Outsourced, da questa sera su Joi

di Benedetta Guerra Commenta

Direttamente su Joi, alle ore 21.10 arriva in anteprima assoluta la sit-com Outsourced, composta da 22 episodi, ispirata all’omonimo film del 2006 diretto da John Jeffcoat e co-prodotta dalla Universal Media Studios e da Cahoots Productions per il network NBC.

Il titolo viene dalla parola outsourcing un termine economico inglese che significa “delocalizzazione”, ossia avviene quando le aziende trasferiscono un settore della propria struttura all’estero, in paesi dove il costo del lavoro è più basso.

Il titolo “Outsourced”, si riferisce al protagonista Todd Dempsey (Ben Rappaport) che viene trasferito in India per lavoro, una misteriosa terra in cui dovrà confrontarsi con usi e costumi differenti da quelli occidentali.

Todd è il nuovo manager della Mid America Novelties, un’ azienda che produce gadget bizzarri, ma visto gli alti costi, la compagnia decide di spostare il call center in India e farlo gestire in outsourcing da un’azienda a Mumbai. Ecco che il protagonista viene trasferito in terra straniera con il compito di “fare da tutor” ai giovani indiani e sensibilizzarli sul tipo di prodotti.

Nonostante il compito assegnatogli sia semplice, il povero Todd si trova subito in difficoltà, e se da una parte deve istruire i nuovi dipendenti, insegnando loro le procedure di lavoro e la way of life americana, dall’altra deve accettare la realtà e stare attento con gli usi e i costumi di una cultura completamente differente dalla sua. Il cast si completa con Rizwan Manji (Rajiv Gidwani), Sacha Dhawan (Manmeet), Rebecca Hazlewood (Asha), Parvesh Cheena (Gupta), Anisha Nagarajan (Madhuri), Diedrich Bader (Charlie Davies) e Pippa Black (Tony a).

La serie nonostante sia ambientata in India, è stata girata completamente in America, nei Redford Studio City, a Los Angeles in California.

La critica non è stata molto gentile con la serie, definendola spesso e volentieri razzista, offensiva di cattivo gusto, ignorante e noiosa, mentre in altri “pochi” casi è stata definita esilerante, divenrtente, accattivante e per nulla offensiva … lascio a voi una critica sulla serie, ma solo dopo averla vista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>