Chef per un giorno

di Enrico Nanni 1

Non avrei mai pensato che un reality moderno riuscisse ad essere abbastanza innovativo, ma soprattutto divertente. La realtà come di consueto mi contraddice, ed io ne sono ben lieto.

Su La 7 possiamo infatti gustarci i piatti cucinati nel corso di Chef per un giorno, un programma in cui personaggi del il mondo dello spettacolo si misurano col mondo dei fornelli.

E non è un misurarsi così, tanto per fare. Si tratta di cucinare un numero definito di pietanze, che verranno poi sottoposte al giudizio di un gruppo di veri esperti del settore, che con serietà mista a ironia valuteranno le capacità culinarie dei personaggi che di volta in volta si cimentano nel compito annoso di cucinare qualcosa.


Detto così non suona così divertente com’è dal vero, quindi procedo con qualche dettaglio, sperando di riuscire a rendere l’idea. Per prima cosa, in un certo senso il vip è solo. Intendo dire che è solo il vip ad essere sottoposto a giudizio.

In altri reality, come l’Isola dei Famosi, o Il Grande Fratello, possono crearsi dei piccoli gruppi, in grado di dar vita a sparute forme di supporto. Qui l’unico supporto è dato da alcuni cuochi professionisti, che lavorano in cucina supportando, appunto, il personaggio di turno nella oparte tecnica.

Capisco la loro presenza, e la vedo come assolutamente necessaria, specie per persone, come me, che al di là di un piatto di pasta, sanno fare veramente poco. Questi sono Sergio Maria Teutonico, Maurizio Di Mario, Laura Di Rienzo, Alessio Pizzi e Velia De Angelis.

Per il resto, tutti giudicano. Dimenticavo di dire che tutto si svolge all’interno di un ristorante, il “Durlindana” di Roma. Non ci sono mai stato, ma l’ambiente è accogliente e il clima estremamente allegro.

Il compito è presto detto: la vittime deve cucinare due antipasti, due primi piatti, due secondi piatti e due dessert a sua scelta per tutti gli aventori del locale. Tra questi vi sono più tre critici esperti, Leonardo Romanelli, Fiammetta Fadda ed uno chef professionista per ogni puntata.

Uno degli aspetti più spassosi è il feedback continuo che riceve il “cuoco per un giorno”. Infatti dalla cucina è possibile sentire i commenti fatti nei vari tavoli, e l’identità del cuoco è scoperta solo alla fine della gara.

I commenti ai tavoli rappresentano un mosaico massimamente variopinto e divertentissimo. Ognuno fa il suo commento, ognuno emette il suo verdetto, ognuno fa il suo pronostico sull’identità del cuoco.

Ed è divertentissimo il fatto che tutti giudichino in base a loro stessi, alla propria professione, ai propri pensieri del momento, deviando completamente quelle che sono le interpretazioni corrette dei fatti.

Questa forma di feedback rende esilarante la maggior parte delle situazioni, in cui vediamo il povero cuoco sotto giudizio sentirsi dire le cose più incredibili, per poi rispondere ascoltato da noi ma non da chi ha espresso l’eventuale sentenza.

Tra i partecipanti alla trasmissione abbiamo Patrizio Roversi, Barbara Bouchet, Max Tortora, Alessandro Cecchi Paone, Natasha Stefanenko, Paola Saluzzi, Lamberto Sposini, Tosca d’Aquino, Alessandro Sortino, Eva Henger, Giampiero Mughini, Ciccio Graziani, Paola Saluzzi, Lella Costa, Stefano Masciarelli, Marco Baldini, Fiona May, Rosita Celentano, Irene Grandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>