Annozero, Michele Santoro torna su Raidue, con Marco Travaglio e Vauro Senesi

di Diego Odello 39

Da questa sera su Raidue andrà in onda la prima puntata della nuova edizione di Annozero, il programma d’attualità condotto da Michele Santoro.

Confermato in toto lo staff, che comprende: il vignettista Vauro senesi, Sandro Ruotolo, Antonella Stellacci, Orazio Danza, Stefania Bonavina, Giusy Arena, Eva Giovannini,Riccardo Zoffoli, Giommaria Monti, Giulia Bosetti, Dina Lauricella, Alessandro Renna, Luca Bertazzoni, Luca Rosini, Gianni Caporali, Sabrina Provenzani, Stefano Maria Bianchi, Roberto Pozzan, Andrea Mastronicola, Massimiliano Lenzi, Corrado Formigli, Fawzia Moccia, Monica Giandotti, Filippo Barone, Andrea Casadio, Marcello Lippi e, nonostante tutte le polemiche, Marco Travaglio.

A proposito di Marco Travaglio: il giornalista sarà in trasmissione questa sera, non si sa ancora se con contratto o a titolo gratuito e farà il suo consueto editoriale d’apertura, oggi dedicato alla libertà d’informazione. Dice Travaglio (fonte Corriere Della Sera):

Del contratto non so nulla. So solo che ho lavorato fino alle quattro di notte per preparare il mio intervento ad Annozero.

Il direttore generale della Rai Mauro Masi, che ieri doveva trovare il bandolo della matassa sulla situazione Travaglio (tanto che ha contattato l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni), ha detto:

Su Annozero stiamo solo facendo un approfondimento sulla scelta di un collaboratore esterno per una trasmissione che ha avuto tutto quello che ha chiesto… Approfitto di questa occasione per fare una riflessione: il servizio pubblico deve essere un servizio plurale, deve rispettare la pluralità dei cittadini. Nel corso della mia vita professionale, osservando la situazione sia negli Stati Uniti che in Gran Bretagna, non ho mai visto che reti del servizio pubblico facciano programmi contro. Le inchieste si devono fare trasparenti e secondo le regole. Non si fanno trasmissioni politiche contro. L’apriori va contro il servizio pubblico.

La puntata odierna, intitolata Farabutti, chiederà ai propri ospiti se c’è un pericolo per la libertà d’espressione e se esistono dei giornalisti indesiderati e trasmissioni all’indice. A cercare di dare una risposta ci penseranno gli ospiti: il segretario del Pd Dario Franceschini, il deputato del Pdl Italo Bocchino, il direttore di Libero Maurizio Belpietro, il direttore de L’unità Concita De Gregorio e il giornalista Enrico Mentana.

Se avete sempre seguito Annozero, perché vi piace il tipo d’informazione che dà, ricordatevi che ogni giovedì dovete sintonizzarvi su Raidue alle 21.05.

Commenti (39)

  1. Alla fine era ora che dessero la conferma…dovevano proprio arrivare all’ultimo giorno quasi eh? 😀
    Ho fatto fatica a mandare giu questo articolo, http://www.loccidentale.it/articolo/per+sparare+sul+mucchio+santoro+ha+bisogno+di+travaglio.0078536, però devo ammettere che ha alcuni spunti interessanti, per fare un po di “outing” sui “perchè” e sui “per come”, di come si sia arrivati a questa situazione, ed al connubio Santoro-Travaglio…Cosa ne pensate???

  2. @ Mattheus:
    Grazie del link, lo leggerò appena posso.
    Torna a trovarci!

