Fiction Moana, Ilona Staller chiede 30 milioni di danni a Sky

di Diego Odello Commenta

Cicciolina

Ilona Staller, in arte Cicciolina, che mesi fa si era lamentata di non essere stata interpellata per la fiction Sky Moana, ora è passata alle vie legali e chiede 30 milioni di danni al gruppo satellitare per avere usato impropriamente il suo nome e non solo.

Luca di Carlo, l’avvocato della Staller, spiega (fonte Diva e Donna):

Abbiamo intrapreso un procedimento legale presso il tribunale di Roma. Facciamo causa perché c’è stato un utilizzo illegittimo del personaggio di Cicciolina, del nome e dell’immagine di Ilona Staller in relazione alla miniserie Moana. Tutto questo in assenza di autorizzazione e liberatorie da parte della Staller, che ha il diritto esclusivo sul personaggio da lei inventato e registrato presso l’Ufficio italiano brevetti.

Dei trenta milioni di euro una parte coprirebbero la violazione dei diritti di copyright dei libri autobiografici Memorie e Per Amore e per forza di Ilona con conseguenze sul film che la Staller sta realizzando sulla sua vita.

Quale futuro per la fiction? Se la Staller vincesse la causa Sky sarebbe costretta a pagare o addirittura a sospendere la trasmissione della fiction, prevista per dicembre, cancellando le parti che contengono il personaggio di Cicciolina, rendendo l’opera inutilizzabile. La strada più probabile è il patteggiamento.

Rispondi