L’isola dei segreti, riassunto quarta puntata

di Monia Gelfo 2

Ieri sera è andata in onda la quarta puntata de L’isola dei segreti. Sulla barca che sta andando a fuoco Peter (Ricky Tognazzi) perde la vita, mentre Vasco Brandi (Adriano Giannini) riesce a buttarsi. Maria (Romina Mondello) è alla sua ricerca e riesce a salvarlo con l’elicottero. Maria gli confessa della morte di Peter. I due cercano di sapere qualcosa di più attraverso il suo compagno di cella (Tony Sperandeo). L’uomo ha appreso della morte di Peter e crede che l’abbiano ucciso i Savelli e che la sconosciuta di cui si parla era Maria, la donna amata da Peter.

Giovanna (Giovanna Ralli)  parla con Arturo (Ivo Garrani) di Maria, il quale la minaccia di rivelare il suo segreto e la esorta a non fare indagare la figlia insieme al Commissario Brandi. Giovanna non ci sta e lo manda via in maniera non molto benevola. Saro vuole andare via perchè sta per essere scoperto da Maria e dal commissario Brandi, ma il padre lo esorta a resistere. Per la scomparsa di Ginevra (Tosca D’Aquino), il padre esorta ad indagare Saro (Franco Sciacca), perchè i Turrisi (a suo parere) sono implicati nella vicenda.

Viene ritrovato il cadavere di Ginevra. Per questo motivo viene interrogato Saro, che dice di non saperne nulla. In Maria affiorano dei ricordi. Giovanna esorta quest’ultima ad andare via dall’isola, ma di fronte al suo rifiuto, decide di accettare la proposta di Arturo che vuole comprare l’agriturismo.

Maria non riesce a contattare Vasco, il quale continua a sorvegliare  Saro e Arturo Turrisi. I due si incontrano di sera e Vasco le confessa che se non riesce a trovare la pista, ha  intenzione di lasciare il caso. Tra i due scoppia la passione e decidono di passare la notte insieme. Mentre Vasco va a comprare le cassatine per Maria, ritorna il suo storico fidanzato Cristiano (Salvatore Lazzaro). Maria non è felice di vederlo e gli rimprovera di non essersi fatto sentire e di averlo creduto morto.

Maria chiede a Cristiano cosa sia successo quella notte in cui è stata trovata morta una sconosciuta, ed il ragazzo risponde  che era naufragata una barca, ma ricorda anche di aver avuto paura e di essere andato via. Vasco, ritornando dal bar, li rivede insieme e decide di andare via e di cambiare pensione. Ha poi un confronto diretto con Maria, in cui la esorta a scegliere tra lui ed il suo fidanzato.

Vasco, continuando le indagini, si accorge che Stefano Pistolesi (Giovanni Esposito) ha manomesso un filmato e va  a perquisire la sua abitazione insieme a Maria.  La donna si accorge che Stefano è nascosto dietro lo specchio in una stanza segreta. C’ è una collutazione in cui sembra che Stefano abbia la meglio, prendendo in ostaggio Maria, ma alla fine Vasco riesce a catturarlo. I due lo interrogano, e l’uomo confessa di aver ucciso Ginevra (Tosca D’Aquino), Luigi (Enrico Lo Verso), Guido (Domenico Centamore) e Nicola (Tommaso Ramenghi), ma non è lui il burattinaio che tira i fili. Mentre Maria e Vasco vengono distratti, Stefano viene ucciso con un’iniezione di veleni.

Maria si decide a lasciare una volta per tutte Cristiano. Sul letto d’ospedale si risveglia Beniamino (Manilio Dovì), che chiede di parlare con Maria. In compagnia di Vasco, sopraggiunge la donna. Beniamino inizia a raccontare di quella notte in cui è stata trovata morte la sconosciuta di Korè. Anche Ruggero, figlio di Arturo, che si pensava fosse morto, incontra Sarn con sua grande sorpresa e chiede al fratello cosa sia accaduto veramente quella notte.

La storia è andatain questo modo:  Ginevra, Luigi, Nicola, Saro e Beniamino si trovavavano a giocare vicino al faro, che quella sera non aveva le luci. Ginevra ha avuto l’idea di accendere le luci per gioco e lì era naufragata una barca. C’era qualcuno che chiedeva aiuto e Ginevra e Luigi erano accorsi per aiutarli. Nel frattempo, Saro, era entrato dentro una grotta ed era stato chiamato da una donna che chiedeva il suo aiuto, ma poichè era un bambino impaurito, aveva più volte colpito alla testa la donna pensando di averla uccisa. In realtà la donna non era morta, ma era stata sgozzata in seguito da una persona che poi si rivelerà essere il padre Arturo. Ruggero e Saro sono amareggiati, soprattutto perchè quella donna era Maria, la moglie di Ruggero. Saro ricorda anche il pianto di un bambino, che era stato affidato dalla donna a Beniamino, insieme ad un ciondolo di corallo. Arturo si toglie la vita per quello che ha fatto e Ruggero va alla ricerca di questo figlio. Maria si rende conto che quel bambino di cui si parla è proprio lei.

Saro viene interrogato da Vasco e gli confessa che quello che si credeva Peter O’ Hara, in realtà è suo fratello Ruggero, mentre  Maria chiede spiegazioni alla madre che l’ha cresciuta. La donna ha solo il coraggio di dirle che la sconosciuta di Korè si chiamava Maria ed era sua madre. Si augura che lei non sappia mai chi è il suo vero padre.

Maria ha un confronto con Ruggero, che le rivela di essere il suo vero padre, e di essersi servito di Stefano Pistolesi per i suoi scopi, ma di essersi accorto troppo tardi che Stefano ne aveva fatto una questione di vendetta personale ed aveva ucciso chiunque esprimeva amore ed aveva uno scopo nella vita. E’ questo il motivo che lo ha spinto ad ucciderlo. Maria vorrebbe che il padre si costituisse, ma Ruggero non ne ha alcuna intenzione. In quel momento, arriva Vasco che cerca di bloccare Ruggero, il quale per sfuggirgli, decide di gettarsi in acqua e scomparire nuovamente.

I due vanno alla sua ricerca, ma non riescono a trovarlo. Terminato il caso, il commissario Brandi è in partenza per Roma, ma  non andrà da solo, perchè Maria è lì  per seguirlo e stare con lui.

Commenti (2)

  1. La sintesi è fatta molto bene però mi piacerebbe vedere il video della fine dell’ultima puntata dell’isola dei misteri perchè quando Maria e Vasco sono entrati nellagrotta per vedere se c’era Ruggero mi sono addormentata. Ho cercato dappertutto, su you tube, su wikipedia e su yaooooh ma non c’è nessun video!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>