Cugino e cugino, riassunto sesta puntata

di Redazione Commenta

Ieri sera è andata in onda la sesta puntata di Cugino e cugino. Filippo (Giulio Scarpati) vuole che Carmelo (Nino Frassica) faccia il musical al meglio. Apprende inoltre che l’insegnante di educazione fisica è andato via. Chiede conferma ad Eleonora di quanto accaduto e la ragazza lo informa che tra loro è tutto finito a causa del suo matrimonio con un’altra donna, ma non ha intenzione di parlarne. Il magistrato Monica Fontana (Euridice Axen) informa il detenuto Rajid che qualora abbandonerà il carcere,  dovrà ritornare in Marocco a causa della mancanza di permesso di soggiorno.

Il problema si può risolvere solo se il detenuto collaborerà con la giustizia segnalando i suoi complici alla giustizia. Il ragazzo non vuole però parlare, perchè al momento del suo arresto la sorella Kadijia è stata presa dai loro complici. E’ per questo motivo per cui non vuole ritornare in Marocco. Spiega inoltre che Kadija è costretta a prostituirsi.

L’educatore cerca di rintracciare Kadija, ma si ritrova in auto insieme a Carmelo, che non avendo trovato le chiavi di casa, si è messo a dormire nella sua auto. L’uomo si preoccupa per la situazione disastrata in cui verte suo cugino Filippo. L’educatore non può però dirgli che si tratta di lavoro. Filippo riesce a prendere sotto la sua custodia Kadija. Viene inseguito dai delunquenti che costringono la ragazza a prostituirsi, ma la polizia riesce a fermarli. Filippo e Kadija devono però fare i conti con il capo della banda che riesce a bloccarli. La polizia interviene a scongiurare il peggio. Finalmente Kadija può incontrare il fratello.

Carmelo viene pressato dalla vicina di casa Anna Fiore (Edy Angelillo)  che vorrebbe stare insieme a lui. Nonostante il grosso ritardo causato dal lavoro, Filippo riesce a vedere la gara sportiva di cui il figlio è protagonista. Monica vede in atteggiamenti ambigui Eleonora e Filippo, e va via dispiaciuta. Carmelo riceve un’offerta di lavoro che rifiuta pur  di stare insieme a Filippo ed al figlio Marco (Gabriele Caprio). Continuano le prove del musical dei detenuti. Filippo è costretto a far portare le manette ai detenuti, che non sono per nulla contenti.

L’educatore apprende anche che Eleonora ha deciso di ritornare a Milano. Scopra inoltre che è stato Carmelo ad inviare una lettera anonima ad Eleonora in cui le diceve che il suo fidanzato aveva una moglie e lo critica fortemente per quest’azione.  Si adira anche del fatto che il cugino gli dia la colpa per non aver trattenuto Eleonora. Filipporaggiunge Eleonora e le chiede di non partire perchè è innamorato di lei. Eleonora, nonostante sia contenta della sua dichiarazione, lo saluta con malinconia.

Dopo l’ennesimo litigio con Filippo, Carmelo sceglie di accettare il lavoro di cuoco dal sultano e decide di andare via da casa del cugino. Anna è molto triste della sua partenza. Arriva il giorno del musical realizzato dai detenuti. Filippo chiama al telefono Carmelo per chiedergli scusa, ma il cugino non gli risponde. Viene a conoscenza della partenza di Carmelo da Anna. E’ costretto quindi a sostituirlo nel musical. Dopo aver riflettuto bene su quello che potrebbe essere il suo futuro, Carmelo ritorna da Filippo e dal suo amato Marco. Filippo non fa in tempo ad entrare in scena che ritorna Carmelo ed inizia ad esibirsi.

Durante lo spettacolo, Filippo va alla ricerca di Del Gado che con la scusa di andare in bagno, vuole evadere dal teatro. Scopre che anche il musicista Alex vuole fuggire e cerca di impedirglielo. Alex non vuole rimanere altri anni in carcere, ma arriva Del Gado a bloccare la sua evasione. Dopo il musical, Eleonora dà la bella notizia a Filippo che starà a Milano solo per una settimana per poi ritornare a Roma. L’educatore vuole fare una vacanza con la nuova fidanzata, ma Carmelo vuole unirsi a loro. Iniziano nuovamente le liti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>