Romanzo Criminale, la serie tv su Sky Cinema

di Enzo Mauri 9

Dodici episodi da cinquanta minuti l’uno: è Romanzo Criminale la nuova sfida di Sky, che dopo Quo Vadis Baby?, si lancia ancora una volta nel campo delle produzioni tv assieme a Cattleya e in collaborazione con Rti-Mediaset, per la regia di Stefano Sollima.

In onda da stasera alle 21.00 su Sky Cinema 1 con un doppio appuntamento in chiaro per tutti gli utenti, la serie che proseguirà ogni lunedì con un singolo episodio, si ispira all’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo, lo stesso che ha dato vita alla pellicola del 2005 diretta da Michele Placido: “Per scaramanzia non ho visto tutta la serie ma solo qualche montato”, rivela De Cataldo a Skylife, “anche perchè voglio godermela da spettatore. Però, stavolta voglio sbilanciarmi, il materiale girato da Sollima è semplicemente eccezionale”.

La differenza sostanziale con il film è, come sottolinea il regista Stefano Sollima: “La pellicola era un libero adattamento, noi abbiamo raccontato l’intero romanzo. Abbiamo ampliato alcune parti mostrando momenti ed eventi che nel film erano solo accennati

Romanzo Criminale racconta la storia della cosiddetta “Banda della Magliana” tre ragazzotti che negli anni ’70 tennero banco nelle strade di Roma intrecciando affari con tutti: piccoli e grandi criminali, ma anche politici, fra cui i neofascisti del Nero. Nella capitale sono ancora in molti a ricordarsi de il Freddo (l’attore Vinicio Marchioni) il Dandi (Alessandro Roja) e del Libanese (Francesco Montanari), del gruppo faceva parte anche Patrizia (Daniela Virgilio) l’affascinante prostituta compagna del Dandi contesa con il nemico numero uno il Commissario Scialoja (Marco Bocci) che della lotta alla banda di criminali ne farà una questione personale.

Fra i personaggi della serie compare anche un’insolita, per i ruoli a cui finora ci ha abituato, Alessandra Mastronardi , l’Eva de I Cesaroni, in questa serie ricopre il ruolo di Roberta: “una ragazza priva di dolcezza ma piena di grinta e testarda che va avanti” e poi aggiunge “Fare sempre le stesse cose, per nove mesi, per tre anni di fila, stare sempre a Cinecittà alle sei… diventa stancante. In Romanzo ho potuto interpretare un ruolo completamente diverso e mi sono molto rincuorata perchè questo mestiere a volte rischia di diventare routine“.

Alessandra rivela inoltre d’aver trovato l’amore sul set di Romanzo Criminale, lui è Vinicio Marchioni ovvero il Freddo che nella vita reale è tutt’’altro rispetto al personaggio che interpreta “E’ l’opposto del Freddo, così distaccato e taciturno. E poi è un attore magnifico e, in vita mia, non ho mai incontrato uno così bravo. Mai. E’ stata la prima cosa che mi ha colpito di lui”. Forse la notizia non farà piacere ai numerosi fan di Alessandra ma lei appare davvero “cotta “ del suo Vinicio: “Ho trovato l’amore e sono felicissima” aggiunge.

Commenti (9)

  1. Con il mio modesto parere direi che questa seria e senza dubbio la migliore serie Tv mai prodotta in Italia negli ultimi 10 anni (e oserei anche di più ma mi fermo a 10)
    Finalmente attori che sanno recitare senza eccesso di enfasi, facce nuove nel mondo della televisione che danno un vento di freschezza al palinsesto.
    La trama e incalzante e ti lascia sempre con il gusto di poco quando finisce l’episodio e non vedi l’ora di gustarti il prossimo, (anzi per me dovrebbero trasmettere 2 episodi alla volta)
    I personaggi sono accattivanti, eroi negativi che ci fanno vedere l’altra faccia della medaglia. Dopo “La Squadra” “Carabinieri” “R.i.s.” finalmente fateci vedere un po’ di cattivi, basta con il buonismo un po’ di sana cronaca nera…
    E ovvio che io sto lodando la serie e non i fatti e fattacci che ha conosciuto quel quartiere sciagurato della Magliana.
    Anche i costumi dei personaggi sono fedeli riproduzioni di quegli anni il tutto e fatto con cura senza eccesso, anche nella scelta delle location di Roma.
    Scommetto che questa serie quando approderà sulle reti Mediaset avrà degli ottimi ascolti. E i loro protagonisti (attori) saranno i popolarissimi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>