A fari spenti nella notte su Raiuno

di Redazione Commenta

Debutta, stasera alle 21.10 su Raiuno, A fari spenti nella notte, un film tv prodotto da Rai Fiction con la collaborazione di Ocean Productions con Guido Caprino, Anita Caprioli e Francesca Inaudi per la regia di Anna Negri. La sceneggiatura è di Giovanna Koch e Fabrizia Midulla con Umberto Mattone e Alessandra Murri che firmano anche il soggetto.

Dopo essere caduto dalla moto e aver battuto la testa, Stefano (Guido Caprino) non ricorda più nulla del suo passato, neanche il volto di sua madre, neanche quello della bellissima Antonia (Francesca Inaudi), una misteriosa tossicomane, che non si allontana dal suo capezzale e gli assicura di essere sua moglie. Eppure Stefano non prova nulla per lei. Si sente attratto invece da Chiara (Anita Caprioli), una giovane e brillante neurologa, che si prende cura di lui in ospedale: è l’unica di cui si fida. E ne ha motivo: con Chiara, prima dell’incidente ha vissuto un weekend appassionato e romantico, alla fine del quale hanno giurato di non lasciarsi più. Ma lui non lo ricorda e lei ha appena scoperto che Stefano ha una moglie e si sente ingannata.

Perché Antonia si comporta in un modo strano e vuole che il marito non recuperi la memoria e resti per sempre su una sedia a rotelle? Lo odia? Lo vuole forse uccidere? E perché Stefano a un certo punto ha smesso di guarire? Chiara rompe gli indugi e rivela a Stefano che si sono amati. Antonia se ne accorge e li separa e quando Chiara chiede aiuto ad un amico poliziotto, Stefano peggiora e tutto sembra precipitare verso una tragedia annunciata. Ma l’amore è più forte: Stefano e Chiara continueranno a lottare e riusciranno a scoprire il piano di Antonia. Non tutto però e’risolto, c’è ancora l’inspiegabile blocco che impedisce a Stefano di guarire, di ricordare… Per spiegarlo e superarlo, Stefano e Chiara dovranno affrontare un lungo e intenso viaggio nel passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>