Se… a casa di Paola su Raiuno

di Diego Odello 92

Da questo pomeriggio su Raiuno andrà in onda Se… a casa di Paola, il varietà che sostituisce Festa Italiana, condotto, dagli studi Dear, da Paola Perego.

Il programma darà spazio a chi sente il bisogno di raccontarsi e di far ascoltare la propria voce, a chi ha voglia di rimettersi in gioco e ricominciare tutto da capo, a chi pensa che il proprio passato abbia un valore diverso, a chi vuole denunciare un’ingiustizia, a chi ama giocare, divertirsi, lasciarsi andare e dare un valore ad ogni minuto che passa, a chi pur essendo un personaggio amato da tutti non ha ancora raccontato tutto della sua vita. Tradotto: la trasmissione quotidianamente dedicherà il suo tempo a persone comuni che hanno qualcosa da dire e a personaggio famosi che vogliono confidarsi (o apparire in tv).

La conduttrice a Sette del Corriere della Sera dichiara:

Cambierà tutto affinché nulla cambi. Dunque continueremo a raccontare le storie delle persone comuni. In Se…a casa di Paola vorrei dare più spazio alle storie dei ragazzi, ai loro problemi nel mondo del lavoro, perché credo che un people show debba distrarre il pubblico ma anche parlare di questioni che riguardano tutti.

Se cercate un’ora circa di storie di vita, non perdetevi dal lunedì al venerdì alle 15.00 su Raiuno Se… a casa di Paola.

Commenti (92)

  1. vorrei far pervenire a Paola un libro “LA SCOPA PARLANTE ‘a munnezza ‘ncoppa ‘o core”..e poi eventualmente raccontare un’emozione ..chiusa da molto tempo nel cassetto dei sogni.Nell’attesa di conoscere il recapito ,cui inviare il mio libro,guardo rai uno ..e non solo ..Cordialmente Giovanna

  2. Sto guardando il programma di paola perego,con tanti programmi che ci sono in tv è il primo che stà affrontanto un argomento che a mè stà molto a cuore
    “le morti sul lavoro,chiamate le morti bianche”.Io ho perso mio marito
    il 17 settembre 2008,aveva 49 anni,ma il destino è stato crudele.
    con affetto Monica.

  3. sono stufa di sentire tutte queste notizie della malasanita’ tanto questi medici sono degli assassini autorizzati nessuno puo punirli ,parlo cosi perche’ anchio so cosa significa perdere una persona cara in questo modo.dovremmo unirci tutti sicuramente saremmo un esercito dovremmo spaventarli cosi inparerebbero che noi non siamo delle cavie ma persone scusa se parlo cosi ma sono veramente adolorata di tutto questo ciao PAOLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>