Per una Notte d’Amore: la vendetta del Finale Fantasma

di Redazione 8

Dite la verità, e gettate la maschera , o voi segreti amanti delle fiction italiane. Perchè la mancata percezione delle scene finali di Per una Notte d’Amore vi ha colto in fallo tutti, e quando dico tutti, intendo dire tutti. Me compreso, anche se io il finale l’ho visto, bello chiaro, su Rai1.

Ma sono rimasto sinceramente colpito dall’esplosione di umana e sincera solidarietà, tanto da correre in soccorso delle anime che come querule foglie galleggiano nel mare d’ansia dell’inconsapevolezza.

Senza ombra di dubbio Per una Notte d’Amore finisce, e chiunque di voi avrebbe potuto scommetterci l’anima. Una consistente parte di cotali scommettitori avrebbe potuto scommettere a questo punto il corpo sull’entità stessa del finale, sulla sorte dei piatti protagonisti della fiction.


Un’ulteriore percentuale di questi ultimi potrebbe anche arrivare a giurare di non essere minimamente interessata al finale, e di averlo guardato solo per assenza di altro – per esclusione, come si dice – : guardatevi nell’animo! siete stati presi in contropiede come non mai da questo spaventoso finale fantasma!

Ebbene si, ci sono stati dei problemi, e qualcuno ha visto, qualcuno no. Internet ha cominciato a macchiarsi di incettive e di minacce di denuncia da parte di voi poveri usurpati del meritato finale della serie. Sembra quasi fatto apposta.

Ebbene dopo questi arzigogoli verbali sarò breve. La bella (Vanessa Hessler ) viene ricattata dall’orrendo patrigno molestatore, che chiede un montepremi – scusate – un riscatto di 300000 euro. Si ha l’impressione che la super bellissima infelice ceda al ricatto dell’odiato patrigno.

Ma… colpo di scena! Georgia estrae un arma da fuoco, e catalizza tutta la sua rabbia, presente e passata, sul freddo metallo di un grilletto in tensione. La temperatura si alza, perchè la Hessler risulta credibile nella sua volontà omicida.

Del resto c’è da capirla, con tutto quello che ha passato. Tuttavia sappiamo bene che l’omicidio non è considerato esattamente “politically correct”, e lo sa bene anche il viscido patrigno, che le prospetta la prigione in caso di pressione del grilletto dell’arma.

La tensione continua a salire, ma ecco che il deus ex machina, nella forma del dormiente Alessio (Roberto Farnesi), che all’improvviso si sveglia, risolve la situazione. Si rende conto che sono sparite sia Georgia che l’auto, di cui la ragazza si è impossessata per raggiungere il patrigno.

Alessio quindi avvisa la polizia, e l’auto viene rintracciata con successo tramite l’antifurto satellitare. Appena in tempo la cavalleria riesce a scongiurare la tragedia, nessuno ne esce ferito o menomato in qualche sua parte e la polizia si impossessa del patrigno, che finisce dritto in gattabuia.

Giorgia e Alessio hanno ancora qualcosa da dirsi, ma, come succede nei film, ma soprattutto nelle fiction, esplode irreparabilmente l’amore, un bacio appassionato e vissero tutti felici e contenti. Un pò alla faccia del povero Niccolò .

Commenti (8)

  1. In parte mi trovo in accordo con quanto citato.
    Il finale della mini serie “Per una notte d’amore” mi ha lasciato un amaro in bocca.
    Potrà sembrare stupido, ma non immaginae quanto sono rimasta delusa per il niccolò.
    Non una amante spassionata delle mini serie dove c’è la trama sentimentale, però a primo impatto ero rimasta colpito del personaggio di niccolò( sopratutto perchè era veramente ma veramente figo….peccato sia morto in cinque minuti).
    Nella primo puntata la trama mi teneva incollata alla tv, ( georgia sembrava veramente innnamorata di suo figlio e del povero niccolò), sembrava veramente molto vicina nella realtà.
    invece nella seconda tutto faceva parte delle classsici film con il solito deludente finale.
    Dico un ultima battuta che fa un pò ridere, ma se lei non volevo niccolò me lo prendevo veramente io…

