Il bello e la bestia su Nat Geo Adventure

di Redazione Commenta

Da questa sera alle 21.00 ed ogni lunedì a venire, va in onda su Nat Geo Adventure, una nuova serie di documentari intitolata Il bello e la bestia, condotto dal biologo Pat Spain.

Pat Spain è un giovane biologo che ha la passione per le creature mitologiche e dal 2004 gira i luoghi meno battuti e conosciuti sulla terra alla ricerca di animali leggendari.

Pat per dare una risposta alla domanda : esistono veramente gli animali mitologici o sono solamente frutto dell’immaginazione? – si spingerà nella Foresta Amazzonica, esplorerà la giungla indonesiana fino al deserto del Gobi alla ricerca di queste figure mitologiche che da secoli sono l’incubo di numerose popolazione e per farlo cercherà di entrare a far parte delle varie culture autoctone dei luoghi che visiterà, adottando usi e costumi del luogo.

Tra una lotta corpo a corpo, diversi riti d’iniziazione, Pat riuscirà a guadagnarsi il rispetto delle tribù, tanto che molte lo aiuteranno nella sua ricerca, ma nel frattempo avrà il di intervistare i testimoni di apparizioni di creature mistiche, vittime di aggressioni, scienziati ed esperti del luogo.

In una breve intervista realizzata dal quotidiano Libero, Pat Spain parla del suo documentario e dice che sin da bambino ha avuto il sogno di diventare l’Indiana Jones degli animali, e che è cominciato guardando da piccino i documentari di David Attenborough sulla BBC. Le sue ricerche lo hanno portato alla ricerca del serpente marino Cadborosauro, ha indagato sul verme del Gobi, sull’uomo scimmia di Sumatra, sul Mokele Mbembe in Africa. Alla domanda riferita agli animali mitologici: “Quindi li ha visti?”, il biologo  ha risposto:

No, anche perché in 15 giorni sarebbe stato impossibile. Il nostro obiettivo comunque non è avvistarli, ma raccontare la storia sottesa e capire se potrebbero esistere in natura.

Alla domanda: “E come lo stabilisce se non li vede?”, Pat ha risposto:

Vado sul posto, vivo con le persone del luogo, raffronto le informazioni con le mie conoscenze scientifiche e stabilisco se il mito è scientificamente attendibile.

Durante l’intervista, Pat sottolinea che lui non va a caccia di vampiri o licantropi, bensì di animali e che il suo metodo d’indagine è scientifico e sottolinea che: se qualcuno mi dovesse raccontare di aver visto di un carnivoro con piedi piatti, penserei ad una bufala, perché in natura non potrebbe esistere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>