Glenn Martin Dentista da strapazzo su SkyUno

di Giulia Tarroni 1

Da questa sera su Sky Uno va in onda alle ore 19.00 la prima stagione di Glenn Martin Dentista da strapazzo, una nuova serie animata in venti episodi indirizzato a un pubblico adulto e realizzato in stop-motion, prodotta da Michael Eisner. Glenn Martin Dentista da strapazzo racconta la storia di un dentista dalla natura ottimista che, durante una notte insonne, decide di intraprendere un viaggio con la sua famiglia sul camper sormontato da un enorme spazzolino.

Il camper rappresenta lo studio dentistico mobile che Glenn utilizza  in quanto la loro abitazione è andata a fuoco accidentalmente una sera: per ritrovare l’armonia familiare, il dentista inizia questo viaggio, attraverso l’America, con tutti i luoghi comuni e gli eccessi della società americana spesso assurda e incomprensibile, in costante cambiamento. Vivranno una serie di situazioni raccontate con ironia e in maniera diretta, che certamente appassioneranno tutti i telespettatori.

Accanto a Glenn, che rappresenta lo stereotipo del tipico marito americano, vi sono la moglie Jackie, la classica casalinga che ha come unica funzione quella di soddisfare in tutto e per tutto il marito, la figlia minore di undici anni Courtney la più sveglia della famiglia, è  un’adolescente ambiziosa e competitiva proprio come una manager adulta, a tal punto da assumere una ragazzina di tredici anni, la dolce Wendy, come sua assistente personale.

Poi c’è Conor, il figlio tredicenne con tutti gli squilibri ormonali che la sua età comporta: é goffo, pensa solo alle ragazze e ha un debole per Wendy. Accanto a loro non poteva mancare il cane di nome Canine, il saggio della famiglia: nel loro viaggio Glenn e famiglia incontreranno la comunità  Amish, passando per la viziosissima città di Las Vegas, fino ai sobborghi più violenti delle città. E se vi appassionate a questo cartoon nessun problema: la seconda serie è già in lavorazione negli Stati Uniti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>