Attenti a quei due: su Raiuno la sfida tra Frabrizio Frizzi e Max Giusti

di Redazione 8

Questa sera su Raiuno andrà in onda Attenti a quei due il nuovo programma d’intrattenimento condotto da Fabrizio Frizzi e Max Giusti in cui i conduttori sono i veri e propri protagonisti della sfida. In palio c’è una cena con la bella Alena Seredova.

La gara prevede una serie di prove ispirate a dei noti programmi della Rai, come Ballando con le stelle, Ti lascio una canzone, Chi l’ha visto, I Raccomandati, X Factor e Carramba che fortuna: ogni prova, dal ballo alla sfida canora, dalla carrambata al fino a quelle di puro intrattenimento, verrà giudicata dal pubblico in studio che dovrò scegliere la migliore performance di ogni categoria.

A commentare i duelli ci saranno tre giudici esperti, volti rappresentativi dei talent show: Alessandra Celentano (giudice di ballo di Amici), Barbara De Rossi (ospite opinionista di Ti lascio una canzone e ballerina in erba dell’ultima edizione di Ballando con le stelle) e Mara Maionchi (giudice e capitana storica di X Factor).

Fabrizio Frizzi non nasconde la speranza che il programma piaccia e dice (fonte Il Tempo):

È un esperimento anche molto coraggioso: due matti come noi che si sfidano nel doppio ruolo inesplorato di conduttori e concorrenti di una supergara. Avrà successo? Noi ci auguriamo che chi lo intercetterà in tv si fermi a divertirsi. L’idea di questa coppia l’ha avuta Pasquale Romano ce si ha visti insieme ad Affari Tuoi a dicembre. Tra noi c’è giocosità e rispetto e anche competizione, ma garbata senza prevaricare. Max ha grinta e una capacità d’improvvisazione pazzesca.

Se volete seguire la puntata pilota di un varietà inusuale che potrebbe essere riproposto in futuro, non perdetevi questa sera alle 21.20 su Raiuno Attenti a quei due, il programma di Pasquale Romano, scritto con Domenico Baldini, Stefano Fabrizi, Ermanno Labianca, Annalisa Montaldo e Marco Perrone, con la collaborazione di Giuliano Rinaldi (Regia di Stefano Mignucci).

Commenti (8)

  1. Buonasera, volevo informarvi che, chi ha organizzato la presenza delle cheerleaders all interno dello show “attenti a quei due” non ne sa proprio nulla di questo sport, dove alla base di tutto c é il coordinamento, l eleganza e stilositá dei costumi, lo studio accurato di ogni singola performance o posizione di stan-by, ecc ecc……….consiglio, verificate prima di spendere parole, e fare brutte figure voi e questo sport!!
    Grazie, Lo staff della Federazione Italiana Cheerleading.
    Se volete ribadire, contattateci via mail o consultando il sito Federale, troverete tutti i contatti dei responsabili e del Presidente.

  2. Sono daccordo con voi ma lo spettacolo di Frizzi e Giusti non prevedeva di fare una lezione sul cheerleading bensì di usare in un modo molto semplice delle ragazze che facessero un tifo per i due conduttori,penso,anche se non sono un’ottimizzatore tv quindi tiro ad indovinare.E comunque sia l’immagine era fresca e allegra come deve essere in tv in questi programmi di semplice intrattenimento.Se si dovesse ospitare il cheerleding in Tv per parlarne sono certo che chiederebbero a voi di farlo al meglio,contattandovi visto che siete la massima organizzazione no? Quindi trovo sterile il commento sembra davvero voler criticare ogni cosa.

