Tutti odiano Chris

di Enrico Nanni 1

Si respira chiaramente aria di sit com in questi giorni, e a pieni polmoni. E con una discreta varietà di trame/temi trattati, il che rende la loro stessa visione piuttosto fluida.

Stavolta ci si chiede laconicamente perchè Tutti odiano Chris. Il titolo è accattivante, e ci rimanda ad un’altra serie statunitense, Tutti amano Raymond, ma si tratta di tutt’altro.

La serie è ispirata alla vita reale del comico Chris Rock, che compare nella serie nei panni “vocali” della voce narrante di Chris ormai divenuto adulto. La storia racconta infatti l’adolescenza di Chris (Tyler James Williams).


Chris ha tredici anni, e la famiglia si è appena trasferita in un quartiere alla periferia di Brooklyn, nel tentativo di dare una svolta al corso degli eventi, e di appropriarsi di possibilità migliori per il futuro. Tra le tante novità, Chris viene iscritto a una scuola, la Corleone, in cui egli è l’unico nero.

Ebbene si, un puntino nero in un mare completamente bianco. E per di più, dentro e fuori dalla Corleone, tutti ce l’hanno con lui. Tutti odiano Chris, tutti, e le ragioni non sono sempre chiare.

Possibile che la grande ironia del comico, che compare sia nelle vicende a cui assistiamo, sia nei commenti che il comico stesso fa a ciò che succede, sia frutto di una tale situazione simil-persecutoria?

I genitori di Chris sono brave persone: il padre Julius (Terry Crews) è un gran lavoratore, una persona onesta, che si fa in quattro per portare avanti la famiglia ed è assolutamente messo in riga dalla moglie, Rochelle (Tichina Arnold), che passa da un lavoro a un altro, permettendoselo in virtù dei due lavori svolti faticosamente dal marito.

Chris ha un sorella pestifera, Tonya (Imani Hakim), che passa il tempo a metterlo nei guai coi genitori e a causargli grandi fastidi; anche il fratello Drew (Tequan Richmond) non è da meno, rubando, tanto per cominciare, la ragazza dei sogni a Chris.

Altro che manie di persecuzione quindi, si tratta di una situazione abbastanza inquietante, dove l’unico modo per sopravvivere sta nel non farsi demoralizzare, nel non lasciarsi buttare giù da tutto questo carico che quotidianamente ci spossa.

La difficoltà sta proprio nel riuscire a portare avanti un momento difficile della propria vita, quello dell’adolescenza, cercando di far fronte ai problemi interpretandoli nel giusto modo, imparando a incassare ma anche a ridare, cercando di equilibrare l’interpretazione dei rapporti che ci circondano e ci caratterizzano.

E’ molto importante scegliersi sempre i compagni d’avventura giusti, cercando di coglierne la presenza anche nei contesti peggiori: ed è infatti alla Corleone che Chris incontra l’amico, il compagno di battaglia, Greg (Vincent Martella), che aiuta Chris nella sopravvivenza alle angherie e alle vessazioni del bullo classico Joey Caruso (Travis T. Flory).

La serie è composta da tre stagioni e la vediamo tutti i giorni su Rai 2 tutti i giorni alle 17.20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>