Squadra Antimafia Palermo oggi, riassunto della terza puntata

di Redazione 11

La terza puntata della mini serie TV Squadra Antimafia Palermo oggi, inizia con un colpo di scena: la macchina sulla quale viaggiano Rosi Abate (Giulia Michelini) e suo marito Salvatore, diretti all’aeroporto per tornare a New York, viene affiancata da un sicario in moto che spara un colpo. La macchina sbanda e si schianta nel muretto al lato della strada: Rosi se la cava con qualche graffio ma per Salvatore non c’è nulla da fare.

Il Vice Questore Claudia Mares (Simona Cavallari) accorre subito per calmare l’amica, ma Rosi sembra dare la colpa a Claudia, chiedendo insistentemente dove fosse quando lei aveva bisogno. Nel frattempo a Palermo un altro attentato insanguina la città: si tratta di Lorenzo Ciro, un latitante calabrese ucciso da una scarica di mitraglietta sempre da due sicari in motocicletta. In tasca al morto trovano una foto ed una scritta: mercoledì ore 15.30. Bisogna scoprire chi è la persona ritratta in foto.

A casa Abate intanto tutti sono in lutto: anche Claudia si reca a casa sua chiedendole perdono ma Rosi è troppo sconvolta per poter aiutare le indagini. Tra Claudia ed il Questore Ivan Di Meo (Claudio Gioè) sta nascendo qualcosa: la sera in cui Salvo è stato ucciso lei era a casa sua. Il soggetto della foto è Michelangelo Lo Bianco, professore universitario americano. Ma mancano ancora troppi elementi, troppe tessere del puzzle.

Giacomo Trapani, figlio di Totò detto il Principe ed amico della famiglia Abate, tornato a Palermo dall’America, forse è colui che tira i fili della faida tra le due famiglie: in aeroporto arriva Michelangelo Lo Bianco, che sale sulla macchina di Giacomo Trapani per dirigersi in una villetta a Mondello. Le indagini della squadra Duomo continuano: Viola (Silvia De Santis) analizza il palmare rinvenuto dagli Abate, che contiene delle importanti intercettazioni, mentre Alfiere (Ninni Bruschetta), Africa (Marco Leonardi) e Gigante (Lele Vannoli) seguono passo a passo gli spostamenti di Trapani.

Claudia e Gigante scoprono un carico di nave proveniente dall’America, contenente delle casse, apparentemente piene di arance: ma il profumo che emanano è di cloro e contengono fogli di alluminio per poter bruciare in fretta in caso di scoperta. Mentre stanno pensando al da farsi, entra un camion che carica le casse ed anche i due agenti: alla prima fermata riescono a fuggire e a salire sulla macchina condotta da Alfiere.

La Squadra indaga su Trapani: scoprono che da quando è a Palermo ha comprato un ingrosso di carne, ma Claudia è convinta che ci sia lui dietro alla faida e si reca da lui a parlargli, ma senza scoprire nulla di nuovo. Trapani sembra apparentemente pulito ma la Squadra Duomo continua a tenerlo d’occhio.

Rosi si confida con il fratello Carmine, che medita desideri di vendetta: in carcere Vito (Luca Angeletti) e Nardo (Sergio Friscia) ricevono la visita della sorella Rosi, e Vito prima di essere portato via dagli agenti riesce a sussurrarle qualcosa all’orecchio. Claudia convoca Rosi per un riconoscimento ma la ragazza, sconvolta, non vuole collaborare. Claudia la scongiura di stare fuori da tutta questa faccenda.

Per cercare di incastrare Lo Bianco e scoprire qualcosa su di lui, chiedono a Viola di corteggiarlo e di uscire con lui quella sera stessa: grazie ad un microfono e rilevatore non sarà mai sola, ma la missione è comunque molto pericolosa. Rosi per depistare la Squadra si reca in un centro benessere per poi uscire di soppiatto da un’uscita secondaria e recarsi da Giacomo Trapani. Trapani dice di volerla aiutare, così come le ha sussurrato Nardo all’orecchio. Il piano pare funzionare : Lo Bianco non si accorge né del microfono né che Viola è un’agente e i due decidono di incontrarsi il giorno seguente per approfondire la conoscenza.

Quella sera Viola si recherà nuovamente da Lo Bianco per scoprire chi è realmente, dato che Claudia ha scoperto che l’identità che si è creato non corrisponde alla realtà. Ma allora chi è questo Lo Bianco e che legame ha con Giacomo Trapani? La serata tra Viola e Lo Bianco non prende una bella piega: l’uomo pare insospettirsi ma poi i due si baciano: la Squadra però non riesce a captare nessuna informazione utile alle indagini.

Gigante ed Africa scoprono delle fialette dopo una riunione di mafiosi: ci sono delle tracce di cocaina liquida, un processo molto complesso di lavorazione e raffinazione che a Palermo non si era mai visto. Ecco perché Lo Bianco è stato chiamato da Trapani, per realizzare questo procedimento ed abbattere i costi: Lo Bianco dice a Viola che non dovranno più rivedersi, per lei sarebbe pericoloso.

Trapani dice a Rosi che Don Michele Lopane (Beppe Lanzetta) ha convocato la Commissione, riunione di tutti gli esponenti delle famiglie più importanti di Palermo, il cui scopo è spazzare via da Palermo la famiglia Abate: Rosi vuole andare alla riunione insieme a Trapani. La Squadra segue le tracce di Lo Bianco, si sta scambiando delle coordinate telefoniche con altre due persone: Claudia capisce di cosa si tratta, Miki Lo Bianco in realtà è un agente infiltrato dell’FBI per indagare sul carico di cocaina.

