Le cose che restano, riassunto seconda puntata

di Redazione Commenta

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata de Le cose che restano. Nino chiede a Nora di aiutarlo nel fare inserire Shaba come dipendente in ospedale. La ragazza lo esorta a chiedere aiuto alla madre, ma Nino (Lorenzo Balducci) si rifiuta di farlo. Per aiutare Shaba, Nino sceglie di sistemare l’auto con cui Lorenzo (Alessandro Sperduti) è morto e decide di andare a trovare la madre in istituto.

Le chiede di aiutare Shaba e Anita lo accontenta. Anche Andrea (Claudio Santamaria) fa di tutto per aiutare Shaba. Nino continua a lavorare come operaio all’interno del cantiere edile. Qui incontra Francesca (Antonia Liskova). Andrea rintraccia Alina attraverso il collega Cataldo (Francesco Scianna). La ragazza adesso lavora come prostituta a Las Vegas, un locale di Roma e non si fa più chiamare Alina, ma Sofia. Andrea e Nino la raggiungono all’interno del locale e le parlano di sua madre, ma Alina è molto adirata con lei e non vuole incontrarla. Sono inutili le insistenze di Andrea e di Nino nel convincerla del contrario.

Nora (Paola Cortellesi) sta iniziando a legarsi al capitano dell’aeronautica Vittorio Blasi (Enrico Roccaforte), nonostante sia legata ad Alberto (Maurilio Leto) . Nino riceve la visita della collega universitaria Valentina (Valentina D’Agostino). Durante una festa di Carnevale, Nino è molto ubriaco ed in assenza del professor Nicolai (Vincenzo Amato) bacia la moglie Francesca. Il ragazzo poi fugge. Il giorno seguente cerca di parlarle. Francesca è irremovibile, non vuole parlarne lui.

Shaba informa Nino di aver trovato Alina attraverso un uomo che conosce. Afferma che Alina si trova in Svezia e che ha bisogno di soldi per partire. E’ per questo motivo che ha chiesto  a lui di aiutarla economicamente. A quel punto, Nino le dice la verità sulla figlia e la porta con sè per far incontrare le due donne. Il loro incontro è  commovente, ma Alina non vuole che la madre stia al locale e la esorta ad andare via. Le due si abbracciano piangendo, ma poi Alina va via.

Michel (Thierry Neuvic) riceve la visita improvvisa di una donna che le lascia da accudire una bambina. Il suo nome è Lila (Karen Ciaurro) ed è sua figlia. Andrea è sconvolto dalla notizia e raggiunge la sorella per stare qualche giorno da lei. Finalmente, Francesca si convince a parlare di quanto accaduto con Nino. I due si ritrovano da soli e fanno insieme l’amore.

Cataldo si ritrova all’interno del locale in cui lavora Alina e conversa con lei. Nonostante Alina lo mandi via, Cataldo le dà un passaggio fino a casa e le chiede di aiutarla a portare in carcere chi la costringe a prostituirsi. Alina non vuole aiutare Cataldo nelle indagini, ma la sua coinquilina e collega Yelena si offre di farlo. Michell interrompe la terapia da Nora dopo averle raccontato della sua storia con Andrea.

Andrea potrebbe aiutare sia Shaba (Farida Rahouadj) che Alina (Leila Bekhti) ad ottenere dei certificati da rifugiate, in modo tale da poter rendere migliore la loro vita. Viene ritrovato il cadavere di Yelena, diventata informatrice della polizia. Dopo la morte di Yelena, Alina viene messa sotto copertura, nonostante  non sia un’informatrice, dal momento che rischia la vita. Dopo molti tentennamenti, Alina decide di aiutare la polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>