  3. Salve a tutti, ho visto un pò la trasmissione di ieri (sono andato però presto a letto) e devo dire che si è fatto, in un certo senso, informazione sul pericolo della mala informazione e che l’argomento trattato (ottimo il titolo: Farabutti) mi è sembrato discretamente interessante. Comunque buona trasmissione, anche se, a volte, sentir parlare da ambo le parti, quei soliti politicanti, alquanto boriosi e prolissi, sempre a sputar sentenze insensate e a difendere i propri interessi (si sa, le poltrone, quelle poltrone sono sempre comode), da un pò di rabbia e, a volte, mi viene nella mente spontaneo il pensiero, rivolto solo ai politicanti : “Iatevenne, andate tutti a…..!”
    Mi sarei però aspettato, data la giustissima informazione che si fece in Annozero sulla precedente puntata su Gaza, che (spero in una prossima puntata), si parlasse più dello schifo enorme delle guerre in atto (le cosiddette “missioni di pace” come vengono erroneamente definite e propagandate), soprattutto quella in Afghanistan. Certo, (visto la precedente puntata su Gaza) si sarebbe scatenato un putiferio ancora più enorme di critiche insensate, soprattutto da quei boriosi e arroganti nostri politicanti(vermiciattoli striscianti invece diventano quando vanno all’estero) (tutti!), però quando nel tema ci sono le tanti morti innocenti civili e militari da ambo le parti (occupatori e occupati) la verità dovrebbe essere da tutti svelata con onestà e lealtà, a tutti i costi, per cercare di porre fine a tanto sfacelo, a tanto strazio di tante mamme e vedove afghane, italiane, americane, ecc.. che si struggono ogni giorno (gli occidentali dimenticano e gli orientali no?) con pianti dirotti per il dolore lancinante della perdita violenta dei loro cari. Per cercare di dire basta (si torna a casa!) alle tante basi militari con tanti militari armati in tante parti del mondo, stati che hanno perduto da tempo, per colpa delle invasioni militari la loro sacrosanta ragione di libertà, non rispettata soprattutto dagli stati occidentali arroganti e prepotenti. Dire basta alle menzogne di missione di pace, guerra santa o di liberazione, lotta al terrorismo, ecc. Ogni stato del mondo vuole essere lasciato in pace e vivere la sua vita nel suo modo libero. In Afghanistan non ci vogliono, punto e basta, (a parte le pilotate interviste locali alle varie “mazze di scopa” messe lì dalle forze occupanti che ci fanno credere altro). Dire basta alla mattanza usurante di civili che vogliono vivere liberi e di militari che ignari di quello che fanno e che vanno incontro, rispondono al fuoco nemico e a volte anche amico. Dire basta ai raid, alle irruzioni violente nelle case con violenze inaudite su donne e bambini. I mostri purtroppo esistono sempre nelle guerre e vengono a volte ingaggiati proprio per questo. Dire basta a quel terrore che viene da ambo le parti e i soliti martiri civili in mezzo. Le forze internazionali dovrebbero tutte tornare a casa ed essere smantellate, non esistere più. Mi domando: “Vale più salvare la vita a giovani martiri civili innocenti o mantenere le promesse fatte in quelle inique scartoffie, carte internazionali, firme, accordi presi in precedenza su carta straccia???” Ecco il titolo che metterei in una prossima puntata di annozero: “GENUFLESSIONE E SBRACAMENTO”.
    Sono andato forse mooolto fuori dal tema, ma, comunque ho detto quello che penso e……. sono stato prolisso anch’io…. in realtà volevo scrivere solo: sbracamento dei politici italiani e stop alle missioni all’estero.

  4. @ Andrea Cammarota:
    Grazie Andrea del commento e non preoccuparti se sei prolisso. Noi ti aspettiamo per leggerti nuovamente 🙂

