Ascolti TV sabato 1 ottobre 2011: C’è posta per te vince la serata grazie a 4.700.000 spettatori

di Fabio Morasca Commenta

Primo sabato di ottobre e terza sfida stagionale per Maria De Filippi e Antonella Clerici per il prestigioso confronto del sabato sera. La De Filippi si conferma nuovamente regina del sabato autunnale portandosi a casa un’altra vittoria e allungando ulteriormente sulla rivale: 4.713.000 spettatori, pari ad uno share del 23,39%. hanno visto la puntata di ieri di C’è posta per te, in onda su Canale 5. Ti lascio una canzone, invece, in onda su Rai 1, ottiene il medesimo risultato di sette giorni fa, buono ma non sufficiente per impensierire la rivale: 4.267.000 spettatori, con uno share pari al 19,77%.

Per quanto riguarda il confronto tra le reti cadette, la scelta di Italia 1 di dedicare il sabato sera a tutta la famiglia con pellicole ad hoc si rivela vincente: il film Nanny Mcphee – Tata Matilda è stato visto da 2.249.000 spettatori, pari ad uno share del 9,49%. La seconda rete di Stato tiene il passo con Castle che con l’episodio intitolato Viaggio nel tempo totalizza 2.219.000 spettatori, con uno share dell’8,98%. ma perde terreno con The good wife che con l’episodio intitolato Il candidato non va oltre 1.627.000 spettatori, con uno share del 6,80%.

Su Rai 3, invece, lo speciale di Superquark ha nuovamente la meglio sul competitor diretto: all’appuntamento di ieri con il programma di divulgazione si sono presentati 1.378.000 spettatori, pari ad uno share del 6,10%. Su Rete 4, invece, il film Derailed – Attrazione letale, racimola solo 1.058.000 spettatori, con uno share pari al 4,70% e non riesce ad impensierire il rivale. Su La7, infine, l’episodio de L’ispettore Barnaby, intitolato Un weekend rilassante, è stato scelto da 702.000 spettatori, pari ad uno share del 3,23%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>