Tg La7, Enrico Mentana: “Ci aspettavamo un buon esordio, ma non così eclatante”

di Redazione 1

Enrico Mentana, dopo l’esordio col botto di lunedì del Tg La7 delle 20.00 (1,48 milioni di spettatori e 7,3% di share), prima di conoscere il risultato di ieri sera (1,29 milioni di spettatori e 6,6% di share), ha commentato i dati con Marida Caterini de Il Tempo. A proposito della prima puntata il giornalista dice:

Ci aspettavamo un buon esordio, ma non osavamo pensare che potesse assumere un aspetto così eclatante. Noi abbiamo costruito un prodotto destinato a consolidarsi nel tempo e a conquistare la fiducia dei telespettatori. Nessuno pensa a realizzare un Tg che stia in piedi un solo giorno come ascolti. Abbiamo lavorato in questi ultimi due mesi ad un ritmo che persino Marchionne guarderebbe con ammirazione.

Chicco Mentana spiega che la scaletta del suo Tg dipende dalle notizie di giornata e non da una tattica predefinita:

Non esiste una strategia o una gerarchia nella selezione delle notizie da dare in anteprima. Tutto dipende dalla quotidianità, da ciò che accade ora dopo ora. L’attenzione spazia, come è logico, a 360 gradi.

Parlando della concorrenza e della sua avventura a La7 dice:

Oggi nel settore ci sono due colossi, il Tg1 ed il Tg5. È ovvio che se uno dei due o entrambi calano, noi avremo più spazio … Questa per me rappresenta una sfida molto più sentita rispetto a quella del 1992, quando dovetti creare dal nulla il Tg5.

Commenti (1)

  1. Egr. dott. Mentana, le avevo scritto in passato (ed Ella cortesemente di aveva risposto) in occasione di una intervista al “nostro” Premier, della quale non avevo condiviso il suo atteggiamento un pò troppo…dolce e remissivo.
    Bene, ora – invece – non posso che rallegrarmi (e, al pari dell’altra volta, esternarglielo) per il modo davvero imparziale ma soprattutto CRITICO e finalmente scevro da qualsiasi ingerenza con cui la vedo condurre il TG.
    E’ diventato per questo un’appuntamento imperdibile (altro che TG5,Rete4 o RAI1) per me e per tante persone finora stanche e disilluse della maggior parte dell’informazione. Per amor di Dio, NON cambi e continui cosi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>