Squadra Antimafia 2, riassunto seconda puntata

di Redazione Commenta

Nella seconda puntata della serie tv Squadra antimafia 2, Ivan Di Meo (Claudio Gioè) è a casa del Commissario Claudia Mares (Simona Cavallari) ferito, Ivan cerca di convincere Claudia che lui è un infiltrato non è al servizio della mafia, è Rosy (Giulia Michelini) il vero pericolo: intanto in commissariato nessuno è al corrente di cosa sia successo a Di Meo, Claudia svia i sospetti dicendo che è riuscito a fuggire. Claudia va a trovare Rosy che ha aperto un commercio di vendita di prodotti tipici siciliani: Claudia vuole convincere la ragazza a far uscire Nando Abate da un commercio di cocaina più grande di lui, lei dice di non sentirlo da tempo ma dal suo viso trapela incertezza.

Claudia segue Rosy, scopre che la ragazza è diretta dall’avvocato Cifalà: qui lo avverte che la polizia lo sta intercettando, da ora in avanti sarà lei a comunicare con Nando, lui dovrà occuparsi solamente di tenere a bada Danilo Montero. Ivan perde molto sangue, Claudia gli salva la vita donando il suo per una trasfusione: intanto l’agente dei servizi segreti Filippo De Silva chiede collaborazione ad Emanuele, l’autista di Rosy, affinché questi gli riferisca quando la ragazza si incontrerà con Ivan De Meo. Claudia ammanetta Ivan al letto, Alfiere sospetta qualcosa ed il comandante Licata non è contento di come vanno le cose, vorrebbe sapere che fine ha fatto Ivan, ma Claudia non intende rivelare niente a nessuno.

Claudia in commissariato da disposizioni importanti, chiede a Pietra (Giordano de Plano), Rigosi (Alice Palazzi) e Serino (Francesco Mandelli) di pedinare Rosy Abate: Ivan saluta Claudia chiedendole di dimenticarlo, non può buttare all’aria oltre un anno di lavoro. Vicino a casa di Rosy intanto scoppia una bomba caricata su un’auto in sosta, la ragazza è sana e salva grazie alla prontezza di riflessi di Emanuele che si rende conto dell’ordigno: pare che i calabresi abbiano alzato il tiro. Di Meo intanto arriva al cospetto di Nando, che non è contento della sua sparizione improvviso. Dopo i primi momenti di tensione tra Nando e Ivan i rapporti tornano buoni.

Serino scopre che gli affari di Rosy non sono floridi, e che la ragazza ottiene il denaro necessario prestando soldi a terzi con strozzinaggio, unica testimone è Michela Torrisi, figlia di un imprenditore ucciso tempo prima dalla mafia: Rosy contatta Ivan, i due si vedono e lei lo aggiorna sui rapporti con la famiglia. La ragazza vuole incontrare il fratello nei giorni seguenti in una palestra in centro: Rosy e Ivan convincono Nando a non scatenare una faida vendicativa ma ad avere pazienza. Claudia si reca da Michela Torrisi e la interroga, il padre le aveva parlato della famiglia Abate e lei è stata minacciata proprio da Rosy: Cannizzaro intanto viene raggiunto da due sicari in moto che uccidono due dei suoi uomini e gli lasciano un messaggio da parte di Nando. Un primo avvertimento è stato mandato.

Emanuele riferisce a Claudia dell’incontro di Rosy con Ivan De Meo e le riferisce anche dell’incarico datogli da De Silva: il ragazzo riferisce che De Silva si incontrerà con Rosy a mezzogiorno ad una mostra. Claudia fa sospendere il pedinamento di Rosy: De Silva comunica a Rosy che Claudia ha parlato con la Torrisi e che Di Meo è una talpa, ma Rosy vuole delle prove. Ivan diceva la verità, Claudia ne è certa. Ivan viene affrontato da Nando e da Rosy, i due Abate gli chiedono di uccidere Michela Torrisi, lui accetta e la colpisce con due colpi di pistola precisi, poi si disfa del cadavere in una impastatrice, senza però che nessuno lo veda: si tratta in realtà di una messa inscena, Michela è viva e vegeta e viene ospitata da un poliziotto.

Nando e Rosy vengono a sapere dell’opera di Ivan e tornano a fidarsi di lui: Rosy stanca dei pedinamenti decide di andare in commissariato, si incontra con Claudia che non riconosce più in lei la ragazza che pochi anni prima odiava la mafia. Don Raffaele propone a Nando un incontro ma quest’ultimo crede si tratti di una trappola, Rosy decide di andare al suo posto: nello stesso momento Rosy decide anche di incontrare De Silva quella sera alle 21 in un ristorante. Rosy e De Silva sono a cena insieme, i due aspettano Ivan De Meo: Rosy vuole sapere il gioco di De Silva e dichiara di credere a Ivan, De Silva deve restare fuori dagli affari della famiglia Abate.

Tra Rosy e Ivan si sta creando un bel rapporto, i due ballano vicini, mentre Claudia ascolta fino a quando si baciano: per sapere cosa accadrà l’appuntamento è con Squadra antimafia Palermo oggi 2, martedì prossimo su Canale 5 ore 21.10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>