Tre nipoti e un maggiordomo

Oggi per la rubrica Recorder parleremo di una serie televisiva tanto amata, nata nel 1966 in America e terminata nel 1971, composta da 5 stagioni e 130 episodi: Tre nipoti e un maggiordomo (titolo originale Family Affair), ideata da Don Fedderson e Edmund L. Hartman.

La sit com, andata in onda in Italia per la prima volta nel 1976, racconta la storia di tre dolci ragazzini, che a causa della morte del padre e madre, vengono accolti in casa dallo zio William “Bill” Davis (Brian Keith), un ricco scapolo dell’elite di Manhattan.

A causa dei numerosi viaggi di lavoro dello zio, i tre ragazzi vengono affidati costantemente alle cure del maggiordomo French (Sebastian Cabot), un uomo gentile e pacato, che tra l’altro deve occuparsi della casa.

Il povero maggiordomo ha l’arduo compito d’insegnare le buone maniere, ed accudire, oltre che comprendere i tre piccoli ragazzini, Sissy (Kathy Garver) la più grande che attraversa i classici problemi dell’adolescenza, ed i gemelli Elizabeth (Anissa Jones) e Jonathan (Johnny Whitaker) le pesti della casa.

Seppur in partenza il maggiordomo non ha accolto con tanta felicità la sua nuova occupazione, con il passare del tempo e nonostante i vari pasticci dei gemellini, si affezionerà a loro tanto da fargli da padre a tempo pieno.

La serie è stata un vero successo a livello mondiale, piena di ironia di stampo british, caratterizzata da personaggio ognuno con una propria e ben delineata personalità, purtroppo nel corso della lavorazione l’attore che interpreta il maggiordomo, Cabot si è ammalato ed è stato sostituito per 9 episodi da John Williams che interpreterà suo fratello Nigel.

Tre personaggi della serie sono deceduti, Anissa nel 1976 venne trovata morta nella sua casa a soli 18 anni per overdose, Sebastian Cabot muore a 59 anni per attacco cardiaco, mentre l’attore che interpretava lo zio, Brian Keith si è tolto la vita nel 1997.

Lascia un commento