Crimini 2, La doppia vita di Natalia Blum: riassunto

di Monia Gelfo Commenta

Ieri sera è andata in onda la prima puntata di Crimini 2, dal titolo La doppia vita di Natalia Blum. Marco Spinelli (Emilio Solfrizzi) è un famoso editor di romanzi che viene intervistato dalla stampa. L‘editor fa la conoscenza di una ragazza, il cui nome è Natalia (Anita Caprioli), che gli propone di leggere un suo manoscritto.

Dopo il suo iniziale rifiuto, Marco decide di trascorrere un pò di tempo con l’aspirante scrittrice. Il romanzo s’intitola La doppia vita di Natalia Blum. Nel romanzo che Marco inizia a leggere, scopre che la ragazza fa la prostituta, nonostante sia iscritta all’università (alla facoltà di Giurisprudenza). Scoppia un temporale ed i due si rifugiano in un luogo asciutto e riparato. Tra i due scoppia la passione, ma Natalia, dopo il bacio, decide di andare via.

Marco continua a leggere il romanzo, in cui Natalia racconta di aver fatto l’amore per la prima volta con un suo professore universitario. La ragazza spiega di aver cercato un luogo adatto per poter ricevere i suoi amanti e scrivere il suo romanzo in maniera indisturbata. Marco ha una fidanzata di nome Giulia, che di professione fa la pittrice. Tra i due scoppia una lite furibonda, dal momento che Marco si era dimenticato del suo compleanno. Marco è molto entusiasta del libro, ma nel frattempo cerca di recuperare il rapporto con la sua fidanzata. I due vanno a cena insieme, ma Giulia lo sente molto freddo e distaccato e gli chiede spiegazioni in merito e decide di lasciarlo.

Natalia intanto continua a mandare altri due capitoli del romanzo. All’interno del racconto viene raccontato che Morena, una delle sue colleghe è stata uccisa. E’ stata proprio lei, insieme ad altre prostitute, ad averne scoperto il cadavere. Si tratta sicuramente di un professionista, dal momento che la donna è stata sventrata con precisione. Marco si rende conto che il romanzo è autobiografico, ed è molto preoccupato per lei. Crede che ci sia in libertà un serial killer.

Natalia scrive all’interno del racconto, si rende conto che il serial killer è proprio il suo ginecologo e lo intuisce dopo aver fatto una visita. Marco cerca di mettersi in contatto con lei. Nel romanzo Natalia scrive anche di aver visto nello studio del ginecologo gli occhiali della sua amica uccisa. Marco decide quindi di ritornare a Bari. Va alla sua ricerca e riesce a trovare la sua migliore amica.

Marco parla con la vera Natalia e scopre che l’aspirante romanziera, in realtà, si chiama Gloria. L’editor riesce ad entrare in casa di Gloria, ma di lei non c’è nessuna traccia. Incrocia poi Natalia, e dopo averle dichiarato la sua preoccupazione per l’assenza di Gloria, le chiede di andare a cena con lui. L’editor decide di andare dalla polizia e denunciare il ginecologo, ma non viene creduto. Apprende che è stato trovato un altro cadavere, assassinato nello stesso modo della precedente prostituta. In obitorio, Marco scopre che la donna uccisa non è Gloria. E’ lui ad essere sospettato come presunto omicida.

Cena con Natalia e le chiede informazioni su Gloria. I due trascorrono una notte di sesso sfrenato. Natalia gli racconta un pò della sua vita. Finalmente Marco ritrova Gloria, ma non fa neanche in tempo a salutarla che viene arrestato dalla polizia. Viene ritrovato un terzo cadavere. Marco è interrogato in presenza del suo avvocato, ma ribadisce la sua innocenza. Viene ritrovato un quarto cadavere ed è per questo motivo che Marco viene scagionato. Riesce ad andare a casa di Gloria, la quale ha scritto l’ultimo capitolo, in cui esprime la paura di venire uccisa dal ginecologo ed al tempo stesso il coraggio nell’affrontare la terribile morte che l’aspetta. La ragazza spiega anche nel suo ultimo capitolo di non arrendersi al proprio destino, scegliendo di uccidere il ginecologo.

Natalia raggiunge Marco, informandolo della morte di Gloria. A questo punto, l’editor decide di incontrare il ginecologo, il dottor Bevilacqua. Dopo averlo picchiato, lo spinge ad entrare in auto con lui. Gli chiede il motivo per cui l’abbia uccisa, ma il medico gli spiega che avesse una malformazione che l’avrebbe condotta inevitabilmente alla morte, nonostante l’abbia fatta operare. Il ginecoloco non era altro che un medico psichiatra che aveva semplicemente cercato di aiutarla.

Marco fa il suo ritorno a casa e tra le mail riceve una rispsta da parte di Gloria, che lo ringrazia per averlo incontrato e sarebbe felice che venisse pubblicato il suo libro. Marco riesce dopo tre mesi ad esaudire il desiderio della ragazza e riesce ad incontrare nuovamente Natalia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>