  3. @ Federazione Italiana Cheerleading:
    State cadendo davvero nel patetico, siete sempre pronti a denigrare il lavoro degli altri prima dicendo in un’intervista una massa di cavolate… “state tentando di organizzare una squadra per i prossimi mondiali perché i risultati in passato non sono stati all’altezza delle aspettative”?!? E le Millenium in questi anni cos’hanno vinto nella categoria stunt… patate?!?
    Voi parlate di bellezza e stile, dove sta il vostro stile? Nello scegliere una divisa in stock (diciamolo anche abbastanza bruttina), cambiargli solo colore da squadra a squadra e vestire così tutta l’Italia? Bella schifezza.
    E poi dite che “chi ha organizzato la presenza delle cheerleaders non ne sa proprio nulla di questo sport”? Perché voi si? Sempre nella stessa intervista il presidente della vostra “federazione” dice di puntare sul dance perché “le figure che si fanno, piramidi o altro (altro cosa?), non sono considerate pericolose (?) e non necessitano di protezioni (??), a differenza di quelle acrobatiche, dove ci possono essere salti anche di 6 o 7 metri” Cosa, ne siete proprio certi?!? Le piramidi non sono pericolose? Ma allora mettere dei ragazzi di sicurezza nelle gare è un’idiozia secondo voi… Da dove viene la vostra conoscenza di questo meraviglioso sport, che state rovinando, dai telefilm americani?
    Forse sarebbe meglio che prima di parlare e distruggere l’operato degli altri vi fermaste un secondo per imparare cosa significhino umiltà e collaborazione perché queste sono qualità che proprio vi mancano.
    Per ribattere sono qui, a vostra disposizione, ma abbiate il coraggio di farlo davanti a tutti e non scrivendomi un messaggio minatorio sulla mail come so essere successo in passato…
    E per inciso “all interno” ha l’apostrofo; lo sa anche mia figlia di sei anni!

  4. @ Federazione Italiana Cheerleading:
    Salve “federazione italiana cheerleading” ho partecipato al programma di Frizzi e Giusti come cheerleader con altre 19 ragazze provenienti da tutta italia. Come potete dire una cosa simile..concordo con vera sostenitrice del cheerleading per il fatto che siete voi a non saperne nulla di questo sport..mi risulta infatti che è quasi un anno che siete usciti fuori con questa storia di essere una federazione ma non lo siete ancora ufficialmente giusto? E quindi in un anno come fate a conoscere questo sport? Io ho vissuto un anno in america, ho frequentato il quarto anno di liceo li e ho conosciuto il cheerleading nel vero senso della parola.
    tornando al programma televisivo..io l’ho vissuto.. e non credo che questo abbia rovinato l’immagine della cheerleader, anzi era una cosa molto carina e originale; facevamo quello che fa una vera cheerleader e che ci è stato richiesto, ovvero sostenere i nostri conduttori.
    Ci siamo divertite tantissimo e anche il pubblico si è divertito, non siamo arrivate li impreparate, ci siamo incontrate, conosciute, allenate, organizzate e coordinate perchè è quello che fanno le All Star (e noi lo siamo da prima della vostra squadra milanese).
    Tutto questo ovviamente è avvenuto sotto gli occhi e la direzione esperta di persone che lavorano quotidianamente nel mondo televisivo e persone esperte di questo sport.
    Quindi le ribadisco, cara federazione che lei non può assolutamente criticare il lavoro degli altri perchè è giunto il momento che se vuole essere chiamata Federazione inizi a comportarsi da tale…

  5. @ Mathiew Luckins:
    Salve Mathiew, (ci scusiamo, non volevamo offendere nessuno) abbiamo contattato e scritto sul forum perché subito dopo la trasmissione ci hanno tempestato di commenti, mail, messaggi, ecc….chiedendoci un po´di cose a riguardo….siete voi, non siete voi, volevamo andare noi, ecc ecc……che non mi interessa ribadire ne divulgare,………….volevamo solo puntualizzare che non erano cheerleaders della Federazione………tutto il resto……a noi non interessa, continuiamo nel nostro lavoro, che dopo 7 mesi é giá da “Guinness dei primati!!”
    ……..i commenti e malelingue, li lasciamo a chi ha tempo da perdere, e noi non ne abbiamo proprio!!
    Grazie, Federazione Italiana Cheerleading

