I Borgia seconda puntata su la 7 riassunto e commenti

di Valentina Petulla 1

 

I Borgia e i loro intrighi. Gia dalla seconda puntata Neil Giordan, famoso regista, seguito dagli attori  Jeremy Irons, François Arnaud e Lotte Verbeek, ci tengono  incollati allo schermo con i loro intrighi familiari sullo sfondo di una Roma rinascimentale.

Nella seconda puntata: A Roma giunge il giovane fratello del nuovo sultano dell’Impero Ottomano. Papa Alessandro IV è in difficoltà finanziarie, poiché i suoi beni sono stati terribilmente ridotti dai debiti contratti per l’ascesa al soglio pontificio. Questa venuta è provvidenziale per il papa, poichè  Il sultano desidera che il fratello sia accolto in Vaticano con tutti gli onori e per questo è disposto a pagare al papa una lauta somma. E’  anche disposto ad aumentarla  se al fratello dovesse capitare un incidente mortale.. non c’è che dire, la sorpesa è sempre dietro l’angolo! Nel frattempo Juan chiede a Cesare che sia Micheletto, il sicario di fiducia  ad occuparsi della faccenda, ma Cesare ordina al  sicario di continuare a spiare le mosse del cardinale Della Rovere. Intano il papa utilizza i soldi del sultano per fornire una generosa e molto appetitosa dote a Lucrezia.

E cosi facendo  decide di darla in sposa a Giovanni Sforza, rampollo dell’influente famiglia che governa la signoria di Milano. Inoltre, per non creare imbarazzo, vieta a Vanozza, madre di Lucrezia e sua ex concubina offesa e soppiantata dalla più avvenente e giovane Giulia Farnese, di partecipare alle nozze della figlia. Tuttavia Juan  Cesare l’uno per disobbedienza e l’altro per gelosia, trasformeranno  il banchetto nuziale in un caos degenere.  Lucrezia è provata dall’esperienza, comunque prosegue nel ruolo assegnatogli  e lascia il Vaticano per fare ritorno alla corte di Pesaro con Giovanni.Intanto il cardinale Della Rovere cerca l’appoggio di Firenze e del regno di Napoli per perseguire lo scopo di sconfiggere  Alessandro VI.

Come proseguiranno le vicende della famiglia più famosa d’Italia? E’ dura riuscire ad immaginare i futuri intrighi. Tra minaccie di morte e nuove allenaze, staremo a vedere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>