Centovetrine non chiuderà

di Sara Lorenzini Commenta

L’ultima puntata di Centovetrine è andata in onda venerdì. Il gran finale ha lasciato tutti con il fiato sospeso. Anche perché in molti si chiedono se riusciranno davvero a scoprire come fa a finire Centovetrine, dal momento in cui un giorno sì e l’altro pure si parla della chiusura della soap di Canale 5.

Se chiudesse Centovetrine sarebbe un dramma non dà poco. E non tanto perché non sapremmo come va a finire la storia di Ettore o di Viola… ma perché la lunga serialità dà vita a un’industria culturale e produttiva di altissimo livello, che coinvolge maestranze e artisti, tecnici e creativi. Centinaia di persone – difficili da ricollocare in un momento in cui si produce sempre meno fiction e nello specifico l’unica soap made in Italy resterebbe Un posto al sole – si troverebbero senza lavoro. Gli operai dello spettacolo, invisibili dietro le quinte, un po’ come quelli dietro i macchinari di una fabbrica.

 Centovetrine non chiuderà. Questo ormai è certo. Si prenderà però una lunga pausa natalizia. Il ritorno è previsto a Marzo. E per di più in prima serata.

Le voci che si rincorrono sulla chiusura di Centovetrine, infatti, non riguardano gli ascolti bassi, ma il fatto che gli altissimi costi non giustificano un programma in daytime. L’esperimento dell’anno scorso – la messa in onda in prima serata di Centovetrine – era stato premiato, una media di 4.000.000 di telespettatori. Per questo a Marzo 2013, Mediaset tenterà di nuovo l’operazione.

Intanto l’ultima puntata di Centovetrine si è chiusa con un colpo di scena: Ettore non sa che Maddalena intende colpirlo proprio durante le nozze della figlia. E anche se Ivan gli ha rivelato la vera identità della donna, Ettore decide di portare avanti la cerimonia.  E mentre Carol si fa raccontare da Yuri, gli ultimi attimi di vita di Adriano… Viola per un momento pensa al suicidio, convita che Damiano sia morto. Ma l’uomo improvvisamente si riprende. E Romeo e Giulietta, per quest’ultima puntata di Centovetrine, non li abbiamo scomodati più di tanto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>