Il blob dei blog: la Festa della Repubblica. C’è ancora qualcosa da festeggiare?

di Redazione 14

Oggi tutto tace: sarà perché la gente ha approfittato del ponte per godersi qualche giorno di vacanza fuori città, sarà perché qualcuno come nel film Mari del sud, con Diego Abatantuono, non avendo soldi nemmeno per una gita fuori porta si chiude in cantina per far finta di essere partito, fatto sta che intorno a me tutto tace e non si sente neppure l’audio di un televisore invadere questo silenzio.

Qualcuno magari approfitta di giorni del genere per fare un breve punto della situazione riguardo la propria vita, qualcun altro utilizza questo stato di calma apparente per non pensare ai propri problemi; io sfrutto la giornata per riflettere sull’afasia che ha colpito la televisione.

L’afasia televisiva. Bell’argomento da approfondire, forse il problema più grande che vive la nostra realtà televisiva insieme alla mancanza di creatività.


Ieri vedevo Varietà, il programma domenicale creato a costo zero dalla Rai e confrontando le trasmissioni di una volta con quelle odierne, mi sono reso conto (semmai non l’avessi capito prima), che la nostra televisione è diventata tutta apparenza e noi ci siamo trasformati in Alberto, il protagonista del film che vi ho citato all’inizio, consapevoli complici di quell’apparenza: i direttori di rete ci vogliono convincere che i programmi che trasmettono li scelgono in base ai nostri gusti e per il nostro piacere e invece non è vero (quanti vorrebbero un estate di repliche?); i giornalisti, che per ruolo dovrebbero essere i più precisi ci spacciano mezze verità e non parlano di problemi reali (avete mai visto Una scomoda verità, film documentario sul riscaldamento globale premio oscar nel 2007?; vi hanno mostrato ultimamente le immagini di Chernobyl quando parlavano di nucleare?); la maggior parte dei conduttori e dei figuranti in televisione esibiscono sorrisi di circostanza (avete mai notato, quando la camera stacca in anticipo, le persone imbronciate che di colpo, vedendosi sul video, estraggono dal loro cilindro magico il sorriso dei tempi migliori?). E noi cosa facciamo? Ci crediamo!

Ci stanno drogando! Ci stanno convincendo che tutto va bene e continueranno a farlo, ma non per noi, per loro. Da questa sera Lucignolo ci regalerà immagini di ragazzi che si divertono, di feste di tendenza, di giovani allegri e spensierati, ma la realtà non è quella. Da Sabato utilizzeranno gli Europei di calcio per non parlare di situazioni più scomode: mentre mezza Europa ci etichetta come xenofobi e razzisti, mentre la comunità Europea dice che le centrali nucleari non risolvono il problema, mentre trasformiamo la nostra penisola da Belpaese a discarica, troveremo una valvola di sfogo prima nel calcio, poi nelle Olimpiadi battezzate col sangue tibetano.

Come comportarci allora? Apriamo gli occhi e usiamo i mesi estivi per recuperare le energie, per informarci del vero stato del mondo che ci circonda, così magari smetteranno di prenderci per il culo (caduta di stile? Non me ne preoccupo, perché so che voi amici lettori avete le spalle forti per reggere anche ai miei colpi di testa, visto che, come me, la maggior parte di voi vive in Italia) e potremo smettere di nasconderci in cantina per paura di essere giudicati da una società falsa più di una banconota da 30 Euro.

Buona Festa della Repubblica. Di cuore.

Commenti (14)

