Home » Donna Detective 2, riassunto seconda puntata

Donna Detective 2, riassunto seconda puntata

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata di Donna Detective 2 dal titolo Rapina in ospedale. Viene effettuata una rapida da parte di un uomo con il volto da clown all’interno dell’ospedale. Un vigilante alla sicurezza, dopo lo scontro con il rapitore, entra in coma. Lisa Milani (Lucrezia Lante Della Rovere) indaga sul caso insieme all’ispettore Sergio Lorenzi (Stefano Masciarelli) e all’ispettore Nanni (Flavio Montrucchio). Un bambino assiste all’intera vicenda.

Lisa chiede alla figlia Ludovica (Sara Santostasi), ritornata da Londra, notizie sulla maglietta lasciata all’interno di uno showroom. La figlia le spiega di aver prestato la maglia all’amica Giada. Ludovica racconta quanto accaduto a Michele Mattei (Kaspar Capparoni) ed il marito soltanto ora le dice la verità su Giada e sull’aborto che ha avuto a causa di un incidente. Lisa interroga Pietro, il bambino che ha assistito alla rapina in ospedale, e molto restia a parlarle di sè e dei suoi problemi personali.  L’ispettore Nanni interroga un uomo indagato di aver rubato in ospedale la somma di 50 mila euro.

Nel frattempo, l’ispettore Giancarlo Spina (Massimiliano Benvenuto) occulta alcune prove circa le telefonate telefoniche del Signor Parente, il commerciante di scarpe ucciso nel suo showroom. Lisa vorrebbe avere creare un rapporto con la figlia, ma quest’ultima è irremovibile. Viene arrestato un altro uomo che mette le merendine all’interno dell’ospedale. Ludovica mente al padre dicendogli che ha sentito Giada e che sta bene. Lisa lavora su un capello lasciato dalla tuta usata dal rapitore per effettuare il colpo. Si pensa che il rapitore lavori all’interno del’ospedale, ma si scopre che il colpevole è proprio la madre di Pietro, che ha fatto questo gesto per un’estrema necessità economica. Dopo una notte insonne, Ludovica decide di dire la veritàal padre e cioè di non aver sentito più Giada da quella volta in cui l’hanno portata in ospedale.

Nel secondo episodio, dal titolo La ragazza del call center, una ragazza perde la vita dopo essere caduta da un palazzo. Ludovica fa di tutto per evitare di parlare con la madre e decide di dormire dalla zia Manuela (Emanuela Maletta). Grazia Bini (Anna Ammirati)  scopre che tre ragazze facevano le thostess all’interno dello showroom del commerciante, una delle quali è proprio Giada, amica della figlia Ludovica. Si scopre che la donna caduta dal palazzo, in realtà era un uomo. Viene interrogata la Signora Colombi, la donna delle pulizie che aveva litigato con Carla, ma specifica di non averla uccisa.

Grazie sembra essere molto presa dal collega Spina. Viene interrogato il fratello Stefano Soggio, fratello di Carla. Il ragazzo spiega che nonostante abbia chiamato il fratello (diventato poi donna) non è riuscito a vederlo. Manuela incontra Nanni e lo invita a cena a casa sua, ma il poliziotto si rifiuta, anche perchè è stato molto preso della sorella Lisa. Si va alla ricerca del padre di Giada, anche perchè Lisa crede che conosca il signor Parente. Viene interrogato (riguardo all’omicidio di Carla), il responsabile del call center. E’ lui il responsabile della morte di Carla, che avrebbe voluto disfarsi di lei (che era stata la sua amante) per sposarsi in tutta tranquillità con la sua fidanzata.

Lascia un commento