La valigia dei sogni: la nuova edizione su La7

di Enzo Mauri 6

La Valigia dei sogni

Sette anni e altrettante edizioni, da questa sera su La7 per 10 puntate, riprende il ciclo de La valigia dei sogni, titolo preso in prestito da una pellicola di Luigi Comencini del 1953, il programma che si propone di far conoscere al grande pubblico i capolavori del cinema italiano. Ancora una volta il canale di Telecom Italia Media (non si sa per quanto ancora), si fa portavoce di quella cultura cosi tanto bistrattata nel nostro Paese, una scelta difficile e impegnativa pagata a caro prezzo, con una riorganizzazione ancora in corso delle maestranze, che non prelude a niente di buono per il futuro.

Per cui godiamoci questa nuova rassegna di film d’autore, che magari dal prossimo anno sarà epurata perché poco redditizia, come se il patrimonio di cui il cinema italiano dispone non avesse bisogno essere salvaguardato e messo i risalto anche in periodi di maggior attenzione dei telespettatori, al posto di certe trasmissioni di livello discutibile.

Piccola polemica a parte siamo lieti di poter rievocare quei gioielli del neorealismo che tanto lustro hanno dato alla nostra cinematografia, a condurci in questo mondo di celluloide è Simone Annichiarico, figlio d’arte di un indimenticabile Walter Chiari e Alida Chelli. Con lui conosceremo volti e luoghi che hanno fatto da cornice ai capolavori proposti e poi via ha una serie di sequenze viste magari più di una volta ma che non danno mai quel senso di stucchevole apatia che si prova riguardando molti film d’adesso.


La nuova stagione de La Valigia dei Sogni, non poteva iniziare in maniera migliore, con una pellicola vero proprio manifesto dei tempi in cui fu girata il 1958, I Soliti Ignoti, il capolavoro di Mario Monicelli, tanto bello da meritare una nomination all’Oscar. La storia è risaputa cosi come i personaggi, tutti perfetti al punto che è difficile immaginare qualcun altro al posto degli attori che li hanno interpretati: Vittorio Gassman, Marcello Mastroianni, Tiberio Murgia, Carlo Pisacane, Totò, e Claudia Cardinale.

Siamo nell’Italia del dopoguerra, dove ci si ritrova a vivere di espedienti per sbarcare il lunario e così quando a un gruppo di cinque conoscenti giunge l’occasione di fare il colpo della loro vita, tirarsi indietro è difficile, sebbene non siano ladri di professione e la coscienza faccia sentire un peso difficile da scaricare. Ecco che il fotografo Tiberio, il pugile Peppe, il ladro Mario, il siciliano Ferribotte e lo stalliere Capannelle, decidono di recarsi da un “esperto” del settore che possa spiegare loro almeno i rudimenti del mestiere: come aprire una cassaforte. Un grande Totò nelle vesti dell’ex scassinatore Dante Cruciani, ci offre un esempio di bravura encomiabile, oltre che una scena comica all’altezza di uno dei suoi film migliori.

L’epilogo del film poi è un capolavoro d’ ironia, degno di una sceneggiatura da grandi firme come lo stesso Monicelli assieme a Age, Scarpelli e Suso Cecchi D’Amico. I cinque poveracci sono destinati a rimanere tali, ma almeno la coscienza è salva, mentre allo spettatore il divertimento è assicurato, per una visione da incorniciare nelle calde notti estive.

Commenti (6)

  1. …vorrei sapere come si fa a richiedere un film… il programma è molto bello… mia madre ha rivisto volentieri tanti film che non vedeva da tempo!! Vorrebbe rivederne uno in particolare… anche se molto vecchio… Il padrone delle ferriere…. come posso fare? GRAZIE

  2. Puoi provare ad andare sul sito de La7 e scrivere alla redazione.

  3. Ciao sono una ragazza di 27 anni li ho compiuti venerdì scorso, hai delle buone maniere quando parli di un film la valigia dei sogni mi piace molto non perdo neanche una puntata è da l’anno scorso che ho cominciato a guardarlo c’ era il film il sorpasso saluti da glenda

  4. sono un giovanotto di 73 anni,il fisico ne dimostra meno,ma il mio animo è giovane,sono un giovane racchiuso in una vecchia carcassa.
    durante la mia giovinezza spendevo tutti i soldi al cinema,ma ne valeva la pena.
    vorrei rivedere CIELI DI FUOCO ma non si trova da nessuna parte.
    Perchè non creare una classifica dei films più desiderati da tutti ?
    Giorgio da Varese….geazie.

  5. Vorrei rivedere un vecchio film di Walter Matthau che non viene mai trasmesso da nessuno. Il titolo è “Un marito per Tilli” e, a mio modestissimo parere, credo sia uno dei migliori film interpretati da Matthau. Sarei felicissimo di poterlo acquistare in dvd ma non lo trovo da nessauna parte.
    Grazie e complimenti.
    Carmine da Roma

Rispondi