Rai: Cda approva palinsesti con voto decisivo di Garimberti

Il Consiglio d’Amministrazione Rai ha approvato i palinsesti autunno 2012 proposti qualche settimana fa dal direttore generale Lorenza Lei. Secondo l’Agi Guglielmo Rositani, Antonio Verro, Giovanna Bianchi Clerici, Alessio Gorla e il presidente Paolo Garimberti hanno espresso parere favorevole mentre i consiglieri Angelo Maria Petroni e Giorgio Van Straten hanno ribadito la propria contrarietà al pacchetto di programmi per la prossima stagione tv.

Pasquale D’Alessandro a Raidue, Massimo Liofredi sbarca a Rai Ragazzi

Foto: AP/LaPresse

Cambio della guardia a Raidue. Come anticipato, nei giorni scorsi, Massimo Liofredi (dirottato a Rai Ragazzi, la sezione che comprende Rai Gulp e Rai YoYo) lascia il posto a Pasquale D’Alessandro, ex ormai direttore di Rai5. A favore dell’avvicendamento si sarebbero espressi, il presidente Paolo Garimberti, Guglielmo Rositani, Giovanna Bianchi Clerici, Alessio Gorla e Giorgio Van Straten. Non avrebbero votato alla riunione del Consiglio d’amministrazione, tenutosi stamattina a Viale Mazzini, Rizzo Nervo, Rodolfo De Laurentiis e Antonio Verro.

Categorie Rai

Rai: Mineo fuori da RaiNews, Gorla vuole negoziare con Santoro, Susanna Petruni sostituta di Liofredi su Raidue?

Intervistato da Klaus Davi, conduttore di Klauscondicio su Youtube, Alessio Gorla, consigliere d’amministrazione della Rai, ha rivelato che il direttore generale Masi, è sicuro di poter negoziare un addio consensuale di Michele Santoro, rilegandolo a consulente esterno di futuri programmi d’approfondimento politico (Fonte Adnkronos)

Sinceramente non so come stanno esattamente le cose e a che punto e’ la trattativa. Il direttore generale e’ convinto di poter negoziare con Santoro una soluzione consensuale del rapporto, che puo’ voler dire che rimane in Rai non facendo piu’ Anno Zero o che esce dalla Rai per fare altre cose con un contratto di consulenza. Ho visto che nel palinsesto e’ stato indicato che X Factor va in onda il giovedi’. Proprio il giorno in cui c’era Anno Zero.

Rai, stop alle scollature

La Rai boccia le scollature vertiginose e profonde e proclama una nuova ideologia basata sulla sobrietà. Mamma Rai, ha deciso di fare guerra alle scollature ogni giorno più esagerate, ma la battaglia per l’eliminazione dei seni e cosce al vento sarà dura, ma non per qusto inattuabile.

Verranno aboliti gossip, urletti sguagliati, scollature, spacchi e comportamenti maliziosi, insomma verranno cambiati totalmente tutti i programmi della Rai! Dal consiglio Rai sono state attaccate duramente anche conduttrici come Mara Venier, Simona Ventura e Manica Setta, sempre super scollate e quindi esagerate per la nuova immagine della Rai.

L’idea del cambiamento è arrivata direttamente dal Consiglio di Amministrazione Rai composto da Alessio Gorla e Antonio Verro, che hanno optato per un cambiamento non solo nel vestiario, ma anche nei contenuti, che negli ultimi anni erano andati più verso il gossip e pettegolezzo, che verso una direzione più culturale. In questa nuova dinastia, ci saranno più preti in tv e meno tette, ma fino a che punto vogliono andare in Rai?

Il Tg1 in debito d’audience, di chi è la colpa?


L’imponderabile si tramuta in reale: nei primi giorni di luglio il temibile avversario, leggi TG5, ha morso più volte ai polpacci provocando la caduta non di un telegiornale qualsiasi ma del “Tg” per antonomasia, quello delle 20 sull’ammiraglia Rai. Per i detrattori è colpa della gestione Minzolini reo di dare troppo spazio alle virtù piuttosto che ai difetti della Presidenza del Consiglio e del suo seguito, mentre gli indulgenti giustificano la flessione con la risintonizzazione dei primo canale Rai in diverse regioni italiane, a cui va ad aggiungersi la scelta per noi scellerata di Raiuno che forse mai come quest’anno ha impostato il palinsesto estivo quasi esclusivamente su repliche che ne hanno compromesso l’audience, a parte rare eccezioni fra cui quel Reazione a Catena gioco condotto da Pupo alle 19 che naviga in buone acque e destino vuole debba fungere da traino proprio al Tg1.

Il presidente Rai, Paolo Garimberti ha detto che il calo degli ascolti del Tg1: “è un tema di cui ci stiamo interrogando e un po’ di preoccupazione c’è” a lui fa eco il comitato di redazione:“Il calo degli ascolti del Tg1 è preoccupante e su questo abbiamo voluto richiamare l’attenzione dell’azienda nell’incontro di oggi (8 luglio), assieme al segretario dell’Usigrai, con il responsabile delle Relazioni Sindacali dott. Luigi Meloni”. Per Alessio Gorla del cda Rai l’erosione “è cominciata molto prima, quando il direttore era Gianni Riotta“.

Garimberti oggi Presidente Rai, Petruccioli saluta tutti via mail

Oggi, alle 18.30, è il giorno prestabilito per l’ufficializzazione del nuovo Presidente della Rai Paolo Garimberti e del nuovo Cda (Giovanna Bianchi Clerici, Rodolfo De Laurentiis, Alessio Gorla, Nino Rizzo Nervo, Guglielmo Rositani, Giorgio Van Straten, Antonio Verro, Angelo Maria Petroni e Paolo Garimberti).

Questa volta dovrebbe essere quella buona, dato che il nome proposto dall’opposizione è stato benedetto da Silvio Berlusconi che ha definito Garimberti una persona perbene e di buon senso, e dato che il Presidente uscente, Claudio Petruccioli, ha inviato una mail per ringraziare tutti i colleghi.

Nella lettera Petruccioli dice: