The Mentalist da questa sera su Joi

Questa sera alle 21 su Joi comincerà una nuova avventura per tutti gli appassionati di investigazione, The Mentalist, la serie che negli stati uniti fa sedici milioni di spettatori a puntata (punte di 19 milioni) sulla rete CBS.

The Mentalist è un Police Drama creato da Bruno Heller, prodotto sempre da Heller, David Nutter, Warner Bros Television, CBS e Paramount Television.

La storia vede come protagonista Patrick Jane (Simon Baker) una persona con grandi doti, che riesce ad entrare nella mente delle persone, è una specie di Medium che aiuta gli investigatori della CBI (California Bureau of Investigation).

L’ideatore della serie, Heller dice che per la serie cercava una persona particolare:

qualcuno come Cary Grant, qualcuno che si muovesse e sembrasse grazioso perché la gente in realtà diffida delle persone troppo cerimoniose e serviva una caratteristica del genere: e Simon è ed ha tutte queste cose

Jane prima di far parte esternamente della polizia, era un medium che lavorava in televisione, ma smette a causa di una disgrazia nella sua famiglia: un serial killer, Red John (preso in giro da Jane in trasmissione), ne uccide tutti i componenti.

Heller parla del personaggio di Jane e dice:

continueremo a vederlo solare e felice:l’idea è di mostrare questi aspetti della sua personalità come un atto di eroismo. Egli ha deciso di vivere la vita felicemente nonostante il passato anche se non mancheremo di tratteggiare il suo lato oscuro, soprattutto negli episodi successivi ma non vogliamo che lo show diventi totalmente negativo. Red l’assassino ci sarà per tutta la serie, con un sacco di cose da scoprire perché Red John è parte integrante del lato oscuro di Patrick Jane

Jane oltre che un sensitivo è anche un detective che collabora, come detto pocanzi, con la polizia ed è circondato da tutti i compagni di squadra che lo guardano in maniera strana, poiché oltre ad essere un uomo dal carattere e dalle caratteristiche particolari, è anche leggermente aggressivo e pedante.

A capo della squadra c’è Teresa Lisbon (Robin Tunney),una donna forte, decisa ed attratta dallo strano personaggio di Jane, Grace Van Pelt (Amanda Rigetti) una giovane donna, incuriosita dal mondo dei medium e da Jane, ed infine Kimball Cho (Tim Kang) che appoggia sempre Jane e Wayne Rigsby (Owain Yeoman) attratto da Grace.

Una serie molto interessante, che mette da parte gli insegnamenti di serie madri come CSI basate su investigazione e parte scientifico medico e riporta in voga il vecchio e abbandonato intuito, quello che guidava personaggi come Starsky e Hutch o come Colombo.

Lascia un commento