Il Commissario Navarro: un cult poliziesco su Retequattro

di Enzo Mauri Commenta

Dopo il successo televisivo di serie poliziesche di chiara ispirazione francese come Il Commissario Cordier, Il Comandante Florent, Il giudice e il commissario e Julie Lescaut, anch’essa commissario di polizia, Retequattro sta affidando da qualche settimana la sorte del proprio palinsesto, in questo caso domenicale, al Commissario Navarro, serie già trasmessa dalla Rai, a cui viene dato il non facile compito di tenere lo spettatore incollato sulla stessa rete, dopo la tensione narrativa ispirata dall’ennesima ma comunque sempre affascinante replica di un episodio del tenente Colombo, unico e inossidabile.

Riuscirà l’82enne Roger Hanin alias Antoine Navarro, a centrare la difficile impresa? Solo i dati auditel di questa mattina ce lo potranno svelare, certo è che fino ad ora, la carta calata dalla cenerentola delle reti Mediaset si è rivelata vincente, grazie una buona media di gradimento. Con la proposizione di telefilm anche d’annata sul filone poliziesco investigativo si è riusciti ad intercettare i gusti di quell’ampia fetta di telespettatori, che ogni giorno seguono sul satellite il palinsesto di Fox Crime, non a caso uno dei canali più amati del bouquet di Sky.

Il Commissario Navarro, è una serie tv per certi versi sui generis, a metà strada tra il serial televisivo e il film tv considerata la durata di ciascun episodio di circa 90 minuti, contro i tradizionali 45 -50. La serie ideata da Tito Topin e Pierre Grimblat, si può definire un cult della programmazione televisiva francese, ed è la più longeva in Europa fra quelle con storie di 90 minuti. Venne trasmessa per la prima volta da TF1 nell’ottobre del 1989 mentre l’ultimo episodio è andato in onda nell’aprile del 2007 per un totale di 18 stagioni e 106 puntate.


La storia andato in onda ieri sera alle 21.30 dal titolo Un Bravo Poliziotto (Un Bon Flic) fa parte della decima stagione, quella del 1998, composta da tre sole puntate, mentre per la cronaca la più lunga è stata la terza stagione (1991) di 13 episodi. Dalla serie sono nati due spin-off Mademoiselle Navarro (2005) con protagonista Yolande (Emmanuelle Boidron) figlia del commissario e Brigade Navarro (2007) giunta alla sua seconda stagione, entrambe inedite in Italia.

Protagonista dicevamo il commissario della polizia di Parigi, Antoine Navarro, l’attore Roger Hanin che per la sua interpretazione ha ricevuto negli anni due Sept D’or, oscar televisivi francesi. Deciso ed implacabile Navarro viene assistito nelle indagini dagli ispettori Barrada (Sam Karmann) che lascia la serie nel 1995, Bain-Marie (Jacques Martial), René Auquelin (Christian Rauth), Joseph Blomet (Daniel Rialet ) Borelli (Jean-Claude Caron), Carole Maudiard (Marie Fugain), Boldec (Filip Nikolic), Paoli (Anthony Dupray) e dal commissario divisionale Maurice Waltz ( Maurice Vaudaux).

Durante la serie la figlia di Navarro, Yolande, va ad abitare con lui dopo la misteriosa scomparsa della madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>