My Life

di Redazione 6

My Life. Per prima cosa, si tratta di una traduzione impropria: il titolo originale, infatti, è Rote Rosen (Rose Rosse), in tedesco, dato che tedesca è la soap di cui sto parlando.

Siamo tuttavia abbastanza distanti dall’obsoleto concetto di soap al quale siamo abituati: si tratta infatti di uno scenario piuttosto originale, in cui l’atmosfera patinata che balza subito davanti ai nostri occhi mentre pensiamo alla parola “soap” non ha ragione di esistere.

La serie va in onda da lunedi 2 Giungo su Canale 5 alle 14:40, orario da soap, per un canale che in quell’orario è un canale da soap.


Le vicende prendono le mosse da un dramma familiare banale quanto realistico: un tradimento sistematico. La protagonista infatti, Petra Jensen (Angela Roy), una donna di mezza età perfettamente inserita in un contesto di normalità, scopre che il suo compagno Thomas (Gerry Hungbauer) ha una relazione extraconiugale.

E che relazione! Si tratta infatti niente meno che di Miriam, la migliore amica di sua figlia Tanja. Più che un pretesto, ormai un clichè, il classico “big bang delle soap” dà l’inizio alle vorticose danze intrecciate degli eventi che seguono.

E iniziano i gli intrighi, i segreti e gli intrecci. Ormai il dado è tratto, e Petra corre in discesa, e non può fermarsi di colpo, cosa di cui del resto la stessa trama risentirebbe.

Ci si chiede se ci sarà qualche novità, l’inizio promette comunque una contestualizzazione diversa e in un certo senso originale, anche se a pensarci bene il cambio di contesto potrebbe non rappresentare un vero cambiamento a livello strutturale.

Certo che siamo già alla seconda soap tedesca che approda su Mediaset: l’altra è infatti la patinatissima Tempesta d’Amore, che tuttavia tende in modo molto forte al genere classico, tra dolcezze e alberghi di superlusso.

Visto il successo di Tempesta d’Amore, penso che Rote Rosen stia incrociando le dita al fine di riuscire ad emularne gli aspetti positivi, pur mantenendo una struttura propria ed idiosincratica.

Le premesse ci sono tutte: la prima puntata è interessante, e in comune con Tempesta d’Amore, My Life ha anche il fatto che entrambe sono state trasmesse da Das Erste, e il successo col pubblico è stato notevole.

Qui i casini sembrano “un pò più vissuti”, un pò più ultra-quarantenni. La musica non è esattamente la solita anche se, sia bene inteso, si tratta pur sempre di una soap, quindi non aspettiamoci rivoluzioni.

Sia invece lecito aspettarsi intrighi interessanti, sperando che ci si dia una smossa anche per portare avanti, in senso evolutivo, un genere che a me sembra, nei suoi tratti di base, abbastanza sedimentato.

Del resto c’è chi si sente più sicuro senza tante sperimentazioni e con una maggiore sicurezza, circondato da imprevisti attesi e da colpi di scena messi in conto già a priori.

Commenti (6)

  1. un paio di correzioni: my life è partita il 3 e non il 2 di giugno, e inoltre non è la seconda soap tedesca acquistata da mediaset, ma sarà la quinta (tempesta, cuori fra le nuvole, cinque stelle, bianca e la stessa rote rosen..).

  2. Giusto! Grazie delle correzioni!

  3. mi sapete dire per favore come si chiama la colonna sonora del telefilm my life???? mi sto impazzendo a cercarla…. grazie…

  4. Joana Zimmer This Is My Life

    Ti dò il link di wiki tedesco, così puoi avere altre informazioni sulla cantante. Ti consiglio di registrarti al nostro sito, così non ti perderai le possibili notizie che daremo in futuro sulla serie.

    http://de.wikipedia.org/wiki/Joana_Zimmer

    Ciao

  5. vorrei sapere come si intitola la canzone che petra,la protgonista di my life,ascolta in soffitta nel corso della prima puntata del 3 giugno. è importante,nn sono + riuscita a trovarla e non sò nemmeno dove poterla cercare… aiutatemi,grazie!!

  6. vorrei sapere se sono già in vendita i dvd della serie che so terminerà il 3 ottobre.sapete anche quando riprender.grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>