  6. @ una VERA sostenitrice del cheerleading:
    Carissima sostenitrice del cheerleading, chi e lei?, ha un team?, é una coach? non si nasconda……..spara a mille, non conoscendo i fatti, in piú nella risposta usa termini e toni che a noi non piacciono,, é troppo facile scrivere senza firmare, é simbolo di non professionalitá, noi potevamo commentare senza lasciare i nostri contatti, invece li abbiamo inseriti.
    Aspettiamo una sua risposta in privato, puo´scrivere alla mail [email protected], la contatteremo, e ci racconterá a voce tutto quello che pensa,
    Elena Gentile, Federazione Italiana Cheerleading

  7. Che tristezza davvero…leggere tutto ciò,ho contribuito a portare il cheerleading in Italia sette anni fa e il Signor Riccardo Cavalieri che voi conoscete come il vostro presidente quando l’ho conosciuto gentilissimo e propositivo veniva a cercare di capire che cos’era questo nostro mondo ci siamo incontrati in un ristorante con le Millennium e con tutte le mie cheerleaders,allora c’era la scusa di un reality,che magari poi verra’ anche fatto,ma alla fine l’incontro serviva a cercare gente che entrasse in Federazione e anche carpire qualche informazione per la vostra futura federazione,io non sono rimasta ben inpressionata da quell’incontro perchè sentivo che qualcosa non andava,mi sfuggiva qualcosa,in una seconda riunione venni molto ben inpressionata dalle proposte nonchè dai progetti della vostra federazione al punto da essere li’ li per entrarci,andammo anche a fare uno spettacolo con paga da fame ma si sa i soldi sono arrivati solo dopo non a caso la vostra squadra di Roma pare guadagni 100 euro a ragazza per volta noi ne prendemmo 200 spese comprese per una cosa terribile ma non inporta piu’ ora fare della dietrologia..comunque sia da quando ho deciso di non entrare mi sono anche riproposta di non entrare in rotta di collisione ne con voi ne con altre federazioni perchè mi sono detta che se tutti fanno la loro strada senza “sputtanarsi” collaborando senza voler per forza dimostrare che gli altri son degli incapaci forse si possono raggungere dei risultati,ma l’aver usato una classe indiscutibile,bacchettando anche le mie ragazze quando si addentravano in normali discussioni con altre squadre su facebook e insegnando loro che non è cosi’ che s raiggiungono i risultati,eppure vedo che forse era meglio fare il contrario.Anche a me c’è pieno di squadre piccole che telefonano per chiedere consiglio se entrare con voi o no perchè non son convinte del vostro operato ma io prendo sempre le distanze e consiglio alle ragazze di telefonarvi non parlo mai male di voi sarebbe troppo facile.Ora mi domando se nelle vostre tasche sono entrati soldi nello scivere cio’ che avete scritto sulle ragazze di Attenti a quei due,in tal caso non capisco ma mi adeguo,ma se lo avete fatto gratis non lo trovo corretto.Anche se abbiamo un modo diverso di vedere le cose non è facendo cosi’ che portermo avanti questo sport,e comunque sia vi ricordo che facevamo le cheerleaders prima di voi ma non abbiamo mai usato cattiveia nel vedere i vostri inizi e nel vedere i vostri risultati “da Guinness” anzi ne siamo felici per voi.
    Deponete l’ascia di guerra io non combatto con nessuno faccio dello sport non del business.Ho visto alcune vostre squadre in esibizione e non tutte sono perfetta anzi,ma non mi sarebbe mai venuto in mente di denigrare ho solo pensato che devono allenarsi di piu’ tutto qui.
    Buona lavoro

    PS:non sono scema,ne’ troppo buona..sono una che non ama essere denigrata perchè lavoro sodo come voi e mi merito il rispetto e se qualcuno lo fa per sbaglio e poi continua beh…meglio di no!!!

  8. vedo la trammissione di attenti a quei due e mi iteressa la parte dei cervelloni come faccio per concorere ai cervelloni….come devo fare quale è lindirizzo per scrivere mi fate sapere come si fa. perche anchio pago il canone da 40 anni grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>