  1. Concordo pienamente… purtroppo la tv di oggi è il prodotto che ci meritiamo, ovvero che si meritano quelli che ancora la difendono.
    Ti spiego subito: ho parlato di televisione in un mio post su MedicinaLive (http://www.medicinalive.com/flash-news/bollino-rosso-anche-per-i-cartoni-animati-il-paradosso-educativo-come-proteggere-i-nostri-bambini-dalla-baby-sitter-animata/
    un lettore mi ha accusata di moralismo, per il semplice fatto di aver criticato i cartoni in cui si parlava di tette rifatte e lifting, i tg pieni di notizie del tipo “il principe henry e le sue notti brave nei pub londinesi”, il nuovo vestito della bruni ecc
    Voglio dire, il mio Paese affonda, noi giovani non abbiamo un lavoro, la possibilità di comprare una casa, non sappiamo nulla dell’Europa, eppure ci siamo dentro, così dicono, pero’ una cosa vogliono farcela sapere: che Carla Bruni si è cambiata d’abito tre volte e ha fatto l’amore 5 volte in una sera con Sarkozy… e chi se ne frega???
    Altra cosa che mi fa indignare è che continuano a dipingere la mia generazione come priva di valori ed incolta, gli fa comodo pensare che siamo tutti una massa di “UOMINI e DONNE” che si gasano perchè in tv c’è la fiction nuova o è apparso un costantino qualunque.
    Per criticare bisogna conoscere e io la tv l’ho guardata, l’ho accesa e non mi è piaciuta per niente… una canzone uscita di recente dice che questo è il Paese delle mezze verità e niente è più azzeccato… esistono ragazzi e ragazze come me, stanchi di questo Paese, di questa spazzatura che sono altrettanto stanchi di essere etichettati come i giovani apolitici e ignoranti che guardano solo stupidi talk show e reality…non siamo tutti così, e forse internet è l’unico modo per sfuggire alle mezze verità, per dirla tutta la verità…
    e la verità è che io come molti miei amici e amiche non siamo affatto fieri di vivere in un Paese che nasconde i problemi in contenitori domenicali, se l’informazione non passa non passa neanche la verità e all’estero ci vedono solo come dei pagliacci… ho la fortuna di conoscere inglese francese e spagnolo e spesso vado a vedere cosa dicono di noi El Paìs, Le figaro, il New York times, e ti posso dire che ci considerano solo buffoni… sarà che le cose serie in Italia le dice un comico, mentre i politici ci raccontano barzellette… tutto va al contrario…
    Berlusconi ha dichiarato che le donne per vivere bene devono sposare uno ricco, Era una battuta? Ha fatto ridere qualcuno? Conosco molte persone che laureate con 110 e lode al sud fanno colloqui per call center… questo è il nostro Paese e quell’uomo si permette pure di riderci sopra? Non è divertente, come non è divertente che politica televisione informazione opinione pubblica siano stata tutte soggiogate nella morsa delle mezze verità, della corruzione e dell’ipocrisia.
    Sono fiera di essere italiana… solo ai mondiali o quando entro in un ristorante , Ecco la verità intera è questa. Sarò anche moralista, come scrisse quel lettore, ma meglio moralisti che ignoranti.
    Complimenti per il pezzo, serve sempre gente che dica le cose come stanno, invece di nascondere tutti la testa sotto le sabbie mobili della disinformazione.
    Ciao Paola
    http://www.medicinalive.com/flash-news/bollino-rosso-anche-per-i-cartoni-animati-il-paradosso-educativo-come-proteggere-i-nostri-bambini-dalla-baby-sitter-animata/

  2. Perchè non rompevate i coglioni a tale Sig. Prodi, che era il primo ministro del precedente Governo (di facevano parte anche i comunistoidi), mentre adesso li rompete a Berlusconi che si trova al Governo da un mese circa?
    Se pensate che vi stiano drogando, convincendovi che tutto va bene, è perchè siete senza cervello. Se poi non volete fare trasformare la nostra penisola da BELPAESE a discarica, dovete solo farvi depositare tutta l’immondizia dentro le vostre case e così il problema è risolto. Giacchè vi trovate fategli mettere in mezzo un po’ di ROM in modo che, oltre a dimostrare quanta siete solidali con la feccia dell’umanità, l’aria sarà più respirabile. Infine, sono convinto che vi fate prendere per il culo perchè la cosa vi piace e come.

  3. Ciao Squalobianco,
    noi del problema rifiuti ne abbiamo parlato l’8 gennaio in articolo de L’inchiesta. Ti riporto QUI il link. Se non sbaglio in quel periodo ancora c’era il governo Prodi, quindi devo dissuarderti dal pensarmi simpatizzante di sinistra, perché ho attaccato o come dici tu ho rotto i coglioni anche al Sig. Prodi.

    Per quanto riguarda l’immondizia, potrei farti la stessa domanda (perché la discarica non la facciamo ad Arcore a casa di Berlusconi o all’epoca a Bologna a casa di Prodi?), ma immagino che sarebbe solo una domanda provocatoria. La domanda principale é: con queste discariche si risolvono i problemi? Con i termovalorizzatori si risolvono i problemi? Si? E allora perché anche le centrali nucleari?

    Per quanto riguarda il discorso Rom, immagino tu stia commentando la mia frase sull’Europa che ci definisce xenofobi e razzisti. Rispondo come risponderebbe il tuo probabile leader: “Se un extracomunitario non delinque in Italia lo accettiamo con piacere. Noi siamo contrari ai clandestini” Ebbene perché metterci in mezzo i Rom nell’immondizia? Se delinquono vanno arrestati, se non delinquono non vanno immersi nell’immondizia.

