Sant’Agostino, riassunto prima puntata

di Monia Gelfo Commenta

Ieri sera è andata in onda la prima puntata di Sant’Agostino. Da Patrizio (Cosimo Fusco) (consigliere comunale di Tagaste) e Monica nasce Agostino (Matteo Urzia). Il ragazzo in adolescenza, esprime l’intenzione di studiare fuori da Tagaste perchè vuole diventare un avvocato. Nasce una forte lite tra lui e suo padre che non acconsente a realizzare il suo desiderio.

Monica (Monica Guerritore) chiede a Romaniano (Cesare Bocci) di aiutare il figlio Agostino il suo percorso scolastico e lavorativo e l’uomo acconsente. Il ragazzo si dirige a Cartagine.371 A.C. Agostino fa la conoscenza di Valerio (Johannes Brandrup).

Khalidà (Serena Rossi) è tenuta a fargli compagnia ed a servirlo. L’avvocato Vagravio inizialmente non ha intenzione di prendere come suo allievo Agostino, che si allontana da lui deluso. La vita a Cartagine non è per nulla semplice. Valerio esorta Agostino a ritornare a Tagaste, ma quest’ultimo non si dà per vinto.

Dopo un’ulteriore richiesta, l’avvocato Vagravio, decide di prendere Agostino come suo allievo. Dopo alcuni anni, Agostino (Alessandro Preziosi) diventa un importante avvocato. L’uomo trascorre una notte con Khalidà, suscitando gelosia da parte di Valerio.

Agostino viene minacciato da Camillo, figlio di un cliente assolto per tentato omicidio (nei confronti della moglie) che dopo essere stato scagionato, è riuscito ad uccidere la madre. L’avvocato, dopo aver ricevuto il messaggio dell’imminente morte del padre, prepara le sue cose per ritornare a Tagaste e chiede a Khalidà di partire insieme a lui. La serva accetta la proposta.

Prima di morire, Patrizio (che è un pagano) decide di convertirsi (grazie anche alla moglie Monica) al cristianesimo con il battesimo. Al suo ritorno, Monica vede Agostino molto cambiato ed irritato che il padre abbia scelto di farsi battezzare. Dopo la lite con la madre, Agostino decide di farsi ospitare da Romaniano. Il padre Patrizio muore.

Agostino si dispiace di aver protetto persone colpevoli, omettendo le loro colpevolezze. Monica non sa come comportarsi con il figlio, mentre la esorta a pregare per lui. La donna cerca di convertirlo al cristianesimo, ma senza alcun risultato.

Per poter lavorare, Agostino è costretto a chiudere la relazione con Khalidà. Non fa in tempo a parlargliene che la sua compagna gli riferisce di essere incinta. Agostino è molto contento. Dopo alcuni anni dalla nascita di suo figlio Adeodata, Agostino riceve la visita di Valerio. L’uomo gli propone di andare a lavorare come oratore a Milano per combattere il vescovo Ambrogio (Andrea Giordana).

Agostino spiega alla madre di essere in partenza per Cartagine. In seguito, parte alla volta di Milano (diventando oratore di corte) insieme all’amico Valerio. A Milano, Agostino conosce l’imperatrice Justine (Francesca Cavallin), la quale ha intenzione di combattere il vescovo Ambrogio e tessere le lodi dell’imperatore attraverso la sua abile oratoria.

S’intravede Agostino anziano (Franco Nero), che dice alla propria nipote Lucilla (Katie Louise Saunders) di non essere in grado di abbandonare la città che è stato chiamato a proteggere da Dio (segno della sua conversione al cristianesimo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>