Capri 3, riassunto sesta puntata

di Redazione Commenta

Ieri sera è andata in onda la  sesta puntata di Capri 3. Andrea (Gabriele Greco) viene a conoscenza del fatto che Carolina (Bianca Guaccero) non sia più andata via da Capri. La passione tra i due non è mai cessata. Roberta chiede a Walter (Giuliano Gemma) il motivo per cui Andrea si sia tirato indietro, ma Walter non dà alcuna giustificazione su ciò. Andrea, intento ad andare via da Capri, decide di non partire più, soprattutto per stare con Carolina.

Vittorio (Fabrizio Nevola) è sempre più attratto da Lucia (Miriam Candurro). Greta (Alexandra Dinu) cerca di fare colpo su Andrea, ma senza alcun successo, dal momento che il suo cuore batte forte per Carolina. Anche Tony (Fabio Ghidoni) insidia Carolina e chiede a Donna Isabella di mettere una buona parola per il loro rapporto.

Gina (Laura Barriales) ha intenzione di conquistare Tony, ed anche Andrea se n’è reso conto di ciò. Rossella (Antonella Stefanucci) riceve un invito da Giulia a cenare insieme, invito che declina. Greta ottiene la collaborazione di Andrea per un lavoro (raggiungendo lo scopo di trascorrere del tempo insieme a lui). La situazione si complica, soprattutto perchè Tony gli confessa di essere innamorato di Carolina.

Rossella crede che Giulia le voglia confessare di essere l’amante di suo marito Sahid e decide di andare a fare un aperitivo con lei per comprendere cosa voglia dirle la carabiniera. Donna Isabella riceve una videochiamata da Rodolfo (Lando Buzzanca), il quale la esorta a non dare alcuna somma al nipote per riavere in cambio il terreno in cui si trova il locale Tenda Berbera. In realtà, Giulia ha invitato Rossella, Carolina, Greta e Gina per dire loro che si è innamorata di Ernesto ed ha deciso di sposarsi.

Tony e Vittorio sono nei guai: i soldi che avrebbero dovuto ricevere da Donna Isabella (per poter recuperare il denaro preso in prestito) non verrà sostituito loro. Andrea apprende della situazione ed è molto infastidito per la loro immaturità. Carolina ed Andrea continuano ad incontrarsi clandestinamente e sono più innamorati che mai. I due hanno un appuntamento all’interno dell’hotel Paradise. Qui, Carolina, in preda a dei brutti ricordi, ha un malore e sviene. La ragazza, dopo essersi ripresa, spiega ad Andrea di essere legata a questo hotel, che in precedenza era suo.

Greta si propone di risolvere la situazione economica di Tony e Vittorio. Carolina decide di dire la verità ad Andrea. Si dice figlia di un assassino e confessa di non riuscire a liberarsi da questa sua ossessione. Andrea è molto comprensivo. Greta prova a chiedere a sua zia Donna Isabella di rinunciare al terreno, ma la contessa non accoglie la sua richiesta. Donna Isabella è convinta erroneamente che Carolina sia innamorata di Tony.

Greta viene raggiunta a Capri dalla madre, la quale nota che in lei ci sia qualcosa che non va. Greta la informa di essersi innamorata di Andrea, il quale non la degna di uno sguardo. Le due hanno una discussione a causa dei soldi prelevati dalla ragazza per aiutare Tony e Vittorio, al punto che Greta lascia villa Isabella. Donna Isabella, venuta a conoscenza della situazione, esorta i due ragazzi a restituire i soldi a Greta.

Carolina partecipa alla serata della Tenda Berbera. La ragazza scambia due chiacchere con Andrea e lo bacia. I due però vengono visti dalla madre di Greta, la quale credeva che si trattasse della figlia. La nipote di Donna Isabella è scomparsa. Carolina va a cercarla.

Andrea riprende Francesco per la sua ossessione nei confronti della compagna di classe. Anche la madre di Greta va alla sua ricerca e la raggiunge nella barca in cui dorme, invitandola a ritornare a casa con lei. Greta si decide a seguirla. Andrea ha un confronto con Tony, in cui gli dice che la donna di cui è innamorato è Carolina. Tony non gli perdona di averlo tradito e lo caccia. Vittorio, presente alla discussione, è basito. Tony se la prende anche con lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>