Che tempo che fa: ospiti Marco Mengoni, Max Gazzè, Bianca Balti. Ma Fazio non voleva dimenticare Sanremo?

di Redazione Commenta

Aveva promesso che dalla prossima settimana non avrebbe più parlato del trionfale Festival di Sanremo condotto assieme a Luciana Littizzetto, ma il successo della kermesse e la nostalgia per le meravigliose cinque serate televisive da parte dei telespettatori avranno convinto Fabio Fazio a fare marcia indietro. Il conduttore tra sabato e domenica a Che tempo che fa ospiterà Marco Mengoni, Max Gazzè, Bianca Balti e Gabriele Salvatores (quest’ultimo ha diretto i promo di Sanremo).Che tempo che fa, programma di successo di Raitre condotto dal 2005 da Fabio Fazio, nella serata di sabato  23febbraio a partire dalle 20.15 ospiterà l’attrice Angela Finocchiaro, il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo (due edizioni fa erano ospiti fissi nell’edizione del sabato), il direttore di Rai4 Carlo Freccero, il meteorologo Luca Mercalli e il vicedirettore de La Stampa Massimo Gramellini, che domenica scorsa ha intervistato eccezionalmente i due conduttori del Festival di Sanremo. A costoro si aggiunge il vincitore della kermesse Marco Mengoni.

Molto ricca sarà anche la puntata di domenica 24 febbraio. In concomitanza con l’election day Fazio eviterà del tutto la politica, così spazio ad altri due volti appena visti sul palco dell’Ariston, il cantante Max Gazzè (in gara con l’elettro-pop I tuoi maledettissimi impegni e lo ska balcanico di Sotto casa, la preferita del sottoscritto) e la top model italiana Bianca Balti, che con la sua semiscivolata ha regalato uno dei momenti più esilaranti di tutto il Festival di Sanremo. Per non dimenticare, cliccare qui. Completano il parterre, il regista che ha diretto i promo di Sanremo, Gabriele Salvatores, oltre al poeta Valerio Magrelli. Immancabile naturalmente Luciana Littizzetto.

Ho l’impressione a questo punto che Fabio Fazio vuole applicare al suo programma la ricetta che ha costituito la principale ragione di successo del Festival di Sanremo: la commistione di alto e basso, in modo tale da poter avvicinare a Che tempo che fa quel pubblico popolare che finora lo ha sempre evitato, senza scontentare tuttavia i telespettatori pregiati più affezionati (non a caso domenica Fazio è arrivato allo share monstre del 19,27% con oltre 5 milioni di telespettatori). A mio avviso è una scelta vincente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>