Home » Mea Puglia Festival 2012 rifiutato da Rai e Mediaset, Al Bano: “In onda col metodo Santoro nel circuito delle reti private”

Mea Puglia Festival 2012 rifiutato da Rai e Mediaset, Al Bano: “In onda col metodo Santoro nel circuito delle reti private”

A Franco Bagnasco di Tv Sorrisi & Canzoni, Al Bano ha rivelato che, dopo appena due anni, la nuova edizione del Mea Puglia Festival non andrà più in onda su Rete 4:

Lo spettacolo è stato ripreso dall’emittente locale TeleNorba, e andrà in onda ai primi di settembre in tutta Italia con il “metodo Santoro”, ovvero nel circuito delle reti private che hanno già mandato in onda Servizio pubblico. Stavolta avevo bussato alle porte della Rai, alla quale in 45 anni di carriera non avevo mai chiesto un favore pur avendo dato, mi sembra, abbastanza, ma un signore si è messo di traverso e ha detto no. Peccato.

Tra gli ospiti della manifestazione anche Checco Zalone, Lino Banfi, Mara Venier, Umberto Tozzi, Massimo Giletti, Rita Dalla Chiesa, Toto Cutugno, Cristiano Malgioglio e Massimo Ranieri. Boy George ha cantato Io che non vivo di Pino Donaggio. Tra i giovani talenti della discografia italiana, spicca il nome di Pierdavide Carone. Dietro le quinte, c’erano anche Loredana Lecciso, Yari e Cristel Carrisi, figli nata dal matrimonio con Romina Power.

1 commento su “Mea Puglia Festival 2012 rifiutato da Rai e Mediaset, Al Bano: “In onda col metodo Santoro nel circuito delle reti private””

  1. Tranne Boy George tutto il resto del caravanserraglio di questo spettacolo (a me sconosciuta come credo anche al resto del nostro Paese, Puglia esclusa) lo si vede ogni giorno nei pomeriggi e nelle serate per anziani del palinsesto che va da settembre a luglio.
    Han fatto bene in Rai, una volta tanto, a non accettare il Mea Puglia Festival 2012 avrebbero dovuto posticipare le nuove edizioni dei mocciosi canterini o dei morti di fama che ballano penosamente.

    Rispondi

Lascia un commento