Tutti per Bruno, riassunto prima puntata

di Giulia Tarroni Commenta

Nel primo episodio della serie tv Tutti per Bruno, intitolato La seconda occasione, facciamo la conoscenza di Bruno (Claudio Amendola) Poliziotto in servizio nella capitale, che svolge servizio con i colleghi Luca (Gabriele Mainetti) e Giuliano (Antonio Catania): sono talmente imbranati che non si accorgono che nella banca nella quale si trovano, si sta svolgendo una rapina e che i rapinatori hanno perfino preso in ostaggio alcuni avventori. Appena entrati in auto ricevono la chiamata del comando che li informa della rapina ma ormai è troppo tardi ed i rapinatori se ne sono già andati.

Il capo di Bruno, il commissario Pirone (Stefano Santaspago) per punire i tre agenti decide di ridurre a tutti lo stipendio e di trasferirli in un altro distretto, dove lavora Silvia (Chiara Ricci), ex moglie di Luca e cognata di Bruno: tutta la famiglia di Bruno quindi si trasferisce vicino alla costa, ma mentre la moglie di Bruno, Rosy (Lorenza Indovina) e sua madre Enza (Valeria Fabrizi) storcono il naso, la figlia Sara (Nadir Caselli) è felicissima. Inizia il primo giorno di lavoro nel nuovo commissariato: il primo compito affidato a Miranda ed ai suoi amici sarà interrogare uno dei rapinatori, nel frattempo arrestato.

Rosi comunica a Bruno di volersi cercare un lavoro, ma Bruno è contrario: intanto Sara comunica a Luca di essere innamorata di lui, ma il ragazzo non sembra voler dare peso e seguito alle parole della ragazza. Il giorno seguente Bruno ed i suoi vengono destituiti dall’interrogatorio al rapinatore. Sara intanto trova in casa un ragazzo, Tito, conosciuto la sera prima in un bar, spaventata chiama immediatamente Luca che si precipita: in commissariato il rapinatore muore Bruno e Giuliano lo caricano in macchina per portarlo via.

Bruno e Giuliano scavano in un parco una fossa e seppelliscono il rapinatore: giunti a casa affrontano Luca, questi riferisce che il rapinatore stava benissimo pochi minuti prima che intervenisse Bruno: tornati nel parco i tre si rendono conto di aver seppellito il corpo con il telefonino di Giuliano addosso, lo disseppelliscono e lo recuperano. Nel fare questo sentono suonare il cellulare del morto, sono gli altri componenti della banda che danno appuntamento per il giorno seguente. Rosi scopre che la sua vicina di casa è una sua amica, Katia (Tosca D’Aquino). Il giorno seguente tutti e tre si recano all’incontro dei rapinatori: riconosciutoli, Bruno e Luca li arrestano. In commissariato Bruno, Luca e Giuliano pur venendo apprezzati per il risultato, tuttavia vengono rimproverati per le modalità e per aver celato il cadavere. Il loro stipendio resta dimezzato.

Nel secondo episodio intitolato Protezione testimone, Bruno, Luca e Giuliano sono chiamati a proteggere Silvio Coppini, supertestimone in un processo, un compito delicato: ai tre si aggiungono altri tre agenti molto particolari, Moretti, Troilo e Salvetti. Giuliano, che ha già un’ingiunzione del tribunale per stare lontano dall’ex moglie Ines (Maria Cristina Heller), sta per essere denunciato per molestie, ha scelto un appartamento di fronte a quello di Ines: ma Giuliano afferma di essere estraneo alla vicenda, almeno questa volta. Il supertestimone viene portato in un appartamento per proteggerlo: Katia insinua in Rosi il dubbio che Bruno possa avere un’amante.

Trovando un paio di slip da donna nella giacca di Bruno, Rosi è intenzionata a chiedere il divorzio: intanto viene ammazzato l’altro supertestimone e Coppini cade in una crisi di nervi. Intanto Giuliano entra in casa di Ines credendo che la donna sia in pericolo ma Ines se ne accorge e chiama Bruno: il supertestimone viene lasciato solo e si chiude in bagno per la paura. Luca sfonda la porta che cade in testa a Coppini il quale risvegliandosi non ricorda più nulla, in realtà è una finta per sottrarsi ai suoi doveri: Rosi è decisa a chiedere spiegazioni a Bruno.

Rosi affronta Bruno con la pistola in pugno e scopre che gli slip appartenevano a Katia, raccolti da Bruno per caso: un cecchino intanto sta puntando il testimone per ucciderlo ma Giuliano lo intercetta ed evita la strage, ferendosi di striscio. Silvia si trattiene qualche giorno a casa di Bruno, parlando con Sara, le rivela di aver scoperto che Luca aveva un’amante qualche anno prima: quella ragazza era proprio Sara. La seconda puntata della serie Tutti per Bruno andrà in onda venerdì prossimo sempre su Canale 5 in prima serata ore 21.10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>