  5. @ Diego Odello:
    Ciao Diego… in effetti alcune volte succede…a volte ritornano… comunque, in realtà non c’è niente credo di più gratificante che quello di poter esprimere sempre liberamente e con estrema sincerità e coraggio i propri liberi pensieri, qualunque essi siano, senza se e senza ma e senza farsi influenzare dalla cappa che ti circonda. Che ho detto? E chi lo sa! Boh? 🙂
    Allora… pensieri tristissimi affollano in questo momento la mente (e non solo la mia) in quest’epoca balorda :-(……. ci sono nella mente tre immagini: in una vedo un dolcissimo bambino sorridente in aperta campagna che gioca felice e in alto un bruttissimo aereo militare che con apparecchiature sofisticate riesce a vedere finanche i piedini scalzi del bambino che gioca nell’erba dei prati e che malgrado tutto scarica tutto il suo enorme peso di morte e rientra orgoglioso alla base; nello stesso istante vedo in un’altra immagine tanti boriosi governanti di molti Paesi firmare sorridenti attorno ad un tavolo carte su carte e poi foto allegre di gruppo; nell’ultima immagine vedo sempre seduti attorno ad un tavolo tanti capi di multinazionali firmare la vendita a tanti Paesi di armi, medicinali, infrastrutture, veleni e morte. Poi tutti felici a casa, la vendita della morte continua e la guerra continua e il business continua….
    Mi sorge una domanda e mi vergogno tantissimo:”La nostra tanto decantata civiltà, la nostra tecnologia, i nostri divertimenti, vizi e sollazzi, il nostro consumismo sfrenato di prodotti sempre più propagandati e sofisticati, il nostro egoismo ed il nostro cosiddetto “benessere” dipendono e sono legati forse alle guerre? Sono il frutto delle tante stragi di innocenti? Ciò che noi abbiamo è fatto forse col sangue di tanti piccoli esseri massacrati? Se si fermano tutte le guerre, allora che succede alla cosiddetta nostra civiltà??? Mi spiego con un esempio: Un Padre, ex capo di stato, ormai vecchio e malato, torna a casa ed il figlio, attuale capo di stato, tutto orgoglioso gli dice: “Papà, sono riuscito a fermare tutte le guerre, ad eliminare tutte le armi, a ripristinare la pace totale nel mondo, ad eliminare tutti gli inquinamenti ed a debellare in modo definitivo tutte le malattie con un piano sanitario meraviglioso! Papà, è iniziata per merito mio una fase di benessere mondiale per tutti gli abitanti della Terra”-
    Il Padre rivolto al figlio: “Ma che bravo… e adesso che mangiamo??? A chi vendiamo le armi, i medicinali, le infrastrutture, i veleni e la morte???!”

  6. Ma cosa si vuol direee…. ma cosa si vuol fareeee…. non comprendo… non capisco…. con tutta la calma, la dignità, l’onesta, la tranquillità che un qualsiasi essere, individuo qualunque di questo marcio mondo può avere… ma ad un certo punto il dubbio viene fuori… strani pensieri si formano nella mente… allora bisogna proprio ingoiare tutto il minestrone insipido??? Anche le menzogne??? Anche i veleni??? E rifarsi magari anche una nuova personalità? Un nuovo carattere? Diventare forse uno zombie? Un non morto o un non vivente? Boh? Perchè si cerca di usare alcune nuove tecnologie, (con la scusa del nuovo) per fermare o annullare i buoni propositi di quelli che hanno usato sempre le vecchie (clean… cancellando tutto il grande lavoro della ricerca delle verità). D’accordo che il nostro passato è zeppo di mistificazioni, ma annullarlo del tutto per far posto solo a vere nullità… mi sembra troppo…. Per me il nuovo non dovrebbe mai, mai cancellare completamente il vecchio, ma dovrebbe servire solo a migliorarlo, a correggerlo e a renderlo universalmente stabile e di dominio pubblico… è inutile e dannoso dire e fare in modo (ma sarà poi vero o è frutto solo dell’aliena-bilità.. “il solito business”… enigmatica delle cose?) che i nuovi codici fermeranno ed annulleranno gli antichi codici, perchè in questo modo sconvolgeremmo tutto il creato (quello degli altri ed anche il nostro) e ci annulleremmo a vicenda… altre zone d’ombra? Altri muri? Non sono un esperto… forse sto solo sognando a vanvera come un un semplice ed insignificante essere qualunque… ma… mi domando quanti altri esseri insignificanti in questo vasto, marcio e lurido mondo fanno talvolta questi strani miei sogni??? Mi sto adattando anch’io al nuovo modo di fare, di dire??? Non capisco??? Perché il nuovo mondo è marcio e fa marcire anche il vecchio??? Perché anch’io non parlo chiaro e semplice??? Forse il non sapere le verità nascoste ci rende tutti un pò alieni tra di noi???

  7. Scusate posso chiedere quale sia il pezzo fantastico che hanno scelto per la sigla iniziale ??? Vorrei poterlo ascoltare per intero e mooooolto spesso !!!!
    Grazie in anticipo,se potete ovviamente.
    Un abbraccio buon lavoro a tutti e altre migliaia di puntate !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    TravaglioSantoroAnnozeroMANIACA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>