Sanremo 2011: Unione Nazionale Consumatori e ADOC vigileranno sul televoto, le dichiarazioni di Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, la storia di Rinascimento

di Redazione Commenta

Festival di Sanremo 2011: -4. Anche oggi ci sono novità e curiosità riguardanti la manifestazione canora più importante d’Italia. Andiamole a scoprire insieme.

L’Agcom ha designato Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, e Carlo Pileri Presidente di ADOC, osservatori in rappresentanza dei consumatori durente le operazioni di televoto. Massimiliano Dona in una nota spiega il loro ruolo:

Il nostro compito è di grande responsabilità al fine di garantire il rispetto dei principi di eguaglianza, trasparenza ed imparzialità del televoto sanciti dal regolamento recentemente approvato dall’Autorità garante. La designazione da parte dell’AGCOM della nostra Unione come osservatore in occasione del Festival della canzone italiana premia il nostro impegno in un settore così delicato quale è quello della partecipazione del pubblico ai programmi televisivi. Auspichiamo che l’azienda di viale Mazzini accetti la nostra presenza e collabori in modo leale con le Associazioni dei consumatori.

Dichiarazioni 1. Belen Rodriguez è consapevole che il Festival per lei sarà una grandissima opportunità (fonte La Repubblica):

Per la prima volta farò parte di un evento tv che avrà eco anche in Argentina, per questo ho voluto Miguel Angel Zotto, con cui ballerò un tango… La rivalità con Elisabetta? Siamo due elementi di un meccanismo gigante e molto spesso i ruoli non li decidi tu. Cercheremo entrambe di fare del nostro meglio.

Dichiarazioni 2. Elisabetta Canalis è contenta di partecipare al Festival (fonte La Repubblica):

Sono molto felice di essere qui e mi sto divertendo con tutto il cast. E’ normale che ci sia gossip intorno a una manifestazione del genere, ma non gli do molto peso anche perché la maggior parte di quello che scrivono non ha nessuna fondatezza. Il festival è una bella occasione professionale, lavoriamo con impegno e con il sorriso sulle labbra.

Rinascimento. Il tempo racconta come è nata la canzone che canterà Gianni Morandi nella serata dedicata ai 150 anni dell’Italia:

Si tratta di una canzone scritta da Mogol e Gianni Bella poco più di un anno fa, registrata dallo stesso cantante siciliano sotto forma di provino, con parole inventate, una sorta di finto inglese, come capita spesso nei demo. Un brano altamente ispirato a cui successivamente, come suo solito, Mogol ha aggiunto dei versi. La malattia di Gianni Bella, da cui lentamente si sta riprendendo, ha fermato il progetto e il brano è finito in un cassetto. Si tratta senza ombra di dubbio della canzone più ispirata e lirica uscita negli ultimi tempi dal cilindro del compositore milanese. Un brano denso, fortemente emotivo, al quale Gianni Bella teneva molto. L’interprete più “naturale” sarebbe dovuto essere Adriano Celentano, che deve molto a questa coppia di autori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>