Defying Gravity – Le Galassie del cuore su Fox Life

di Redazione 9

Da questa sera su Fox Life va in onda, in prima visione assoluta, Defying Gravity – Le Galassie del cuore, la fantascientifica serie di tredici episodi,  creata da James D. Parriott, prodotta dalla Impossible Pictures, Omni Film Productions, ProSieben, CTV e Fox Television Studios, trasmessa negli States dalla ABC ad agosto dello scorso anno.

La fiction, ambientata nel 2052, narra le avventure di otto astronauti, quattro uomini e quattro donne, provenienti da cinque nazioni differenti, che si imbarcano sulla stazione spaziale Antares, per prendere parte alla missione più ambiziosa mai realizzata, che li porta a viaggiare per lo spazio per sei anni, percorrendo otto miliardi di miglia. I componenti dell’equipaggio sono costantemente monitorati dalla Terra da telecamere in grado di riprendere i loro comportamenti e i loro stati d’animo.

Il team è guidato da due astronauti veterani, che hanno partecipato alla missione su Marte dieci anni prima (unici superstiti), ovvero Ted Shaw (Malik Yoba) e Maddux Donner (Ron Livingston). Gli altri sei membri, che sono alla loro prima esperienza e che sono stati selezionati dopo un addestramento di cinque anni (di cui verremo a conoscenza grazie a ripetuti flashback) sono: l’israeliano Evram Mintz (Eyal Podell), medico e psichiatra; la canadese Jen Crane (Christina Cox), biologa, sposata con Rollie Crane, ex di Ted Shaw; la tedesca Nadia Schilling (Florentine Lahme), pilota, amante di Maddux; la texana Morales Paula (Paula Garcés), pilota leader, documentarista; Steve Wassenfelder (Dylan Taylor), fisico teorico; Zoe Barnes (Laura Harris), geologa che ha avuto una relazione di una notte con Donner.

Il cast è completato da un gruppo attori che interpretano i personaggi che si trovano sulla Terra: Zahf Paro (Ajay Sharma), Maxim Roy (Claire Dereux), Andrew Airlie (Mike Goss), Ty Olsson (Rollie Crane), William C Vaughan (Arnel Poe), Peter Howitt (Trevor Williams).

Durante la missione il team dovrà fare i conti con pressioni psicologiche, l’influenza dei pianeti sulla loro memoria, ed entità misteriose che si palesano sull’Antares, il tutto mentre si intrecciano rapporti d’amicizia e nascono storie d’amore (senza poter, teoricamente, arrivare ad avere rapporti sessuali, grazie ad uno strumento a regolazione ormonale che inibisce l’attrazione fisica).

La serie, che ha alcune analogie con Grey’s Anatomy (i complicati e sempre in evoluzione intrecci amorosi, la voce narrante fuori campo, la musica che sottolinea i momenti più importanti della storia), è stata cancellata dopo la prima stagione a causa di ascolti non soddisfacenti.

Se cercate storie d’amore “spaziali”, mixate con scoperte, paure e qualche mistero, non perdetevi ogni martedì alle 21.55 su Fox Life Defying Gravity.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>