Pirlo The Wizard: il meglio della carriera in una miniserie web

di Redazione Commenta

Pirlo The Wizard, una miniserie web che da maggio sta conquistando la rete e che ora è giunta alla conclusione. L’ultimo episodio racconta proprio della partenza degli Azzurri per il Brasile, il finale perfetto di una avventura, quella di un calciatore come Andrea Pirlo, e supera qualunque pettegolezzo per le recenti vicende personali, puntando sul talento. A presentare questo video che ha avuto come location Vinovo, il marchio Jeep di cui è ambassador e che ha in comune con lui la voglia di non arrendersi mai e di superare i suoi limiti.

Insieme consolidano dunque anche la partnership con Juventus, squadra nella quale Pirlo gioca e nei cinque episodi si vedono dei momenti cruciali degli ultimi tempi in campo e non. Si va dalla vittoria dello scudetto al ritiro con la Nazionale. Nell’ultimo episodio di Pirlo The Wizard con i compagni è pronto a partire e tira una punizione che supera gli spalti ed entra nel baule di una Jeep Wrangler parcheggiata. Parte subito l’autoradio con una coinvolgente Samba. Lui si toglie la maglia e sotto ha una camicia fiorata. Indossa gli occhiali e si vede andare via sull’auto che ha una targa brasiliana. Divertente l’hashtag che è #tantavogliadibrasil.

Gli episodi mostrano tutti le prodezze di un calciatore le cui tipiche magie balistiche sono dimostrate e che come il marchio che rappresenta, Jeep, accumula sempre successi uno dietro l’altro. Ogni episodio è stato lanciato in momenti specifici: la vittoria del trentaduesimo scudetto, il compleanno di Andrea Pirlo, un ironico episodio legato alla finale di Champions e, in ultimo, la partenza azzurra per il Brasile. Il marchio Jeep, invece, coglie l’occasione per celebrare un periodo particolarmente fortunato: lo scorso anno, infatti, il brand americano ha colto una nuova vittoria raggiungendo il primato assoluto di oltre 730 mila unità vendute nel mondo per il secondo anno consecutivo e registrando un trend di crescita ininterrotto da quattro anni sia a livello globale che americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>