  2. Si sono d’accordo, la dipartita del povero Niccolò è una frenata brusca, e io l’ho vissuta come un pretesto violento per l’incipit della vicenda. Penso che il finale sia una sorta di obbligato, stiamo parlando di fiction sentimentale e televisione 🙂

  3. hai ragione è stato l’input per creare la storia.
    ma questo finale non si avvicina minimamente alla realtà.
    i sogni son desideri.
    cmq grande mirko batoni che in cinque minuti ha colto altezzione mi molte persone,

  4. spero che rai1 dia al più la replica della 2°puntata dal momento che siamo in tanti che non abbiamo visto come finisce!

  5. mi spiace marika ma non sono del tuo stesso parere.Menomale che è morto Niccolò perchè l'”attore” recitava da cani,(il peggiore)infatti dopo la sua scomparsa ,hanno iniziato a recitare gli altri veri attori e allora la musica è cambiata,come del resto gli ascolti .Quanto al figo,con tutto il rispetto, Farnesi è un’altro pianetaaaaaaaa altro che batoni con l’occhiolino strabico, fisico mignon e la bazza(mento a pellicano) come braccio di ferro :).Cmq gran bella fiction,spero in un sequel.

  6. Il mondo è bello perchè è vario. Se non ti piace com attore Amen, ma non c’è bisogno di offedere nessuno.
    In quanto a Farnesi, io non ho mai detto niente ne per svolge il suo lavoro d’attore ne per la sua bellezza (infatti non sono cieca).Credi a ciò che vuoi ma a me Batoni piace punto e basta senza tanti aggg. da bambino dietro.
    Spero non ti offenderai per la mia sincertà.

  7. Ciao marika, io non ho offeso nessuno,ho detto solo la verità su batoni,(occhi strabici,mento troppo sporgente e statura non elevata)mica è colpa mia se è fatto così,e recitare da cani non è un offesa,ma è una critica che nel caso di batoni purtroppo è un dato di fatto.Sono pagati profumatamente per queste performance e devono rispondere alla critica,anche a quella del pubblico non credi? Vedendo e sentendo in giro nn sono la sola a pensare queste cose sul povero batoni e non sono solo opinioni di comuni mortali come credo me e te, ma di gente del settore, poi come dici te il mondo è bello perchè vario e batoni può recitare a vita,se poi un giorno vincerà dei premi come miglior attore protagonista sarò ben lieta di ricredermi ma ho qualche serio dubbio a riguardo 🙂 .Per me lui è carino se sta a bocca chiusa e non parla,magari come testimonial di qualcosa,insomma se lo prendi e lo metti lì zitto.L’attore è un’altra cosa,se vedi per esempio nella stessa fiction l’altro co-protagonista Peppino Marzotta(che interpreta il figlio di Annibale)come recitazione è ad un livello di gran lunga superiore se pensi che poi nn è nemmeno toscano ma calabrese, aumenta il valore della sua recitazione no?.Farnesi non è Al Pacino per carità,ma oltre alla presenza( e che presenza :)))si puo ascoltare ed ha personalità ed espressività cosa che batoni secondo me e secondo tanti, non ha. Adoro la sincerità quindi non mi offendo assolutamente riguardo al tuo giudizio,penso che ognuno abbia il diritto di esprimere il suo,positivo o negativo che sia,fino a prova contraria siamo in democrazia.

  8. La risposta di Desy mi sembra significativa e piuttosto esplicativa. Dicialmo che la trovo equilibrata, e che mi piacerebbe sentire altre voci in merito.
    E’ la vecchia questione relativa al giudizio sulla qualità, che mi ha sempre affascinato. E’ realmente bello ciò che piace?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>