I liceali 3, quarta puntata: riassunto

di Monia Gelfo 1


Ieri sera è andata in onda la quarta puntata de I liceli 3. Tra Enea e Francesca Strada (Christiane Filangieri) il feeling è molto forte e va al di là della pura passione fisica. A causa di questa loro serenità sentimentale, nasce invidia tra la gente. E’ per questo motivo che la professoressa Maristella Amoruso (Lucia Ocone), cerca di mettere zizzanie.

La professoressa riporta ad Enea (Massimo Poggio) la notizia che Francesca non voglia altro che ritornare insieme al suo ex marito. Questa situazione ambigua li fa allontanare. La realtà è invece un’altra. Francesca, infatti, scopre che suo marito (in un periodo di forte crisi con lei) va a letto con un’altra, motivo sufficiente che la spinge definitivamente a chiudere con lui qualsiasi tipo di rapporto.

Tra gli studenti del liceo, Mia (Silvia Quondamstefano) è quella che ha più problemi rispetto agli altri. La ragazza ha una sorta di ossessione per l’aspetto fisico. E’ convinta di essere grassa e cerca di fare delle diete fai da te, prendendo dei dimagranti e digiunando. E’, inoltre, fortemente presa dal professore di storia dell’arte Anton Giulio Poppi (Marco Bonini), che purtroppo ha capito il suo interesse e non sa come liberarsi di lei.

Mario è perdutamente innamorato di Chiara, ma soffre in silenzio. Il ragazzo, infatti, viene a sapere da Chiara (Carlotta Tesconi) che ha trascorso la notte in compagnia di Vasco (Stefano Masciolini).  Mia si sente poco bene a scuola. Tutti accorrono spaventati. la madre se la prende molto con il preside, obbligandolo a prendere provvedimenti nei confronti del professore di storia dell’arte, convinta che sia stato lui a portare a questo fragile stato di salute la figlia.

Poppi, messo alle strette, decide di dare una lezione a Mia (che fortunatamente sta meglio), ma soprattutto di farle perdere le speranze su un’eventuale relazione tra loro. La invita a casa sua e le mostra la sua famiglia. Mia rimane molto delusa da questa scoperta. Ma non riesce a sortire l’effetto desiderato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>