Cronache Marziane

di Benedetta Guerra Commenta

Oggi per programmi tv del passato parleremo del varietà Cronache Marziane, prodotto da Luigi Perricone e Pierangelo Marano, sotto la regia di Alessandro Baracco e Dario Calleri e condotto da Fabio Canino.

Il talk show era ripreso dalla trasmissione spagnola di Telecinco Crònicas marcianas andata in onda dal 1997 al 2005. La prima edizione del talk andò in onda a settembre del 2004 su Italia 1 e andò in onda sia il giovedì che il venerdì, mentre nel 2005, in primavera, andò in onda il mercoledì e venerdì.

Cronache marziane non era come gli altri talk show: qui gli ospiti che venivano erano strambi, particolari, come il conduttore, sempre vestito in maniera estrosa e con battutte al veleno per tutti.

Canino, graffiante come pochi, quasi mai accondiscendente, in ogni puntata aveva al suo fianco numerosi personaggi dello spettacolo e non solo. Tra quelli stabili: c’era Bambola Ramonapadre Apeles, Marxiano Melotti docente universitario antropologo e antichista, Roberto Da Crema, Alessandro Cecchi Paone.

Nel cast del programma, che venne definito trash o addirittura immorale, hanno fatto saltuariamente parte anche Flavia Vento, Loredana Lecciso, Donatella Rettore ed Eva Henger. Durante i dibattiti del talk vi erano alcuni personaggi stabili come Candida Morvillo, giornalista di costume e spettacolo, la Principessa Immacolata Gargiulo e Flavia Cercato una voce conosciuta a radio 2 e per tre anni al Gambero Rosso Channell. Nell’universo del programma, poi, c’era spazio anche per le drag queen, i trans e  le vallette del XXI secolo.

Durante la messa in onda, attraverso un sms, si poteva mandare il proprio pensiore sul tema trattato, che poi veniva fatto apparire in sovraimpressione in basso sulla barra: il bello è, che spesso e volentieri i messaggi erano senza censura, divertenti, sarcastici e cinici. Nonostante il grande successo, la trasmissione non venne rinnovata più rinnovata e noi tutt’ora siamo orfani delle Cronache Marziane.

fonte foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>