    Concludo sull’argomento del “ci stanno drogando”: in questo blog si parla di televisione e cinema e se si dicono castronerie politiche (discorso Mastella di un post della rubrica L’inchiesta) o si danno per vere certe realtà (discorso Lucignolo) il mio dovere è mettere in guardia la gente che poi sarà libera di pensarla come vuole. Di sicuro non mi auguro che il nuovo governo fallisca, perché sarebbe da stupidi sperare nel successo del proprio Pease.

    Non ho trovato appunti sul nucleare e Chernobyl. Non ho trovato appunti sul riscaldamento globale. Non ho trovato appunti sulle olimpiadi di Pechino. Vuol dire che forse riguardo qualche aspetto ci troviamo d’accordo.

    Partiamo da questi punti di incontro per parlare e portare testimonianze e dati e confrontiamo le nostre idee, cosa che forse i politici non fanno più da molto tempo.

    Grazie del tuo accorato commento. Torna a trovarci.

  4. Ma quale festa della repubblica! Io mi vergogno di vivere in questo paese o meglio in questa italietta. per fortuna tra poche settimane ne ne vado via da questo casino….io non mi riconosco più in questo paese…..megli vivere in una nazione dove i soldi vengono spesi per costruire con orospettive per il futuro….e non come da noi per spostare la monnezza…. ITALIA VERGOGNATI!!!!!

  5. squalo bianco secondo me è a voi che piace essere presi in giro, dal momento che la tv è manipolata…il tuo discorso sui rom poi è da razzista.
    Convinto tu delle sciocchezze che dici…

  6. Io sono una di quelle Italiane che non hanno bisogno di sentire le cavolate in televisione per capire che ci stanno prendendo per i fondelli. Basta sentire l’aria per capire che qualcosa non va. Basta sentire l’erba per avvertire i problemi della terra. Basta ascoltare di più la gente per capire che tutti hanno paura dell’inquinamento. Basta portare rispetto ad ogni singolo individuo per amare e proteggere di più noi stessi. Chernobyl e le centrali nucleari sono lo sbaglio per eccellenza. Pensare alle centrali come un via d’uscita per i nostri problemi è sbagliato, in quel modo i problemi aumentano.
    Grazie alle televisioni la realtà viene distorta, come distorti sono tutti quei cretini che ancora pensano che il nucleare possa aiutare l’italia.
    Un bel Vaffa…a tutti coloro che ancora stanno con il viso sotto terra.

  7. Paola ti prego di non attaccare la persona dandogli del razzista, ma di cercare un dialogo e cercare di capire le motivazioni (esasperazione) che lo inducono a usare parole così dure. Un muro contro muro non serve a niente.

    Ti ringrazio del tuo messaggio e scusa se ti ho richiamatop (immagino non volessi attaccare la persona, ma l’idea provocatoria di squalobianco)

  8. si, capisco la tua volontà di moderazione, a volte è l’indignazione a far parlare con toni più accesi, non condivido le idee del lettore tutto qui: spazzatura e rom non sono propriamente la stessa cosa…
    saluti

  9. Gent.mo Sig. Odello,
    mentre Lei dimostra di essere, quanto meno, saggio e tollerante, qualche donna mi è parsa un po’ patetica, forse anche frustrata e depressa. Da quando il responso elettorale ha stabilito che a governare, per i prossimi cinque anni, dovesse essere il centro-destra, tutto il popolo sinistroide ha cominciato a rovesciare veleno offendendo non solo l’intelligenza di chi ha votato per il PDL ma la loro stessa intelligenza (ammesso che ne abbiano) e spiego il perchè. Quando Berlusconi o il centro-destra vince, è tutta colpa delle televisioni ed il popolo è ignorante; quando Berlusconi o il centro-destra perde, il popolo ha saputo votare ed è INTELLIGENTE. C’è qualcosa che non va; il popolo o è sempre ignorante o è sempre intelligente. Io penso che Voi dobbiate essere meno arroganti, meno presuntuosi, più umili e non ritenere di essere i depositari assoluti di tutte le verità e men che menbo tuttologhi. Voi siete competenti di spazzatura, di centrali nucleari, di economia, di sociologia, insomma di tutto. Io, invece, ritengo che ognuno dovrebbe fare il proprio mestiere, evitando di intervenire su problemi di cui non sa neanche da dove si comincia, e solo quello. Ciascuno dei problemi importanti devono essere affrontati solo da persone (bipartizan) competenti e capaci. Infine Vi voglio far capire,una volta per tutte, che le elezioni non le ha vinte Berlusconi ma il centro-destra, non perchè Berlusconi ha le televisioni (non siamo negli anni cinquanta o sessanta e gli italiani non sono stupidi come pensate) ma perchè la gente, tra le altre cose, non sopporta più lo spadroneggiare della delinquenza spicciola (cosiddetta microcriminalità), più violenta che mai. Dopo tutti gli stupri, i furti in casa, gli scippi, le rapine in villa, i vecchietti bastonati selvaggiamente (mai, prima dell’arrivo dei Rumeni e degli Albanesi, si era sentito parlare di ciò), i tentativi di rubare bambini, ecc.ecc., cosa volevate che si votasse per le sinistre che non sanno fare altro che dire No, No, No, No, No, No. BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA.