Trapani riceve una chiamata con la quale viene avvertito che Lo Bianco è in realtà un agente infiltrato. Intanto durante la Commissione Lopane dice a Rosi che se ne devono andare per sempre da Palermo e che lui è estraneo all’uccisione di suo marito Salvo. Trapani vuole in controllo di tutto Palermo, ma Rosi inizia a fidarsi di lui. Intanto a casa di Trapani, Lo Bianco inizia a dare segni di cedimento e Viola per tranquillizzarlo lo incontra. Adesso Lo Bianco sa che anche Viola è un’agente, ma Trapani arriva all’improvviso e carica tutti su una macchina.

Lo Bianco sa fingere bene, gli uomini di Trapani non sembrano essersi accorti di nulla: ma Miki e Viola si devono salutare, lui le da una collana, un ricordo cui è molto legato, perché non sa cosa potrà accadere. Si recano tutti al porto, pronti a ricevere lo sbarco di cocaina: sulla barca intanto Miki Lo Bianco viene ucciso perché scoperto mentre telefonava a Viola per dare le coordinate sullo sbarco.

Per scoprire se la squadra riuscirà a fermare lo sbarco e catturare i boss, dobbiamo aspettare martedì prossimo ore 21.15 su Canale5, per una nuova puntata di Squadra Antimafia Palermo oggi.

Commenti (11)

  1. Articolo ben fatto, alcune precisazioni però…

    Mentre stanno pensando al da farsi, entra un camion che carica le casse ed anche i due agenti: alla prima fermata riescono a fuggire e a salire sulla macchina condotta da Alfiere. –> “IL CAMION NON CARICA I DUE AGENTI, I QUALI SI NASCONDONO, QUANDO CHIUDONO IL CARAGE, FUGGONO SALENDO SULLA MACCHINA GUIDATA DA ALFIERE”.

  2. Ah dimenticavo…

    La terza puntata della mini serie TV Squadra Antimafia Palermo oggi, inizia con un colpo di scena: la macchina sulla quale viaggiano Rosi Abate (Giulia Michelini) e suo marito Salvatore, diretti all’aeroporto per tornare a New York, viene affiancata da un sicario in moto che spara un colpo. La macchina sbanda e si schianta nel muretto al lato della strada: Rosi se la cava con qualche graffio ma per Salvatore non c’è nulla da fare. –> LA 3ª PUNTATA NON INIZIA COSI’, L’ATTENTATO AVVIENE ALLA FINE DELLA 2ª PUNTATA; INOLTRE IL COLPO SPARATO NON E’ UNO SOLO, BENSI’ DIVERSI.

    LE IMPRECISIONI ABBONDANO. FARE PIU’ ATTENZIONE, PROPRIO NO, EH? 😉

  3. @ Alessandro:
    Ci stiamo lavorando. Credo che la mia collega sia imprecisa perché segue la puntata e scrive alla fine il post (è appassionata del genere). Fortunatamente su due ore di serie ci sono poche imprecisioni che non intaccano il senso e poi ci sei tu che implementi… insomma un lavoro di squadra! 😉

    A parte gli scherzi: grazie per le correzioni. Stiamo cercando di migliorarci giorno per giorno perché siamo giovani e non nasciamo come narratori di fiction.

    Fortuna che il blog è un luogo partecipativo così i piccoli errori possono essere corretti (tra l’altro scrivi bene).

    Spero che Giulia riesca a scrivere ancora meglio la quarta puntata per farsi apprezzare da te.

    Grazie per le precisazioni!

  4. Grazie per le correzioni, ma preciso a mia volta che nelle prime due righe dei riassunti scrivo gli ultimissimi accadimenti della puntata precedente, proprio per permettere a chi legge di seguire meglio! inoltre “un colpo solo o più” non credo cambi il senso della vicenda. comunque grazie per seguirci con attenzione!

  5. Ciao Giulia, non mi permetterei mai di criticare il tuo ottimo lavoro, però magari se lo specifichi, chi ti legge capisce e segue meglio 🙂

    Sicura che il senso della vicenda non cambia? Xkè dare un’informazione errata? Con un solo colpo, forse si sarebbe anche potuto salvare; ma i colpi sono stati parecchi, doveva morire! Il senso della vicenda cambia!

    P.S. Nella 2ª puntata correggi Nicastro in Licastro ^_*

  6. @ Alessandro:
    mi piace molto Rosy e simpatica e de una belissima atrice invece Claudi e brutta ma e una brava detectiv e mi piace pure molto lamico del gigante

  7. in realta mi piace tutta la squadra e loa persona che mi piace di piu e Rosy e il marito vorrei avere l’autografo di tutti sopprattuto di Rosy e il marito io mi chiamo Sara e oh 12 annie so gia il mio film preferito (SQUADRA ANTIMAFIA).

  8. @ Alessandro:
    mi piace molto Rosy e simpatica e de una belissima atrice invece ClaudiA
    e brutta ma e una brava detectiv e mi piace pure molto lamico del gigante

  9. La fiction è stupenda!!!!!!!!adoro Rosy( per il modo in cui l’ hanno vestita stile anni 60, adoro quegli anni ) ma soprattutto Claudia, è affascinante ed è una grande attrice, mi piace molto!!!!!!!!!!! e che dire di Trapani????????????????????????????uhm un sogno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>