The Einstein Factor: un quiz per veri esperti

di Enzo Mauri Commenta

Se ritenete di sapere tutto su qualcosa o qualcosa su tutto, The Einstein Factor è il gioco che fa per voi! La frase iniziale è lo slogan che accompagna questo gioco a quiz in onda dal 2004 sull’ australiana ABC1, condotto dal comico Peter Berner, che non manca di cimentarsi nel corso del programma in battute divertenti com’è sua natura. Il Fattore Einstein, giunto alla quinta stagione viene trasmesso ogni domenica alle 18.30, è stato creato dal produttore televisivo australiano Barry O’Brien, mentre Ian Duncan è il produttore esecutivo.

Ogni settimana tre concorrenti si propongono come tuttologi , determinati nel raggiungere l’obiettivo finale: essere proclamati vincitori assoluti ovvero Einstein Factor Grand Champion, totalizzando il punteggio più alto, dopo essersi confrontati con quelli delle altre puntate. Ufficialmente non sono previsti altri premi, esistono dei veri e propri play-off , fino ad arrivare all’ultima puntata dove si scontrano i migliori tre. Una stagione di The Einstein Factor può durare anche 40 puntate, divisa in tre parti da 13 trasmissioni ciascuna più la finale.

I concorrenti si presentano come esperti di una determinata materia, oltre ad essere bersagliati da una vera e propria gragnola di domande , devono sottoporsi al severo ma non troppo controllo del Brains Trust, una sorta di elite intellettuale composta da tre personaggi più o meno celebri che con le loro risposte possono influenzare il cammino del giocatore di turno.

Il gioco si suddivide in tre manche: nella prima il concorrente deve rispondere il 90 secondi a 15 domande, ogni risposta esatta gli consente di vincere 100 punti, caso strano ad ogni risposta esatta non corrisponde una penalizzazione di altrettanti punti, al termine il giocatore può decidere di guadagnare altri 100 punti grazie ad una domanda bonus. Nella seconda il giocatore decide di rispondere ad un argomento scelto tra una rosa di nove rispondendo vero o falso a ogni domanda, anche in questo caso il Brain Trust può influire sul punteggio del concorrente di turno, aiutandolo nel dare la risposta corretta, ma anche peggiorandone la situazione dando a propria volta un responso errato.

Nella terza fase i tre concorrenti si ritrovano a rispondere insieme a una serie di domande sugli argomenti a loro familiari mescolati a quelli di cultura generale. Hanno a disposizione tre risposte, anche in questo caso a ogni risposta esatta guadagnano 100 punti, ma in caso di errore ne perdono altrettanti. Il gioco scorre piacevolmente grazie anche alla verve del conduttore, in più offre allo spettatore l’opportunità di rinfrescare la propria cultura generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>