Ghost Whisperer – Presenze – Vedo la gente morta…

di Redazione Commenta

Ghost Whisperer – Presenze è una serie che riesce a suscitare un pò di paura. Lo dico perchè da questo particolare sono rimasto piacevolmente colpito. Ho incontrato Ghost Whisperer – Presenze per caso in tv diverso tempo fa, ed ho notato il modo in cui nella serie viene collegato un senso di volontaria inquietudine alle modalità comunicative dei defunti.

Ma, come si conviene, cominciamo da un quadro generale. Ghost Whisperer è costituito da ben quattro stagioni, tutte composte da 22 episodi tranne la terza, costituita da 18 episodi.

In Italia abbiamo visto la serie su Fox Life il mercoledì sera alle 21:00, mentre la prima stagione è stata trasmessa su Rai 2 a partire dal 28 giugno 2007 ogni giovedì alle 21:05 con due episodi settimanali.


La seconda serie è invece andata in onda a partire dal 4 Dicembre 2007, sempre su Rai 2, ogni martedì alle 21:05 con un episodio a settimana, mentre la terza stagione è stata proiettata dal 8 Febbraio 2008 Fox Life .

La nostra protagonista, in poche parole, vede gli spiriti dei morti. Si chiama Melinda Gordon (Jennifer Love Hewitt), e ha questo potere fin da quando era bambina, come ci fa sapere brevemente all’inizio della prima serie.

Gestisce un negozio di antiquariato assieme alla sua amica e socia Andrea Moreno (Aisha Tyler), sua grandissima e fedele amica, che è a parte del segreto dono di Melinda. Andrea ha lavorato a New York come avvocato, ma adesso collabora con Melinda, aiutandola sia sul lavoro, sia nelle vicende “extrasensoriali” in cui è di volta in volta implicata.

Vedere le anime dei morti non è cosa da prendere a cuor leggero, per questo Melinda cerca di ridurre l’ansia aiutando gli spiriti che incontra, specie quelli esplicitamente bisognosi di aiuto. In qualche modo infatti costoro non sono propriamente trapassati.

Esiste infatti una sorta di livello intermedio in cui rimangono le anime inquiete dei morti che per qualche motivo provano ancora sentimenti forti e contrastanti verso la vita e le cose terrene.

Ad aiutarla, oltre ad amiche forti e fondamentali come Andrea prima e a Delia Banks (Camryn Manheim) poi, Melinda ha accanto a sè il marito, Jim Clancy (David Conrad). Anch’egli, per ovvi motivi, conosce il potere di Melinda, e spesso rimane coinvolto più o meno indirettamente dagli effetti di questo.

Jim è un paramedico, che ha scelto tale professione in base a un trauma: egli ha infatti perso improvvisamente il fratello minore quando erano bambini. E’ un marito premuroso, ed è abbastanza preoccupato per le conseguenze che le doti di Melinda possono arrecare loro.

Da buona protagonista, Melinda ha anche un antagonista: un’anima misteriosa, dall’atteggiamento osteggiante e tetro, che cerca di mettere i bastoni tra le ruote a Melinda, impedendo alle anime di trapassare nel vero e proprio al di là e quindi di trovare la pace.

Le avventure di Melinda sono appassionanti ed il dramma di questo dono è raccontato con una forte attrattiva. Nel corso delle puntate, durante lo “scioglimento” dei nodi delle vicende, si ha l’occasione di assistere a riflessioni sulla vita e sulla morte, offrendo punti di vista diversi sulla questione.