  10. Ciao Squalo,
    mi fa piacere che tu abbia colto subito il mio invito a moderare i toni e abbia dato la spiegazione all’infelice battuta della volta scorsa.
    Su tante cose penso tu abbia ragione su altre anche questa volta cozziamo. Provo anche questa volta a rispondere alla tua mail e ti ringrazio per la pacatezza usata:
    1 – è totalmente vero che la sinistra ha la supponenza di definirsi intellettualmente superiore, ma è anche vero che la maggior parte delle volte il centrodestra agisce in maniera superficiale. Mi spiego: la sinistra ha il problema di parlare tanto e fare poco, la destra di affrontare le tematiche in maniera superficiale (es. serve energia? Facciamo le centrali nucleari. Ok, ma ci vogliono 15 anni per farle e quando saranno state fatte non basteranno. Smaltiamo i rifiuti con discariche e termovalorizzatori = inceneritori. Ok, ma chi vuole tumori o alla meglio la puzza sotto casa? C’è criminalità, facciamo il poliziotto di quartiere! Ok, ma se questi sono sottopagati, non preparati e lasciati soli a cosa servono?), citando numeri e statistiche, senza dire mai la fonte e il pubblico intervistato.
    2 – Tu dici (ti prego diamoci del tu): ognuno dovrebbe fare il suo lavoro. VERO. Noi italiani siamo tutti tuttologi (pure io e te in teoria) e allenatori. Il problema è che i politici fanno questo lavoro da troppo tempo e non si ricordano più quale sia la realtà (troppi privilegi). Eppoi usando il tuo assunto “ognuno dovrebbe fare il suo lavoro” e facendo l’avvocato del diavolo, vorrei ricordarti che Berlusconi non è nato politico.
    3 – Problema televisioni: gli italiani non sono stupidi: VERO. Il problema è che la notizia è distorta. Domanda: il reato di clandestinità è uscito fuori dal primo consiglio dei ministri. L’europa dice che siamo xenofobi, noi ribattiamo che non siamo gli unici (chi sono gli altri?) ad avere leggi di questo tipo. Vertice FAO. Berlusconi dice: non esiste il reato di clandestinità. Quale versione è vera? Ora arriva la Robin Hood Tax, nome altisonante. Vivremo meglio?
    4 – Le televisioni parlano di quello che vogliono: se non sbaglio in italia ci sono 4 stupri al giorno e non si sente parlare di fatti del genere se di mezzo non ci sono gli extracomunitari o… i ragazzini (italiani) in gruppo. Il marcio sta solo fra extracomunitari e ragazzini?
    5 – Concludo: se arrivasse una persona che ci facesse stare bene realmente credo che tu, io e chiunque altro non guarderebbe allo schieramento, lo voterebbe e basta. Noi siamo persone che viviamo la stessa realtà e che veniamo messe contro gli uni con gli altri come se fossimo tifosi di calcio.
    Noi di ISayBlog con PoliticaLive (cinetivu tornerà a trattare argomenti più faceti) proveremo a trasformare questo clima di scontro che fa bene solo alla casta per mettere di fronte persone di buon senso, che esasperate reagiscono in modi differenti.
    Grazie ancora Squalo e scusa se mi sono dilungato. Torna a trovarci

