Atelier Fontana foto conferenza stampa

di Diego Odello 2

Foto: AP/LaPresse

Domani sera e lunedì su Raiuno andrà in onda Atelier Fontana (precedentemente intitolato Le sorelle Fontana), la fiction dedicata alle tre sorelle della moda, Giovanna, Micol e Zoe, capaci di partire da un paesino emiliano, Traversetolo, per arrivare a conquistare il mondo della moda.

Ieri si è tenuta la conferenza stampa alla quale hanno partecipato il direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce, la produttrice Matilde Bernabei, il regista Riccardo Milani e parte del cast tra cui Alessandra Mastronardi, Anna Valle, Federica De Cola, Massimo De Santis, Marco Bocci, Anna Bonaiuto, Massimo Werthmuller e Piera Degli Esposti.

Dopo il salto potete leggere le principali dichiarazioni e vedere una ricca galleria fotografica dell’incontro con i giornalisti.

Dopo il successo delle mie amate mini serie volevamo proporre una storia di uno spaccato sociale a cavallo fra le due guerre fino al boom economico, una storia vera come testimonia la partecipazione della famiglia. (Fabrizio Del Noce)

Ho realizzato un desiderio che mi aveva espresso Micol, da quando creò, insieme alle sue sorelle, il mio abito da sposa. Mi diceva sempre ‘Fai un film su di noi’ e alla fine lo abbiamo fatto. (Matilde Bernabei)

In un momento storico difficile, raccontiamo il sogno di queste sorelle che si sono consumate le mani a forza di cucire abiti (Luca Bernabei). L’obiettivo era raccontare con rispetto una storia italiana, di un’Italia magari analfabeta ma educata e rispettosa del lavoro. (Riccardo Milani)

È la storia di tre donne arrivate al successo con modestia e Spero che siamo riuscite un po’ a far passare questo messaggio anche alle nuove generazioni: arrivare con forza a realizzare i propri sogni. Loro si sono sempre rialzate dai grandi dolori, anche dalle molte sofferenze lavorative. E ce l’hanno fatta. Sono tre donne indispensabili l’una all’altra, tre di un unico nucleo. (Alessandra Mastronardi)

Tre donne completamente diverse tra loro. Litigavano spessissimo tra di loro, perché ognuna di loro aveva le proprie idee, ma il frutto delle loro riappacificazioni è quello che è arrivato a noi, lasciandosi influenzare dalla moda francese prima, e poi lasciandosela alle spalle per trovare la loro identità e creare la loro moda, che oggi dà i dettami della moda moderna. (Anna Valle)

Commenti (2)

  1. Un film molto piacevole da guardare, questa sera la seconda puntata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>