Ascolti Tv lunedì 19 luglio 2010: Un medico in famiglia vince la serata con più di 3 milioni di spettatori

di Redazione 1

Rai1 dimostra di aver saputo pescare bene dai propri archivi in vista della stagione estiva, visto l’interesse immutato del pubblico verso le repliche delle proprie fiction. La riproposizione di Un medico in famiglia, con Giulio Scarpati e Lino Banfi, visto da 3.266.000 spettatori (share 16,53%) per il primo episodio, Fiocco rosa o azzurro?, e 3.159.000 spettatori (share 18,27%) per il secondo episodio, Tutti lo chiamano nonno, ha la meglio su La ragazza del lago e di conseguenza si aggiudica la serata televisiva. La prima visione del pluripremiato film di Andrea Molaioli, con Toni Servillo, non è stata sufficiente per Canale5, anche se la pellicola è dietro solo di poco grazie all’interesse di  2.888.000 spettatori, con uno share pari al 15,73%.

La serie cult Lost non è evidentemente così cult per gli spettatori di Rai2. Soltanto una media di 1.386.000 spettatori (share 7,61%) per il settimo, ottavo e nono episodio della sesta stagione. In ottima forma, invece, è Wild Oltrenatura che, grazie anche alla presenza di Fiammetta Cicogna, raggiunge un altro eccellente risultato: 2.405.000 spettatori, con uno share del 14,22%.

Rai3 e Rete4 si sfidano sullo stesso campo, con personaggi e stili differenti: il crime-action Flashpoint ha permesso alla terza rete di Stato di raggranellare 1.383.000 spettatori (share 6,99%) per il primo episodio, La rapina, e 1.525.000 spettatori (share 7,86%) per il secondo episodio, Gentili clienti attenzione. L’esperienza e l’austerità de Il Commissario Navarro, in onda su Rete4, hanno la meglio ottenendo 1.586.000 telespettatori, pari a uno share del 8,52%, grazie all’episodio In fin di vita. Tra crimini e investigazioni, un bel film italiano d’annata ci stava d’incanto: Il generale Della Rovere, di Roberto Rossellini, con Vittorio De Sica ha permesso a La7 di registrare ben 726.000 spettatori, con uno share del 4,24%.

Dall’Ufficio Stampa Rai:

La fiction di Rai1 “Un medico in famiglia” ha stravinto il prime time di ieri, lunedì 19 luglio, avendo ottenuto nel primo episodio 3 milioni 266 mila spettatori e uno share del 16.52 e nel secondo 3 milioni 159 mila e il 18.27. Su Rai2 il telefilm “Lost” ha realizzato 1 milione 386 mila spettatori e uno share del 7.61. Su Raitre il doppio appuntamento con il telefilm “Flashpoint” ha fatto registrare nel primo episodio 1 milione 383 mila spettatori e uno share del 6.99 e nel secondo 1 milione 525 mila con il 7.85. In seconda serata il programma di Bruno Vespa “Porta a porta estate” ha vinto la fascia oraria con 1 milione 753 mila spettatori e uno share del 21.35. Nel preserale si conferma vincente il programma di Rai1 “Reazione a catena” sia nell’Intesa con 2 milioni 700 mila spettatori e uno share del 27.74, che nel Gioco finale con 4 milioni 9 mila e il 30.75. Da segnalare nel pomeriggio di Raitre la tappa del “Tour de France” con 1 milione 150 mila spettatori e uno share del 12.85.

Dall’Ufficio Stampa Mediaset:

Su Canale 5, “Velone” è il programma leader dell’access prime time sul pubblico totale con 3.880.0000 telespettatori totali e una share del 18.87% sul target commerciale. A seguire, il film in prima tv “La ragazza del lago” è stato visto da 2.888.000 telespettatori totali (16.02% di share sul target commerciale). Su Italia 1, in prima serata, ottimi ascolti per “Wild – Oltrenatura” che cresce, fa record e raggiunge 2.405.000 telespettatori totali con il 15.96% di share sul pubblico attivo. A seguire, bene la serie “Chuck” che, nel primo episodio, ha ottenuto il 14.10% di share sul pubblico attivo (854.000 telespettatori totali) e, nel secondo episodio, una share del 18.51% (582.000 telespettatori totali). Su Retequattro, in prima serata, la serie tv il “Commissario Navarro” è vista da 1.586.000 telespettatori totali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>