabriele Tufi

Non ci voglia male Gerry Scotti, grandissimo conduttore de La Corrida, ma questa settimana regaliamo un po’ di spazio a Ti lascio una canzone, il programma concorrente, in onda ogni Sabato alle 21 su Rai1, perché siamo stati sommersi da mail e commenti di ragazze e ragazzi adoranti per i giovani cantanti della trasmissione della Clerici.

Il nome più ricorrente e acclamato è stato Gabriele Tufi, tredicenne di Roma, dalla bellissima voce e, a detta delle nostre lettrici più giovani, dal grande fascino: il ragazzo, già vincitore della categoria Junior al concorso Controcanto (e quinto nella classifica finale, che raggruppava indistintamente i ragazzi di tutte le età), premiato da Fabrizio Palma (che di giovani emergenti ne vede a migliaia) ha letteralmente conquistato il pubblico.

Cosa ha dato tanta notorietà a questi giovani artisti, oltre ovviamente alla loro voce? Forse gli abiti stilosi, che trasformano i ragazzini in principi e principesse (o manichini), forse le loro faccette pulite e la loro educazione, o ancora il traino che un programma come Amici di Maria De Filippi può fare agli altri talent show (anche in versione gara canora).

Amici: vince Marco Carta

Mamma, ho vinto! Mamma, Mamma!
Così ha strillato con voce soffocata dall’emozione Marco Carta, il vincitore della settima edizione di Amici di Maria De Filippi, colui che in un anno è stato in grado di essere fatto fuori dalla scuola dalla commissione, essere riammesso e piazzarsi costantemente primo nella classifica di gradimento del pubblico.
Facciamo un passo indietro (molto lungo, visto l’orario tardo in cui è finito il programma) e ripercorriamo la cavalcata di Marco verso l’Olimpo di Amici.

Amici di Maria De Filippi – Fase finale. Speriamo non sia pilotato…

Parte stasera, su Canale5, il serale di Amici di Maria De Filippi, programma che punta a scovare talenti, quanto a sponsorizzare quelli già trovati negli anni precedenti. Le prime quattro puntate del serale della trasmissione, leader degli ascolti pomeridiani, andranno in onda di domenica, poi probabilmente il programma sarà spostato il mercoledì.

Novità di quest’anno, oltre ad un montepremi di 300000€, che a memoria non mi ricordo sia mai stato così alto e un premio speciale che dà l’opportunità ad uno dei concorrenti di andare un anno a studiare a New York, l’assenza del pubblico parlante (sarà vero?) e i professori che volendo (e hanno voluto) possono schierarsi a favore di una delle due squadre denominate con gli originali nomi di bianchi e blu (sempre meglio di sole e luna).

Il meccanismo del programma: quattordici ragazzi divisi in due squadre si affronteranno a colpi di esibizioni e quella che vincerà potrà scegliere un concorrente della squadra avversaria da proporre per l’eliminazione. Il nominato potrà salvarsi grazie all’indice di gradimento o grazie al veto dei professori (serve la maggioranza). Fino a quando una dei due giudizi salva i ragazzi, la squadra vincente dovrà nominare un avversario. Nell’eventualità che si salvino tutti, sarà eliminato quello più basso nella classifica del televoto.