Batticuore, dal lunedì al venerdì su Rai Premium

di Redazione Commenta

Batticuore (Máximo Corazón) è un po’ la storia di Romeo e Giulietta in chiave moderna e dall’11 Febbraio arriva in Italia su Rai Premium: dal lunedì al venerdì, ogni pomeriggio alle 17.30 la soap-opera terrà compagnia i telespettatori del canale tv dedicato alla fiction e alla lunga serialità.


Trama

Massimo Martinelli (Gabriel Corrado) è sposato con Lucilla (Emilia Mazer). La coppia sogna di avere sei figli e invecchiare insieme, ma durante la celebrazione del primo anniversario di matrimonio, Lucilla però viene aggredita da dei malfattori e viene uccisa: affranto dal dolore, Massimo decide che il cuore di sua moglie può salvare una vita un’altra persona e autorizza quindi la donazione e il cuore della moglie viene trapiantato a Lorena (Valeria Bertuccelli), salvandole la vita.

Lorena, ristabilitasi dopo l’intervento inizia a sperimentare nuove sensazioni, e viene presa dalla necessità di conoscere com’era la persona che le ha donato il suo cuore. Attraverso delle ricerche, la donna arriva incontrare Massimo: un incontro fortuito, un gioco del destino si direbbe, che porta ad una frequentazione che inizia con non poche difficoltà.

Infatti, Lorena è sposata con Arturo Lopez Paz (Jorge Marrale), a cui vuole essere fedele; Massimo, invece, dopo la perdita della moglie vuole continuare a vivere senza più innamorarsi; parallelamente, entra in scena Elisa, figlia della prima moglie di Arturo, una ragazza viziata che appena conosce Massimo e si propone di conquistarlo a tutti i costi e l’attrazione iniziale si trasforma in una vera e propria ossessione: la ragazza convive con il suo fidanzato nell’appartamento al lato di quello di Massimo, ma non esita un solo istante per saltare dal balcone e entrare nel letto del patrigno.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>