  11. salve, chi scrive è un ex simpatizzante di destra che da quando ha capito come vanno le cose con il governo berlusconi (sin dal precedente) ha deciso di cambiar bandiera, non perchè mi stia simpatica la sinistra, ma perchè, come fa la maggior parte degli italiani, sceglie il male minore.
    Per farla breve, dato che potrei andar avanti per ore sulla lunga lista di magagne che ha fatto il presidente del consiglio, voglio rispondere a squalobianco con un paio di annotazioni.
    prima di tutto, l’informazione italiana è di molto distorta, e non solo quando vince berlusconi ma sempre. a dirlo non sono solo io, e non lo faccio solo perchè lo dice beppe grillo, ma perchè andando all’estero ci si accorge subito della differenza. tutti gli organismi internazionali hanno etichettato l’italia come un paese semi-libero, e questo mi fa un gran male.
    secondo, mi spiace contraddirti, ma a mettercela in quel posto ci riesce molto meglio berlusconi di altri. se vuoi ti posso fare due esempi semplici: primo esempio, aveva detto di voler fare il primo consiglio dei ministri a napoli per dare a vedere che sta vicino alla popolazione, ma poi di tutto ha parlato tranne che di immondizia. secondo esempio: ha introdotto un reato di clandestinità che non verrà mai applicato, sono solo parole ma niente fatti, ti invito a leggerlo.
    sul governo prodi purtroppo non è stato possibile dire niente perchè non è riuscito a governare proprio, e quindi non gli si può criticare nulla, se non l’incapacità proprio di governare.
    infine, vorrei invitarti a moderare i termini perchè le offese siamo bravi a farle tutti, ma quando le facciamo perdiamo in credibilità nelle cose che diciamo.
    grazie per l’attenzione e scusate la lunghezza del commento.
    marco mancini

  12. Io la penso esattamente come Diego,
    se le cose andassero bene non staremmo messi l’uno contro l’altro, e destra e sinistra sarebbe solo una differenza ideologica.
    Il diffuso malessere sociale provoca invece continui scontri, continui muri contro muri… la frustazione e la depressione forse sono conseguenze della situazione attuale.
    Se ci si rifiuta di vedere che molti giovani, molte promesse per il futuro, molti cervelli preferiscono emigrare, questo significa chiudere gli occhi davanti ai problemi reali del Paese.
    Centinaia di donne italiane e bambini subiscono violenze proprio in casa loro, per mano di italiani.
    Ora perchè l’attenzione della tv e dei media si accanisce solo quando a commettere un reato è un immigrato?
    Inoltre, porrei l’attenzione sul lavoro nero, sono gli stessi italiani ad assumere braccianti, badanti straniere per i lavori più umili, che in Italia nessuno vuole fare.
    Se non lo facessero, non ci sarebbero così tanti immigrati nel nostro Paese.
    Si fa presto a dire che va tutto bene o a farne una colpa di destra o di sinistra…ma la situazione è molto più complessa…
    D’altra parte se davvero l’Italia è il Paese di Lucignolo, sono davvero contenta, se mi fossi sbagliata e fossimo solo in pochi a vedere il bicchiere mezzo vuoto, se davvero tutto va bene, meglio così… d’altra parte significherebbe che ce l’hanno fatta a convincerci che in questo Paese siamo tutti soddisfatti, allegri, (dis)informati e felici…

  13. Salve a tutti!! ho sentito dire che per la festa della Repubblica ci sarà una muraglia in Piazza Rio (che sta a Zoomarine) dove scrivere tutti i buoni motivi per essere italiani. Uniamoci ed andiamo anche noi per dire il perché siamo fieri di essere Italiani! e lasciamo un segno nella storia scrivendolo sul muro ricordo. E se si iscrive al gruppo di Facebook ‘SIAMO I MIGLIORI – 99 Buoni motivi per sentirmi fiero di essere un Italiano’ ognuno di noi avrà diritto ad uno sconto di € 5 per l’ingresso al Parco. Presentando in biglietteria la stampa della pagina del gruppo o acquista on-line inserendo il codice sconto ‘italiani’ su Zoomarine Che aspettiamo? Chi viene con me?!! 🙂

  14. Ciao ho sentito parlare di un evento che si terrà a zoomarine per la festa della repubblica ossia il 2 giugno invece della solita lagna è un occasione per noi giovani e non solo di dire la nostra e passare una giornata all’insegna del divertimento…
    all’interno del parco divertimenti di roma ci sarà una muraglia dove scrivere tutti i buoni motivi del perché siamo fieri di essere Italiani!
    C’è anche un gruppo su Facebook
    ‘SIAMO I MIGLIORI – 99 Buoni motivi per sentirmi fiero di essere un Italiano’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>