Ascolti Tv martedì 6 settembre 2011: Italia – Slovenia vince la serata grazie a 7.500.000 spettatori

di Redazione Commenta

In attesa del sospirato ritorno del campionato di Serie A, i calciofili incalliti hanno potuto contare nuovamente sulle gesta della Nazionale che, vincendo 1 a 0 contro la Slovenia, ottiene il pass utile per partecipare ai prossimi europei. Ovviamente, il calcio, com’era ampiamente prevedibile, porta a Rai 1 il pieno di spettatori con la prima rete di Stato che vince la serata grazie a 7.483.000 spettatori, pari ad uno share del 30.41%. Canale 5 ha provato a contrattaccare con il film Come un uragano che si è dovuto accontentare comunque di 3.401.000 spettatori, con uno share pari al 15.18%.

Le reti cadette, invece, hanno scelto di confrontarsi su due campi diversi: il cinema d’animazione e la miniserie tv. Un bel cartoon è ciò che è stato scelto da Rai 2 che però non è bastato per vincere lo scontro diretto con Italia 1. Questo è il risultato ottenuto da Cars – Motori ruggenti: 1.816.000 spettatori, pari ad uno share del 7.61%. Italia 1, invece, si è affidata al film tv El Dorado – La città perduta che è stato scelto da 1.879.000 spettatori, con uno share pari al 10.88%.

Ancora circo per quanto riguarda la terza rete di Stato: la puntata di ieri di Estate al circo non ha permesso a Rai 3 di vincere il confronto diretto con Rete 4, visto che ha ottenuto 1.582.000 spettatori, pari ad uno share del 6.64%. La terza rete Mediaset, invece, con la riproposizione de I delitti del cuoco fa un passo più avanti, conquistando 1.774.000 spettatori (share 7.1%) per l’episodio intitolato Morte dannunziana 1.691.000 spettatori (share 8.78%) per l’episodio intitolato Il rapimento di Apicella e 1.207.000 spettatori (share 13,48%) per l’episodio intitolato Il tesoro della regina. Su La7, infine, soliti 3 episodi di Crossing Jordan, intitolati Notizie pronte per la stampa, Svelato e Amori particolari visti rispettivamente da 720.000 (share 2,90%), 756.000 (share 3,45%) e 664.000 spettatori (share 4,68%).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>