Tv Mondiale 2010 Ventiquattresima Giornata: Sky beata tra le donne, Tombolini Polpo onorario e Costanzo sahariano

di Redazione Commenta

La ventiquattresima giornata dei mondiali di calcio ha visto svolgersi la prima semifinale che ha decretato la prima finalista di questa edizione sudafricana, definita da Ivan Zazzaroni di Mondiali Rai Sprint, la più brutale di tutti i tempi. E’ difficile dargli torto, vista la debacle della nostra nazionale, l’inaspettata esclusione del Brasile, l’eliminazione umiliante dell’Argentina e quella drammatica del Ghana. Una moltitudine di eventi che necessitano ore e ore di approfondimento giornalistico. Proprio per questo motivo Sky, nella fattispecie, Calcio Mercato Speciale Mondiali, non si è fatta trovare impreparata e ha deciso di allargare la propria schiera di opinionisti, inserendo nell’organigramma, personalità ricercate e competenti.

Visto che Alessandro Bonan ha solo una cosa che girovaga indisturbata nella sua testa (video dopo il salto) e non paghi affatto di bellezze del calibro di Ilaria D’Amico e Anna Billò, gli amici di Sky hanno deciso di attuare uno dei loro servizi in un luogo pregno di professionisti consolidati: la spiaggia. Tra un primo piano di una profonda scollatura e un’inquadratura furtiva di un florido fondoschiena, le intervistate sono tutte donne e una volta chiesto loro, se il Milan debba puntare su Luis Fabiano o Borriello, la risposta, ripetuta quasi in loop come se fosse il ritornello di una canzone hip-hop, è solo questa:

Luis Fabiano o Borriello? Borriello! Perchè è bello!

Siamo sicuri che amministratori delegati e agenti Fifa siano rimasti decisamente illuminati dalle capacità professionali delle intervistate e sicuramente avranno tratto vantaggio, qualunque esso sia, dalla competente serietà del servizio andato in onda su Sky.

L’occhio vuole la sua parte e su questo siamo tutti d’accordo e se i maschietti hanno goduto della prosperità delle nuove opinioniste di Sky, anche le femminucce possono lustrarsi gli occhi, pronte ad idolatrare il loro nuovo adone: Daniele Tombolini.

A Notti Mondiali, infatti, Fulvio Collovati non può non lanciare la sua consueta frecciatina all’ex-arbitro e di questo passo non escludiamo una loro possibile partecipazione a Forum. Collovati lancia un appello a Costanzo, dicendogli di temere per le sorti del suo fido collega, facendo un raffronto tra Tombolini e il celeberrimo polpo indovino di Oberhausen, Paul:

Quest’uomo si sta trasformando in polipo! Era agile quando arbitrava, è un cultore del proprio corpo, lo chiamano il George Clooney di Porto Recanati. Tombolini si sta polipizzando!

La regia, complice celata di Fulvio Collovati, manda in onda una foto raccapricciante dello stesso Tombolini, un’immagine che avrà mandato in delirio orde di donne, pronte a trasformarsi in devote geishe. Il Tombo è nudo: di fronte a un lauto pasto, mostra una pancetta notevolmente rilassata ma questo dettaglio è irrilevante quanto perdonabile. A procurare orrore e repulsione, invece, è un’enorme croce appesa al collo che lo fa apparire come un rapper di terz’ordine.


Dopo questa foto, è innegabile che Daniele Tombolini è il più 50 Cent dei nostri arbitri. Collovati, ovviamente, se la ride dall’alto del suo fascino indiscutibile da macho-man:

lI Sudafrica ti fa male!

Per difendersi, Tombolini si appella al rispetto della privacy, sostiene che la foto è palesemente taroccata ma, successivamente, la sua immagine guadagna qualche punto quando fa notare a Collovati, giustamente, che dire polipo per riferirsi al polpo, è un errore con i suoi colleghi, evidentemente disinformati, che se la ridono ormai a crepapelle.

Tombolini in Rai, ormai, vale come il due di briscola e un’ulteriore conferma di questa tesi la si può ottenere su come viene accolta la nuova rubrica di Daniele: le previsioni sugli arbitri. L’ex-arbitro, infatti, per far concorrenza al polpo, cerca di predire la qualità degli arbitraggi dei suoi colleghi con un suo spazio dal titolo austero e glorioso: le previsioni del Tombo.

Quando, poi, si fa riferimento a Paul, il polpo veggente, e alla sua imminente premonizione su Spagna-Germania, il complesso di inferiorità latente di Tombolini esce tristemente allo scoperto:

Ma alle mie previsioni non credete!

Anche Maurizio Costanzo, sempre a Notti Mondiali, da Roma, si accanisce su Tombolini, definendolo Polpo onorario, ma, credendo fermamente nella sue qualità di veggente, gli chiede un piccolo favore che lo riguarda strettamente:

Visto che sei un indovino, puoi dirmi a che ora andiamo in onda la prossima volta? No, perchè non vorrei andare in onda alle 5 del mattino!

Il Costanzo, dall’alto della sua veneranda età, non può più fare le ore piccole e non pago, denuncia l’alta quantità di animali di tutte le specie che albergano ormai nello studio Rai di Piazza di Siena, una presenza talmente elevata di bestioline di tutti i generi che in confronto il Sudafrica gli fa… un Baffo:

Ieri qui c’era una pantegana grossa così! C’era una pantegana che voleva intervenire, se torna ve la presento! Ieri sera, ci hanno invitato a cena due topi!

Giampiero Galeazzi conferma, Antonella Mosetti, l’ospite della puntata, ammette di essere terrorizzata dalla quantità impressionante di insetti con Maurizio Costanzo che termina l’intervento con una promessa:

Di questo passo, all’ultimo puntata verrò con una Sahariana!

La prima semifinale è stata Uruguay-Olanda ed è terminata col risultato di 2-3. Dopo il primo gol dell’olandese van Bronckhorst, festeggiato in modo esagitato dalla famiglia reale olandese, l’Uruguay è tornata in carreggiata, pareggiando con Forlan, con tutta l’aria di voler trovare il gol del vantaggio. Un gol quasi nato dal nulla del nazionale olandese Sneijder riporta avanti gli Orange che arrotondano ulteriormente il risultato con un altro gol firmato Robben. L’Uruguay non molla e, dopo molte occasioni olandesi, fa tremare i tifosi arancioni, segnando il 2-3 con gol di Maxi Pereira. Dopo cinque frenetici minuti di recupero, l’Olanda, sottovalutata fin dall’inizio, festeggia l’approdo in finale dopo 32 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>