Prime Suspect su La7

di Redazione 1

A partire da domani, La7 propone in prima serata e per la prima volta in chiaro Prime Suspect, la serie tv prodotta dalla NBC con protagonista Maria Bello nei panni di una brillante e combattiva agente di polizia della squadra omicidi di New York che cerca di conquistarsi rispetto in un mondo dominato da uomini.

Lo show segue le vicende della detective Jane Timoney, interpretata da Maria Bello (E.R., A History of Violence, Duets), appena trasferita alla squadra omicidi del dipartimento di polizia di New York. Jane è una donna forte, scaltra, intuitiva e brillante nel suo lavoro; ma questo non basta per farla accettare dai suoi colleghi. Infatti, oltre ad affrontare le difficoltà comportate dall’essere un’investigatrice della divisione omicidi in una grande città come New York, Jane, essendo donna, è costretta anche a faticare per guadagnarsi rispetto sul luogo di lavoro, dominato da una impenetrabile cerchia di colleghi maschi. Per farsi accettare Jane dovrà fare molti sacrifici e avere un atteggiamento cinico e sprezzante, dimostrando ben presto di essere più in gamba dei suoi colleghi. Ad appoggiarla c’è solo il suo capo, il tenente Sweeney (interpretato da Aidan Quinn). E i problemi non mancano anche nella sua sfera privata, nella quale Jane deve affrontare l’ex moglie del suo compagno che si rifiuta di lasciare il figlio dal padre.

Remake made in USA del 2011 dell’omonima serie britannica, Maria Bello interpreta il ruolo che fu di Helen Mirren (premio Oscar nel 2007 per The Queen). La Bello, però, incarna una detective meno complessa e più fisica dell’originale. Il resto del cast, quasi totalmente maschile, comprende interpreti di rilievo come Aidan Queen nel ruolo del tenente Kevin Sweeney, e Kirk Acevedo (La sottile linea rossa, Il nuovo mondo, Fringe) nei panni di Luisito Calderon, collega di Jane.

Commenti (1)

  1. Una gran bella serie. Consigliata per chi è stanco di autopsie alla ricerca del microscopico pezzo di stoffa dalla particolare fattura che incastra il colpevole. Peccato che in USA non si stata rinnovata per una seconda stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>